Forum Tuttoslot.it - Chiamiamolo ... potenziometro
    Forum Tuttoslot.it
 

Forum Tuttoslot.it
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    

Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : Nuova campagna pubblicitaria banner sul forum. Contattaci per informazioni: info@tuttoslot.it



 Tutti i Forum
 Forum Tuttoslot.it
 Forum principale
 Chiamiamolo ... potenziometro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




      Bookmark this Topic 
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 2

Sparatutto

Tuttoslottista F1



Inserito il - 25/02/2012 : 17:32:44  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Sparatutto Aggiungi Sparatutto alla lista amici  Rispondi Quotando
Volevo sottoporvi questa soluzione tecnica per le resistenze dei pulsanti.
Non so se sia nuova o meno, se qualcuno ci abbia gia' provato.
Io lancio la pietra ... Emilio, la raccogli?

http://www.amvslot.it/potenziometro.htm







 Firma di Sparatutto 
A.M.V. - Associazione Modellistica Vogherese
Cercaci su Facebook

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Voghera  ~  Messaggi: 112  ~  Membro dal: 23/06/2007  ~  Ultima visita: 27/08/2021

batdog

Tuttoslottista Legend



Utente Valutato
Voti: 17



Inserito il - 25/02/2012 : 19:10:58  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di batdog Aggiungi batdog alla lista amici  Rispondi Quotando
La mia impressione è che quel tipo di soluzione non sia adatto all'uso slottistico; il continuo movimento del contatto mobile comporterebbe un usura precoce della striscia di carbone resistivo.
Nei pulsanti elettronici che ho costruito, anche per la regolazione della sensibilità preferisco sempre i potenziometri a filo rispetto a quelli a carbone, proprio per la robustezza intrinseca dei primi.






Modificato da - batdog in data 25/02/2012 19:21:29

  Firma di batdog 
Tanti vivono facendo male quello che fanno; correre è importante per chi lo fa bene; quando uno corre, vive e tutto quello che fa, prima o dopo, è solo attesa.
(Michael Delaney, interpretato da Steve McQueen, ne "Le 24 ore di Le Mans")


 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1334  ~  Membro dal: 06/02/2010  ~  Ultima visita: 05/09/2021 Torna all'inizio della Pagina

amministratore

Forum Admin




Utente Valutato
Voti: 25



Inserito il - 25/02/2012 : 19:42:51  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di amministratore Aggiungi amministratore alla lista amici  Rispondi Quotando
per sparatutto:
sarebbe opportuno che quando si propone qualcosa la si facesse vedere direttamente in questo forum, perlomeno un inizio e qualche immagine (alla quale poi far seguire il link), altrimenti non si da nessuna informazione se non quella di visitare un sito esterno. Dopo le immagini per gli approfondimenti si può aggiungere il link all'articolo approfondito.
Questa era una usualità, nonchè regola, che si utilizzava sempre prima della mia lunga assenza per malattia. Vi prego di tornare alle vecchie e sane abitudini, che tanto bene hanno portato per i nostri utenti e per il forum stesso.
Grazie






  Firma di amministratore 
E' NATO TUTTOSLOT SHOP - SPECIALITA' PISTE
Clicca sul logo e vieni a vedere




 Regione Umbria  ~ Prov.: Perugia  ~ Città: Magione  ~  Messaggi: 7929  ~  Membro dal: 08/03/2006  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

Sparatutto

Tuttoslottista F1



Inserito il - 25/02/2012 : 19:53:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Sparatutto Aggiungi Sparatutto alla lista amici  Rispondi Quotando
Ciao Massimo,
Era per comodita' ...

Ho provato a modificare il messaggio ma non me lo permette, puoi fare tu qualcosa? O lo aggiungo sotto ...







  Firma di Sparatutto 
A.M.V. - Associazione Modellistica Vogherese
Cercaci su Facebook

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Voghera  ~  Messaggi: 112  ~  Membro dal: 23/06/2007  ~  Ultima visita: 27/08/2021 Torna all'inizio della Pagina

EMILIO

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 21



Inserito il - 25/02/2012 : 22:46:41  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di EMILIO Aggiungi EMILIO alla lista amici  Rispondi Quotando
In passato ho avuto una certa esperienza professionale con gli "slider"........
Temo che la loro durata sarebbe limitata, ma senza dubbio avere una corsa senza "salti di resistenza" nonchè una pastosità nello scorrimento sarebbero impagabili.

Emilio






  Firma di EMILIO 
BAH!!! CHE DIRE.....

 Regione Liguria  ~ Prov.: La Spezia  ~ Città: LA SPEZIA  ~  Messaggi: 3257  ~  Membro dal: 21/04/2006  ~  Ultima visita: 18/07/2020 Torna all'inizio della Pagina

amministratore

Forum Admin




Utente Valutato
Voti: 25



Inserito il - 26/02/2012 : 00:02:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di amministratore Aggiungi amministratore alla lista amici  Rispondi Quotando
no problem Ivo, andrà bene per le prossime volte. Tranquillo.





  Firma di amministratore 
E' NATO TUTTOSLOT SHOP - SPECIALITA' PISTE
Clicca sul logo e vieni a vedere




 Regione Umbria  ~ Prov.: Perugia  ~ Città: Magione  ~  Messaggi: 7929  ~  Membro dal: 08/03/2006  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

Sparatutto

Tuttoslottista F1



Inserito il - 26/02/2012 : 10:01:53  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Sparatutto Aggiungi Sparatutto alla lista amici  Rispondi Quotando
@ Massimo - Ok grazie, la prossima volta saro' piu' preciso
@ batdog - Usare potenziometri a filo e' solo piu' costoso se passa "segnale" e non "potenza". Lo strato di carbone o il cermet addirittura han prestazioni molto piu' elevate. Credimi.

@Emilio - E' per quello che parlavo di slider ... magari nel cassetto ne hai qualcuno ...

Non credo che un mixer da DJ sia meno "frustato" di un pulsante slot.
La durata dipende dal contatto realizzato. Piu' "puntiforme" e' e piu' scava lo strato di cardone, ma una pastiglia di contatto un po' piu' piccola di quelle attuali credo che possa garantire una superfice di contatto ampia che evita di fare il "solco" nel carbone ...

Sono comunque convinto che la durata sia inferiore alle attuali soluzioni.
Bisognerebbe stimare il costo del "ricambio" ....






  Firma di Sparatutto 
A.M.V. - Associazione Modellistica Vogherese
Cercaci su Facebook

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Voghera  ~  Messaggi: 112  ~  Membro dal: 23/06/2007  ~  Ultima visita: 27/08/2021 Torna all'inizio della Pagina

batdog

Tuttoslottista Legend



Utente Valutato
Voti: 17



Inserito il - 26/02/2012 : 11:16:33  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di batdog Aggiungi batdog alla lista amici  Rispondi Quotando
Sparatutto ha scritto:

@ batdog - Usare potenziometri a filo e' solo piu' costoso se passa "segnale" e non "potenza". Lo strato di carbone o il cermet addirittura han prestazioni molto piu' elevate. Credimi.

Nei pulsanti elettronici, dove di norma il potenziometro regola segnale (come dici, per l'appunto), il fattore determinante dovrebbe essere la qualità in rapporto al prezzo.

Un potenziometro economico a filo è più robusto di uno economico a carbone e se ne trovano a 5/7 euro; se vuoi un cermet spendi di più.


Non credo che un mixer da DJ sia meno "frustato" di un pulsante slot.

Ho fatto un pò di conti basandomi sulla pista dell'Arci di Roma che conosco bene: in un giro si fanno circa 16/20 movimenti da zero a fine corsa e tralascio gli stili di guida "gas/rilascio".

In 5 minuti di manche si fanno almeno 20 giri ed in 4 manche sono un totale di circa 1300/1600 movimenti pieni del contatto mobile in meno di mezz'ora; non credo che un DJ possa agire con maggior frequenza su un medesimo potenziometro del suo mixer.

Bisognerebbe stimare il costo del "ricambio"

Bisogna stimare anche la "rogna" di doverselo cambiare e dell'eventuale costo se lo si porta al negozio per l'intervento.






  Firma di batdog 
Tanti vivono facendo male quello che fanno; correre è importante per chi lo fa bene; quando uno corre, vive e tutto quello che fa, prima o dopo, è solo attesa.
(Michael Delaney, interpretato da Steve McQueen, ne "Le 24 ore di Le Mans")


 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1334  ~  Membro dal: 06/02/2010  ~  Ultima visita: 05/09/2021 Torna all'inizio della Pagina

Sparatutto

Tuttoslottista F1



Inserito il - 26/02/2012 : 11:17:23  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Sparatutto Aggiungi Sparatutto alla lista amici  Rispondi Quotando
E faccio un'ulteriore aggiunta ... nell'RC i radiocomandi con cosa sono fatti? Potenziomeri rotativi a carbone ....






  Firma di Sparatutto 
A.M.V. - Associazione Modellistica Vogherese
Cercaci su Facebook

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Voghera  ~  Messaggi: 112  ~  Membro dal: 23/06/2007  ~  Ultima visita: 27/08/2021 Torna all'inizio della Pagina

batdog

Tuttoslottista Legend



Utente Valutato
Voti: 17



Inserito il - 26/02/2012 : 11:24:07  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di batdog Aggiungi batdog alla lista amici  Rispondi Quotando
Ho fatto aeromodellismo RC per qualche anno e se avessi mosso lo stick del radiocomando per tutta la sua corsa per 20 volte in 15 secondi, probabilmente l'aereo sarebbe impazzito.

Un radiocomando serio costa molto di più di un pulsante serio da slot ed ha componenti di qualità superiore. Credimi.






  Firma di batdog 
Tanti vivono facendo male quello che fanno; correre è importante per chi lo fa bene; quando uno corre, vive e tutto quello che fa, prima o dopo, è solo attesa.
(Michael Delaney, interpretato da Steve McQueen, ne "Le 24 ore di Le Mans")


 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1334  ~  Membro dal: 06/02/2010  ~  Ultima visita: 05/09/2021 Torna all'inizio della Pagina

Sparatutto

Tuttoslottista F1



Inserito il - 26/02/2012 : 20:46:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Sparatutto Aggiungi Sparatutto alla lista amici  Rispondi Quotando
Batdog, non ho mai fatto RC agonistico (automodelli intendo sempre) ma credo che anche li' si sgrilletti abbastanza ... Il costo di un radiocomando comunque non credo sia il potenziometro ma piu' memorie apparato radio e altro, ma ripeto e' un mondo che non conosco nel dettaglio ...

Io purtroppo non ho le posibilita' tecniche meccaniche per provare questa idea, ma sono sicuro che sarebbe "diversa". Per la durata se ne puo' discutere, tutto dipenderebbe dal costo del ricambio ... infondo una corona in plastica in line si cambia spesso ... e se il costo fosse paragonabile ma garantisse piu' fluidita' nella guida, non ne varrebbe la pena?







  Firma di Sparatutto 
A.M.V. - Associazione Modellistica Vogherese
Cercaci su Facebook

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Voghera  ~  Messaggi: 112  ~  Membro dal: 23/06/2007  ~  Ultima visita: 27/08/2021 Torna all'inizio della Pagina

ciaky

Tuttoslottista Legend



Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 26/02/2012 : 22:47:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ciaky Aggiungi ciaky alla lista amici  Rispondi Quotando
Mi dispiace davvero contraddire quello che sostieni, concordo con tutto quello che ti spiegano Batdog ed Emilio, in effetti i potenziometri lineari a film sottile di carbone non sono adatti a sostenere gli stress e le sollecitazioni, a cui noi sottoponiamo i nostri cursori......

Fidati






 Regione Sicilia  ~ Prov.: Siracusa  ~ Città: siracusa  ~  Messaggi: 1501  ~  Membro dal: 25/03/2008  ~  Ultima visita: 13/04/2021 Torna all'inizio della Pagina

steve112

Tuttoslottista DTM



Inserito il - 27/02/2012 : 08:21:49  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di steve112 Aggiungi steve112 alla lista amici  Rispondi Quotando
Dico la mia...

E' piu' di 6 mesi che utilizzo un pulsante Autocostruito con un potenziometro lineare da ben 2.5 euri..

Non presenta ne' ha mai presentato difetti oppure incertezze, nonostante ore ed ore di prove e qualche garetta.

Non penso che sia un caso, e il costo del ricambio e' irrisorio..

A mio avviso e' preferibile a qualunque contatto strisciante, mentre una realizzazione ad Hoc con stampato e carbone depositato mi trova molto perplesso.

Un saluto

Steve








  Firma di steve112 
Chi Va piano...

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Lodi  ~ Città: sordio  ~  Messaggi: 57  ~  Membro dal: 16/12/2010  ~  Ultima visita: 01/08/2016 Torna all'inizio della Pagina

Sparatutto

Tuttoslottista F1



Inserito il - 27/02/2012 : 08:50:20  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Sparatutto Aggiungi Sparatutto alla lista amici  Rispondi Quotando
Ciao Steve, speravo intervenissi anche tu!!!

Mi ricordavo della tua prova con il potenziometro come perno!!!

Io sono riuscito a spezzare una vite d'acciaio del grilletto, non potrei mai usare un potenziometro rotativo come perno!!!

Perche' ti lascia perplesso il PCB con deposizione, e' lo stesso principio ...

Ciaky, non nego che sia piu' delicato ma non lo vedo "cosi' delicato".

Provero' e vi faro' sapere!!! Se trovo uno slider dei valori giusti!








  Firma di Sparatutto 
A.M.V. - Associazione Modellistica Vogherese
Cercaci su Facebook

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Voghera  ~  Messaggi: 112  ~  Membro dal: 23/06/2007  ~  Ultima visita: 27/08/2021 Torna all'inizio della Pagina

steve112

Tuttoslottista DTM



Inserito il - 27/02/2012 : 09:00:19  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di steve112 Aggiungi steve112 alla lista amici  Rispondi Quotando
[red]Sparatutto ha scritto:
Perche' ti lascia perplesso il PCB con deposizione, e' lo stesso principio ...


il principio è lo stesso, la differenza è nel contatto strisciante standard .
La forza che quest'ultimo dovrebbe per forza di cose esercitare sul carbone depositato risulterebbe elevata, quindi produrrebbe grossi attriti.

La velocita' di scorrimento sul carbone depositato è maggiore visto lo spazio maggiore da percorrere tra 0 e max del pulsante, quindi maggior attrito anche in questo caso...

Ma occorrerebbe un prototipo per avere un riscontro effettivo...







  Firma di steve112 
Chi Va piano...

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Lodi  ~ Città: sordio  ~  Messaggi: 57  ~  Membro dal: 16/12/2010  ~  Ultima visita: 01/08/2016 Torna all'inizio della Pagina

Cross

Tuttoslottista F1


Utente Valutato
Voti: 5



Inserito il - 27/02/2012 : 13:10:01  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Cross Aggiungi Cross alla lista amici  Rispondi Quotando
Ciao Sparatutto,
la tua idea è molto interessante.
Mi è capitato di utilizzare per lavoro delle basette come quella che proponi; il funzionamento è assolutamente eccezionale.
Il contatto era puntiforme, mediante 3 braccetti messi "a unghia", proprio a raschiare la superficie conduttiva; la pressione di pochissimi grammi, per una vita garantita, senza decadimento dei valori di resistenza, di 6 milioni di manovre.
Vuol dire che, ammettendo una deriva contenuta dei valori elettrici, si potrebbe arrivare a 9 milioni di manovre.
Probabilmente, equivale ad una vita di circa 15/20 anni di uso slottistico.
L'impiego era (ed è tuttora) su un comando di sicurezza di carrelli elevatori.
Fin qui, tutto bene.
Il problema è che la regolazione della pressione del contatto deve essere assolutamente precisa, e non "fatta ad occhio"; una piccola deformazione dei contatti può compromettere in poco tempo il funzionamento.
Altro problema è la corrente che può passare, anche se potrebbe essere sufficiente per un pulsante elettronico.
L'ultimo ed il più grande dei problemi: la durata eccessiva!!!
Nessuna ditta vorrebbe mettere in commercio un dispositivo "eterno".

Cross






  Firma di Cross 
Maurizio

 Regione Piemonte  ~ Prov.: Torino  ~ Città: Pinerolo  ~  Messaggi: 255  ~  Membro dal: 20/02/2009  ~  Ultima visita: 20/10/2020 Torna all'inizio della Pagina

EMILIO

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 21



Inserito il - 27/02/2012 : 14:38:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di EMILIO Aggiungi EMILIO alla lista amici  Rispondi Quotando
Per ridurre l'attrito si potrebbe pensare anche ad un cursore con cuscinetto, credo che con il rotolamento il consumo sarebbe ancora ridotto, anche se bisognerebbe verificare la conduttività.

Tutto sta a trovare 2-4 cm. di pista con 40/60 ohm, mi era capitato anche di vedere degli slider ad altissima scorrevolezza.

Per Maurizio: la corrente che ci passerebbe sarebbe irrisoria (per pilotare un transistor), per quello non vedo problemi.

Emilio






  Firma di EMILIO 
BAH!!! CHE DIRE.....

 Regione Liguria  ~ Prov.: La Spezia  ~ Città: LA SPEZIA  ~  Messaggi: 3257  ~  Membro dal: 21/04/2006  ~  Ultima visita: 18/07/2020 Torna all'inizio della Pagina

Sparatutto

Tuttoslottista F1



Inserito il - 27/02/2012 : 21:39:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Sparatutto Aggiungi Sparatutto alla lista amici  Rispondi Quotando
Adoro i piani ben riusciti!!!!

Sono contento che ci sia anche qualcuno che la pensa come me!!

Emilio, e' proprio li' il problema ... bisognerebbe farsele fare!!!! :-)

O trovare uno sponsor!!!!!!!!
Steve, rotazione, sforzo, braccio del cursore .... tutto da inventare ... e' li' il bello dello slot ... non restare radicati a tradizioni ... io avevo persino provato con un accelerometro!!!!! :-)


Ma magari ora con un giroscopio ... ma non usciamo dal tema!!!








  Firma di Sparatutto 
A.M.V. - Associazione Modellistica Vogherese
Cercaci su Facebook

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Pavia  ~ Città: Voghera  ~  Messaggi: 112  ~  Membro dal: 23/06/2007  ~  Ultima visita: 27/08/2021 Torna all'inizio della Pagina

ciaky

Tuttoslottista Legend



Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 27/02/2012 : 22:34:47  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di ciaky Aggiungi ciaky alla lista amici  Rispondi Quotando
Forse si potrebbe combinare qualche cosa di utile abbinando due carboni con pastosità differenti ed evitare le abrasioni dovute allo sfregamento del contatto, non è una cosa del tutto nuova ma si può usare il carboncino, io lo uso nei pulsanti che costruisco, devo dire con discreto successo.
Applicare lo stesso principio su un film resistivo potrebbe essere possibile, magari anche quello proveniente da un potenziometro lineare, rimane il fatto che le correnti debbano essere minime.

Prova....






 Regione Sicilia  ~ Prov.: Siracusa  ~ Città: siracusa  ~  Messaggi: 1501  ~  Membro dal: 25/03/2008  ~  Ultima visita: 13/04/2021 Torna all'inizio della Pagina

Cross

Tuttoslottista F1


Utente Valutato
Voti: 5



Inserito il - 29/02/2012 : 07:49:01  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Cross Aggiungi Cross alla lista amici  Rispondi Quotando
Per Emilio.
La corrente "potrebbe"essere irrisoria; dipende da come è concepito il circuito.
Sui miei pulsanti, ho sperimentato varie soluzioni, anche alcune dove la potenza passa in parte sulle resistenze (cerco sempre di fare qualcosa di "mio", senza copiare, quando è possibile).
Ripeto: la durata potrebbe non essere un problema.
Un corto circuito, invece, potrebbe bruciare le piste in un attimo; un corto circuito, quando si viaggia "bassi" è molto frequente.
E' un sistema molto delicato, perchè la pressione sui braccetti di contatto (dorati) è bassissima; lavorano, come ho scritto"ad unghia", cioè come se un'unghia raschiasse lo strato in carbone (o era inchiostro? non mi ricordo più).
L'idea è comunque interessante.

Cross






  Firma di Cross 
Maurizio

 Regione Piemonte  ~ Prov.: Torino  ~ Città: Pinerolo  ~  Messaggi: 255  ~  Membro dal: 20/02/2009  ~  Ultima visita: 20/10/2020 Torna all'inizio della Pagina

EMILIO

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 21



Inserito il - 29/02/2012 : 09:51:16  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di EMILIO Aggiungi EMILIO alla lista amici  Rispondi Quotando
Cross ha scritto:

Per Emilio.
La corrente "potrebbe"essere irrisoria; dipende da come è concepito il circuito.
Sui miei pulsanti, ho sperimentato varie soluzioni, anche alcune dove la potenza passa in parte sulle resistenze (cerco sempre di fare qualcosa di "mio", senza copiare, quando è possibile).
Ripeto: la durata potrebbe non essere un problema.
Un corto circuito, invece, potrebbe bruciare le piste in un attimo; un corto circuito, quando si viaggia "bassi" è molto frequente.
E' un sistema molto delicato, perchè la pressione sui braccetti di contatto (dorati) è bassissima; lavorano, come ho scritto"ad unghia", cioè come se un'unghia raschiasse lo strato in carbone (o era inchiostro? non mi ricordo più).
L'idea è comunque interessante.

Cross


Infatti, la scelta della circuitazione elettronica dovrebbe essere per un basso assorbimento sul pilotaggio.
Comunque il rischio malfunzionamento incombe sempre, la meccanica andrebbe studiata minuziosamente.

Emilio






  Firma di EMILIO 
BAH!!! CHE DIRE.....

 Regione Liguria  ~ Prov.: La Spezia  ~ Città: LA SPEZIA  ~  Messaggi: 3257  ~  Membro dal: 21/04/2006  ~  Ultima visita: 18/07/2020 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 2 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
      Bookmark this Topic 
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,76 secondi.

 

 

Questo sito utilizza solo cookie TECNICI e pertanto non effettuano alcuna tracciatura dell'utente.
I cookie TECNICI, sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di inserimento post o login, per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

Visualizza l'informativa

 

 

Search Engine Optimization