NOLEGGI
coppa
NOLEGGI
c
c
c
c
c
 
REGOLAMENTI
 

REGOLAMENTO COPPA ITALIA RAID

REGOLAMENTO TECNICO

vedi regolamento tecnico

PULSANTI:VEDI REGOLAMENTO RALLY

VETTURE AMMESSE: Tutti i modelli riproducenti vetture raid della categoria fuoristrada (no camion e Quad).

MARCHE AMMESSE: AVANT SLOT, NINCO, SCX e MSC/SCALEAUTO.

REGOLAMENTO DI GARA

SHAKEDOWN: parte del percorso della Prova Speciale che sarà indicato dal direttore di gara;

SVOLGIMENTO GARA: I piloti effettueranno la prova speciale Raid congiuntamente alla gara Rally Legend, considerando la P.S. Raid come la numero 7 del Rally predetto. Questo per avere garantito un gruppo di piloti che possano garantire anche il regolare servizio di commissari di percorso.

SANZIONI

VEDI REGOLAMENTO SPORTIVO RALLY

 

REGOLAMENTO ICE CUP 2017

REGOLAMENTO TECNICO

VETTURE AMMESSE: Tutte le vetture Rally di categoria 4WD omologate per la gara COPPA ITALIA RALLY

PULSANTI: VEDI REGOLAMENTO RALLY

GOMME: Le gomme da neve sono le IN ATTESA DI CONFERMA SPONSOR.
Le gomme dovranno essere uguali (stesso codice) su tutti e due gli assali, sia anteriore che posteriore ovvero, all'assale anteriore sarà possibile montare delle gomme slick.

PARCO CHIUSO: dopo le verifiche pre gara le auto saranno riordinate dal giudice di gara e verranno messe in parco chiuso.
E’ assolutamente vietato compiere interventi e riparazioni sulle auto in regime di parco chiuso.
Chi contravverrà a tale regola verrà penalizzato nella manche successiva all’intervento con una maggiorazione di 20 secondi sul tempo finale;

INTERVENTI SULLE VETTURE: è possibile intervenire sulle vetture solo per controllare spazzole e gomme all’inizio di ogni manche;

RIPARAZIONE: in caso di rottura di un particolare che non causi l’eliminazione dalla manche, sarà possibile intervenire per la riparazione o sostituzione del pezzo danneggiato per un tempo massimo di 3 minuti e sotto osservazione da parte di un commissario. In caso l’intervento si protragga oltre il tempo massimo, verrà applicata una penalità di 1 secondo ogni 10 secondi di ritardo sulla manche successiva;

SVOLGIMENTO GARA

QUALIFICHE: due giri cronometrati con due piloti in coppia sulle corsie centrali. Partenza sfalsata di 5 secondi. I migliori 50% comporranno le batterie di gara nelle corsie centrali, il restante 50% comporrà le batterie nelle corsie laterali.

COMPOSIZIONE BATTERIE DI GARA: in base alla classifica delle qualifiche. I migliori 50% comporranno le batterie di gara nelle corsie centrali, il restante 50% comporrà le batterie nelle corsie laterali.

FASE 1: manches di 12 giri ciascuna. Passano direttamente alla fase 2 il primo e secondo classificato. Il best lap farà da discriminate per la posizione di partenza delle batterie di FASE 2;

RIPESCAGGIO FASE 1: manches di 6 giri ciascuna. I terzi e quarti classificati della fase 1 disputeranno il ripescaggio. Il primo classificato accederà direttamente alla FASE 2. Per completare in numero multiplo di 4 alla FASE 2, potranno essere ripescati i secondi piloti classificati in base al Best Lap;

FASE 2: manches di 12 giri ciascuna: passano alla FASE 3 i primi 2 classificati di ogni manches. Per completare in numero multiplo di 4 alla FASE 3, potranno essere ripescati i terzi piloti classificati in base al Best Lap; Il best lap farà da discriminate per la posizione di partenza delle batterie di FASE 3;

FASE 3: manches di 12 giri ciascuna: passano alle semifinali i primi 2 classificati di ogni manches. Per completare in numero multiplo di 4 alle semifinali, potranno essere ripescati i terzi piloti classificati in base al Best Lap; (in caso di numero piloti più alto sarà possibile effettuare un’ulteriore FASE 4)

SEMIFINALI: manches di 12 giri ciascuna. Degli 8 semifinalisti che disputeranno le semifinali i primi due classificati di ogni manches saranno i finalisti della ICE CUP 2013. In base alla posizione in classifica si andrà a compilare la batteria finale. (i primi classificati andranno nelle corsie centrali e i secondi nelle esterne).

FINALI: Manche di 20 giri. La classifica finale determinerà il vincitore della ICE CUP 2013.

INNEVAMENTO PISTA: prima dell’inizio delle prove libere la pista verrà innevata. Dopo le qualifiche, che avverranno rigorosamente con pista nelle stesse condizioni per tutti i piloti perché già sufficientemente ripulita, sarà discrezione del direttore di gara innevare la pista in qualsiasi momento prima dell’inizio di manche.
Sarà cura dell’organizzazione provvedere al passaggio di alcuni mezzi “spazzaneve” che provvederanno alla ripulitura delle bandelle della pista prima dell’inizio della manche.
Preme precisare che l'operazione di innevamento sarà ininfluente ai fini dell’esito della gara perché lo svolgimento prevede sempre scontri diretti. L’eventuale discriminante del best lap, vedrà i piloti sempre sullo stesso piano perché dopo alcuni giri di gara la pista sarà sempre nelle stesse condizioni per tutti;
Il direttore di gara si riserva di variare il numero di giri delle manches.

TEMPI DI GARA

QUALIFICHE: durante le qualifiche verranno indicati i nomi dei piloti che dovranno svolgerle in quel momento e i due della sessione successiva. Pertanto al termine della sessione di qualifica di due piloti verrà ridata corrente in pista dopo un (1) minuto, ovvero prima, qualora i piloti siano già pronti alla partenza.
Passato un minuto verrà data corrente in pista. Per ogni 20 ulteriori secondi di ritardo (farà fede il cronometro del Wincrono) verrà tolta la possibilità di un giro cronometrato al pilota ritardatario. Se questo non riuscirà ad essere in pista trascorsi 40 secondi dallo start, non potrà effettuare le qualifiche e non gli verrà assegnato il tempo;

FASI DI GARA: tra una manches e l’altra potranno trascorrere al massimo 3 minuti (o, al massimo, il tempo per permettere la registrazione dei tempi di gara e l’inserimento dei nuovi concorrenti nel cronometraggio), trascorsi i quali verrà dato lo start alla gara.
Il pilota che non sarà presente allo start prenderà il via non appena pronto, sempre dalla linea di start, perdendo il tempo già trascorso;

9° e 10° classificato per i punteggi del premio“COPPA ITALIA SLOT® 2014”: I due migliori best lap tra i piloti giunti terzi al traguardo nell’ultima fase prima delle semifinali.

COMMISSARI DI PERCORSO: i piloti che partecipano alla manche di gara, al termine devono effettuare il turno di “commissario di percorso” nella manche successiva, in modo da garantire il perfetto svolgimento di gara dei concorrenti successivi.
A seconda della necessità della pista, sarà richiesto un eventuale secondo turno di Commissario di percorso.

COMPORTAMENTO IN GARA:
ogni pilota è responsabile per la propria condotta in gara. L’uscita di pista è causata da un suo errore e pertanto dovrà soltanto segnalare al commissario di percorso il numero di corsia dal quale è uscito. Il tutto con toni di voce consoni ad una manifestazione sportiva.

SANZIONI

RITARDO ALLA PARTENZA DELLE QUALIFICHE: riduzione del numero dei giri ad uno (1) in caso di ritardo superiore ai 20 secondi, o mancata effettuazione delle qualifiche stesse, qualora il ritardo superi i 40 secondi dallo start.

RITARDO ALLA PARTENZA DELLE FASI DI GARA: partenza dalla linea di start quando pronto, anche a gara iniziata;
Comportamento antisportivo (insulti proferiti ai commissari o altri piloti): 10 secondi da sommare al tempo di manche con ammonizione, la prima volta; squalifica dalla gara in caso di recidiva;

COMPORTAMENTO ANTISPORTIVO (insulti proferiti ai commissari o altri piloti): 10 secondi da sommare al tempo di manche con ammonizione, la prima volta; squalifica dalla gara in caso di recidiva;
COMPORTAMENTO ANTISPORTIVO (imprecazioni non consone all’evento): 10 secondi da sommare al tempo di manche con ammonizione, la prima volta; squalifica dalla gara in caso di recidiva;

 

REGOLAMENTO COPPA ITALIA RALLY 4WD WRC e LEGEND

REGOLAMENTO TECNICO 4WD: vedi regolamento tecnico

REGOLAMENTO TECNICO LEGEND: vedi regolamento tecnico

REGOLAMENTO SPORTIVO: vedi pagina regolamento

REGOLAMENTO PULSANTI: vedi regolamento tecnico

 

 

REGOLAMENTO PARTICOLARE DI GARA

GOMME:Nella Coppa Italia Slot® le gomme anteriori e posteriori, per le categorie WRC e 4WD, saranno fornite e montate in regime di parco chiuso. Queste saranno le BRM S-102S. Per la categoria Legend sarà obbligatorio montarle solo al posteriore, facoltativo all'anteriore.
Proibito sostituire le gomme tra le prove speciali, salvo deroga del direttore di gara.
Proibiti gli additivi.
Le gomme da neve possono essere solo IN ATTESA DI CONFERMA SPONSOR.
Le gomme da neve dovranno essere uguali (stesso codice) su tutti e due gli assali.

RALLY 4WD - Carrozzerie:
stante lo spessore delle gomme BRM, sarà possibile inserire degli spessori sulle colonnette della carrozzeria, per evitarne l'eventuale sfregamento sui passaruota. L'operazione sarà possibile anche al posteriore.

CARROZZERIE PEUGEOT 205 OSC/SRC: Vista la presenza di alcune carrozzerie con abitacolo in lexan (proibito dal regolamento di categoria), onde permetterne la partecipazione, si è ritenuto necessario stabilire un peso minimo per tutte le carrozzerie, indipendentemente dal tipo di abitacolo presente.
Per quanto sopra le carrozzerie Evo1 dovranno avere un peso minimo di Gr. 25; Carrozzerie Evo2 dovranno avere un peso minimo di gr. 26.
Per raggiungere tale peso minimo si dovrà aggiungere una zavorra sul tetto, all'interno della vettura.
Per le carrozzerie con abitacolo in lexan, non sarà possibile applicare zavorra in nessuna altra parte della vettura. La zavorra potrà essere al massimo suddivisa in due parti.
Per le sole vetture con abitacolo normale, sarà possibile applicare la zavorra sotto l'abitacolo, vicino ai piedi dei piloti e la zavorra potrà essere solo in un unico pezzo.
La vettura alla quale si stacca la zavorra in P.S., verrà assegnata la penalità del tempo imposto. La vettura che a fine gara verrà trovata con la zavorra staccata, verrà squalificata dalla gara.
La macchina alla quale si stacca la zavorra in P.S., potrà usufruire della regola dell'assistenza veloce. (1 minuto oltre il quale si applica 1 secondo ogni 10 secondi di ritardo.
Per le carrozzerie Evo2 è obbligatorio il montaggio degli spoiler anteriori.

PARCO CHIUSO: nel momento in cui viene aperto il parco chiuso e consegnate le macchine ai commissari per la disputa delle P.S. o altre gare, le macchine che per qualunque motivo, non sono ancora presenti all'interno del parco chiuso, non saranno ammesse in gara.
La C.T. potrà effettuare verifiche tecniche, mirate od a campione, anche durante lo svolgimento della gara. La macchina che verrà trovata non conforme al regolamento, sarà squalificata dalla gara. La scelta delle auto da verificare sarà ad insindacabile giudizio della C.T.
Alla fine di ogni gara le macchine vanno lasciate in parco chiuso fino alla riapertura dello stesso per la riconsegna. Comunque non prima della mezz'ora concessa ai piloti per poter sporgere reclamo.
Le vetture dei primi classificati potranno essere verificate dalla C.T.

COMMISSARI DI PERCORSO: Oltre al compito di recupero macchine in caso di uscite, i commissari di percorso hanno anche la carica di giudici di gara e pertanto dovranno segnalare alla C.T. od alla direzione gara, ogni comportamento in violazione delle regole tecniche, di gara o sportive. Sarà poi compito della direzione gara e/o della C.T., in concorso con il commissario segnalante, decidere l'eventuale sanzione o richiamo.

SHAKEDOWN: Per eccezionali motivi di tempo, sarà concesso un solo giro di pista prima del proprio turno di guida nella prima P.S.

 

 

SVOLGIMENTO GARA

nr. 12 Prove Speciali: 6 asfalto e 6 Neve (solo per 4WD e WRC)

Partenza in gruppi, il cui numero di piloti verrà deciso in base agli iscritti, nella prima tappa.
Al termine del riordino le prove speciali verranno completamente innevate e la partenza si farà in base alla posizione in gara. I primi 10 classificati partiranno a classifica invertita, seguiranno poi in ordine di classifica dall' 11° in poi.
La presente regola potrà subire delle variazioni in base al numero di iscritti.
Appena innevate le prove speciali, queste saranno percorse da vetture apripista dell’organizzazione per garantirne la perfetta efficienza.

 
GLI SPONSOR
TUTTOSLOT NOLEGGIO PISTE
brm slot
src slot
thunderslot
crazy4slot
radiokontrol

 

I PILOTI DA BATTERE
2016

DETENTORE COPPA ITALIA SLOT® 2016
ALESSANDRO CROCCHI

DETENTORE GT3
NSR 2016

STEFANO POGGIANTI

DETENTORE ICE CUP 2016
FRANCESCO IGNERI

DETENTORE COPPA ITALIA RAID 2016
FEDERICO GASPARON

DETENTORE COPPA ITALIA RALLY LEGEND
ALESSANDRO CROCCHI
DETENTORE COPPA ITALIA RALLY 4WD
ALESSANDRO CROCCHI
DETENTORE COPPA ITALIA SLOT® 2016 CLUB
R.SANTORO LIVORNO

In attesa dell'edizione del 2017 vediamo come sono andate le altre edizioni: 2005- 2010 - 2011 - 2012 - 2014 - 2015 - 2016

REGOLAMENTI
2017
 



 

c
c
coppa
coppa
c