Forum Tuttoslot.it - Campidoglio Racing Slot Club Stagione 2021
    Forum Tuttoslot.it
 

Forum Tuttoslot.it
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    

Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : Vuoi pubblicizzare il tuo marchio o negozio nei nostri banner? approfitta della promozione! Per informazioni: info@tuttoslot.it



 Tutti i Forum
 Forum Tuttoslot.it
 GARE CLUB
 Campidoglio Racing Slot Club Stagione 2021
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




      Bookmark this Topic 
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 3

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato:
Voti:7



Inserito il - 18/09/2021 : 08:48:55  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Riprendiamo da oggi la pubblicazione ufficiale dei Campionati di Categoria avviati sulla nuova sede di Santa Maria delle Mole.






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 18/09/2021 : 10:28:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Abbiamo ripreso portando a termine il Campionato sospeso nell'abbandonato Club di Capannelle con Gara 4 del Gruppo 5

2021 04 30 Gara 4 Gruppo 5.pdf (204,18 KB)






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 18/09/2021 : 10:35:38  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Prosegue il Campionato Gruppo 5 con Gara 5

2021 05 05 Gara 5 Gruppo 5.pdf (213,04 KB)






Modificato da - Maicol in data 18/09/2021 10:36:05

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 18/09/2021 : 10:37:05  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Questa e' la chiusura del Campionato Gruppo 5

2021 05 12 Gara 6 Gruppo 5.pdf (720,34 KB)






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 19/09/2021 : 14:40:54  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Maggio e giugno 2021 e' stato il mese dedicato alla Categoria Super GT

2021 05 17 Gara 1 Super GT.pdf (709,39 KB)






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 19/09/2021 : 14:42:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Questo quello accaduto in Gara 2

2021 05 26 Gara 2 Super GT.pdf (865,83 KB)






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 19/09/2021 : 14:46:58  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Ed ecco il resoconto di Gara 3

2021 06 03 Gara 3 Super GT.pdf (594,95 KB)






Modificato da - Maicol in data 19/09/2021 14:47:33

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 19/09/2021 : 14:48:11  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Questa e' Gara 4

2021 06 07 Gara 4 Super GT.pdf (723,63 KB)






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 19/09/2021 : 14:49:15  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Eccoci a Gara 5

2021 06 10 Gara 5 Super GT.pdf (649,67 KB)






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 19/09/2021 : 14:50:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Con questo chiudiamo il resoconto dell'intero Campionato Super GT

2021 06 17 Gara 6 Super GT.pdf (867,73 KB)






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 20/09/2021 : 20:56:40  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Gara 1 Categoria L.M.P.

Statisticamente abbiamo solo un rilevamento storico conservato ed e’ molto datato. Si tratta di Gara 5 e 7 del lontano marzo e aprile 2013. Purtroppo non abbiamo la rilevazione dei tempi sul giro ma certamente la classifica che riportiamo puo’ essere indicativa per valutare il rendimento di questo campionato 2021.

La classifica rilevata il 25 marzo 2013 in Gara 5 e’ :
1 Michele Pilastri Radical 194 giri 72 set
2 Mauro Blasi Radical 194 giri 52 set
3 Andrea Ippoliti R10 191 giri 30 set
4 Luca Andriotto Radical 190 giri 106 set
5 Luca Pedulla Radical 189 giri 106 set
6 Maurizio Santini Radical 189 giri 96 set
7 Riccardo Pedulla Acura 188 giri 70 set
8 Daniele Marconi Radical 188 giri 11 set
9 Gianluca Calvanelli Zytek 187 giri 15 set
10 Max Argentino Dallara 185 giri 52 set
11 Carmine Barbini Dallara 184 giri 32 set
12 Stefano Lotti Radical 179 giri 56 set
13 Ludovico Vergari Dallara 178 giri 30 set
14 Roberto De Angelis Radical 175 giri 103 set
15 Massimo Minasi Radical 172 giri 64 set
16 Claudio D'Aguanno R10 171 giri 30 set
17 Michele Caggiano Acura 166 giri 18 set

Questa invece la classifica del 9 aprile 2013 in Gara 7 :
1 Michele Pilastri 195 giri 25 set
2 Mauro Blasi 193 giri 57 sett
3 Andrea Ippoliti 191 giri 110 sett
4 Maurizio Santini 186 giri 98 sett
6 Claudio D'Aguanno 186 giri 69 set
6 Luca Pedulla 185 giri 69 sett
7 Max Argentino 185 giri 35 sett
8 Riccardo Pedulla 183 giri 71 sett
9 Roberto De Angelis 181 giri 107 set
10 Ludovico Vergari 179 giri 93 set
11 Daniele Marconi 179 giri 29 set
12 Massimo Minasi 178 giri 87 set
13 Stefano Lotti 178 giri 75 set
14 Michele Caggiano 170 giri 71 set

Ecco cosi’ che il riferimento per i Top Driver e’ dato almeno dal punto di vista dei giri. Cronometricamente parlando vedremo di poter trovare riferimenti idonei in futuro.

Oggi, 24 giugno 2021 in Gara 1 abbiamo solo 6 piloti che portano all’esordio la propria vettura. Gara divisa in tre con duello al vertice tra Calabrese e Santini e duello per il podio a tre con i due Riccardo a lottare con Antonio.

Clamorosamente in debacle el Nino Renzi relegato in ultima posizione a causa di un non buon settaggio generale della pista e del suo impegno universitario a cui tutti noi facciamo forza per il miglior esito possibile.
Due batterie con Massimo Calabrese a dominare in verde con 32 giri su Maurizio e Pedulla a 31 giri. Il Casco Rosso va a Santini che in ‘’zona Santo’’, le ultime due manche diventa implacabile e segna un ottimo 13,070 a prevalere sul 13,240 di Calabrese.

Nella corsia gialla Santini pressa da vicino il leader Calabrese facendogli sentire il fiato sul collo anche se il Casco Rosso e’ di Calabrese con 13,286.

Ancora Calabrese a prevalere in bianca dove guadagno un ulteriore giro di distacco sul Santo che pero’ porta a casa il meritato Casco Rosso con 13,371 a riprova della serata di grazia del Master Santini.

Manche interlocutoria in blu con 31 pari e Casco Rosso di Calabrese con 13,384.

E’ nelle ultime due che il sangue freddo di Motorino Calabrese ad avere la meglio e regolare il Santo relegandolo ad un glorioso secondo posto con lo scettro di serata saldamente nelle mani di Massimo. Quinto e sesto Casco Rosso di serata per Calabrese che ne porta a casa, stasera, 4 ; gli altri due di Maurizio.
Per la terza piazza del podio e’ stata lunga contesa iniziale tra Renzi Senior e Pedulla che si scambiano le posizioni in verde e in gialla restando a contatto nelle centrali bianca e blu. In tutto questo Antonio esordisce grandemente nella Categoria L.M.P. tenendo sempre sotto botta i due duellanti restando ad appena due giri di distacco dall’ambito terzo posto. Ma e’ nella quinta manche che Renzi Riccardo mette a frutto il suo periodo d’oro raggiungendo un giro in piu’ preziosissimo sui due rivali e conservandolo meritatamente anche nella sesta e decisiva manche.

A chiudere un non smagliante Paolo che risalta solo in bianca portando a termine le altre manche certamente al di sotto del suo naturale standard. Mente impegnata in ben piu’ importanti opere a cui noi tutti suoi amici piu’ teniamo: l’universita’ che sta portando avanti con impegno serioso e rispettoso e da cui noi tutti attendiamo risultati alla sua altezza.

Un abbracco a tutti e pronti per gara 2 giovedi 01 luglio.




/admin_upload/Maicol/2021920205450_3.jpg









Modificato da - Maicol in data 20/09/2021 20:57:45

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 20/09/2021 : 21:03:53  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Primo luglio 2021 : Gara 2 delle L.M.P.

Undici piloti alla partenza con l’esordiente Luca Dell’Argine all’esordio assoluto nelle Slot Cars.

La prima manche presenta sugli scudi Master Santini a lottare con un mastodontico Renzi Paolo: 31 giri e dominio assoluto dei due leaders.

A seguire Riccardo Renzi , 30 , a guidare il plotone d’inseguimento composto da Calabrese – Pedulla con Antonio , Michele e Massimo Minasi a tenere botta dietro di loro.

In coda e’ Alessio Argentino a mettere in riga un attardato papa’ Max e Luca l’esordiente.

La seconda manche e’ completamente sbagliata nella mappatura da parte di Santini che si stacca notevolmente dalla testa della gara lasciando completa via libera a Pablito che si mette al comando dimostrando di essere in serata di grazia meravigliosa: 30 giri El Nino , 27 il Master.

Pedulla inizia a macinare chilometri e mette tra se’ e il resto della compagnia 2 giri di distacco : 30 Pedulla con Calabrese e 28 Riccardo Renzi , Antonio e il redivivio Max.

Plotone inchiodato a 27 Michele, 26 Minasi, 25 Alessio. Chiude a 20 Luca.

La terza manche congela la classifica sulla media finora tenuta con Pablito a distaccarsi in vetta e Calabrese a tallonarlo in testa.
Santini riprende il controllo del mezzo e lotta per il podio con un ottimo Pedulla e un gagliardo Renzi Senior.

Oggi il plotone degli inseguitori vede Antonio con un passo piu’ veloce di Michele e Max e Minasi a soffrire, chi prima chi dopo, per tenere il loro passo.

In coda Alessio fa’ valere la sua maggior esperienza su Luca che e’ alla ricerca dei trucchi del tracciato e ai misteri della guida slot car.

Nella quarta manche il duo di testa viene tallonato pericolosamente da Santini che inizia a far capire chi e’ in lotta veramente per il podio. Il resto della classifica si congela in tutte le sue posizioni con i contendenti a studiare eventuali defaillance degli avversari.

A questo punto, prima delle due manche finali , le Santini’s Manches, recita cosi’ : Pablito 122 , Calabrese 119 , Santini e Pedulla 117 , Antonio 113 , Riccardo Renzi 112 , Michele 109 , Max 106 , Minasi 100 , Alessio 98 , Luca 77.

Tutto e’ ancora in contesa : il primo posto saldamente nelle mani di Pablito ma Calabrese ad un soffio, podio aperto ai due derbie’s tests , i due ‘’nemici’’ Santo – Irriducibili, vetta degli inseguitori con lotta serrata Antonio - Riccardo Renzi. Retrovie in guerra con i duelli Michele-Max e Minasi-Alessio e Luca a cercare il miglior assetto in gara.

Nella quinta manche un improvviso problema elettronico mette Paolo in condizioni critiche e costretto a ridurre la velocita’ consentendo agli avversari di riavvicinarsi in classifica e riaprire completamente la lotta per la vittoria di serata. Dietro improvvisamente Renzi Senior accelera e regola con ben 3 giri di distacco il suo rivale diretto di oggi Antonio che addirittura viene anche avvicinato da Michele. Serata no decisamente per Max che perde quasi definitivamente il duello con Michele mentre Alessio si mette ad un solo giro di distacco da Minasi per un risultato di prestigio per la sua giovane carriera. Dietro invece bruciato dall’ansia di migliorare la propria performance Luca cicca la manche e realizza il peggior risultato della serata.

L’ultima manche e’ un disastro per Pablito che lotta con i denti addirittura per evitare il drammatico ritiro ma cio’ gli costa molti punti in classifica generale e salva il podio solo per 69 settori su un regolarissimo Pedulla. Va quindi a vincere Calabrese che sfrutta la sua maggior regolarita’ di serata rispetto alla deludente seconda manche di Santini che gli e’ costata la vittoria finale.

Chiudono confermando il loro rendimento generale di serata Riccardo Renzi ed Antonio e prendersi quinta e sesta piazza finale regolando il plotone degli inseguitori meritatamente.

Michele chiude in sordina la gara vincendo pero’ il duello con il grande Max oggi in ribasso.

Massimo Minasi in serata difficile regola il giovane rampante Alessio nelle retrovie. Luca chiude con orgoglio la sua prima gara assoluta di slot.

In tre corsie dominio assoluto di Paolo Renzi che porta a casa i maggiori giri di tutti : gialla, bianca e blu; nella verde viene tallonato solo dal solito velocissimo Calabrese. L’arancione e’ nettamente di Calabrese mentre si registra un equilibrio ampio in rossa dove con 29 giri abbiamo Calabrese, Santini, Pedulla , Antonio e Michele.

Importantissima l’analisi dei Time Laps in modo trasversale che rende meglio il livello della serata :

- Nelle prime tre manche netto il dominio di Pablito che si porta a casa sempre il Casco Rosso , 13,282 il migliore in prima in verde. La quarta manche da’ il Casco Rosso a Santini in verde mentre la quinta finisce sempre a casa Renzi ma a Daddy Riccardo sempre in verde. L’ultima al vincitore di serata Calabrese in verde. Il miglior tempo di serata assoluto e’ un 13,282 in prima manche in verde per Pablito;

- Invece per corsie in verde , appunto, il piu’ veloce e’ Paolo. Sempre Paolo risulta il piu’ veloce in altre ben 4 corsie : la gialla, la bianca, la blu e l’arancione. Solo la rossa sfugge al rampante pilota per i danni subiti dalla sua vettura in rossa che e’ di Massimo Calabrese.

Ora gustatevi le classifiche e a presto per la cronaca di gara 3.















Modificato da - Maicol in data 20/09/2021 21:05:24

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 20/09/2021 : 21:09:30  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Gara 3 L.M.P. 2021

In otto per la terza gara di L.M.P. 2021.

A Santa Maria delle Mole si presenta con il ruolo di grande favorito Calabrese vincitore delle prime due prove di Categoria. C’e’ anche Pablito alla conferma del riscatto avvenuto in Gara 2 rispetto al disastro di Gara 1. Sul palco guida anche Pedulla e Renzi Senior a completare il lotto dei Top Driver insieme a Maurizio Santini che con due secondi posti consecutivi risulta il miglior antagonista del capolista. A chiudere il duello Michele Antonio altro classico del Club.
Prima manche con sorprese di giornata che vedono chiudere Il Santo 32 giri in bianca e Pedulla 31 in verde a segnalare una serata particolare a Calabrese che, comunque, registra un ottimo e incoraggiante 31 ingialla a completare il quadro dei grandi piloti. Lancia in resta per casa Renzi con entrambi i piloti ad un ottimo 30. Incollati al plotone Michele e Antonio con 29 giri anche se Fabrizi ha gia’ giocato il jolly Verde. In scuro il Conte Max ad un modesto 27 in rossa con diversi problemi dell’elettrronica della sua vettura. 13,220 per il Casco Rosso di prima manche a Santini; tutti sotto 14 tranne Caggiano che resta alto.

Pausa ai box e collaborazione Santini – Argentino per un set-up improvvisato per il bolide di Max che ritorna in pista e sale sul teatro da protagonista mettendosi alla pari di rendimento con i due leaders della gara Massimo – Maurizio. Bel duello subito dietro con un doppio 30 per i ‘’Riccardo’’ del Club. Costanti ma ad inseguire Michele e Antonio che vedono, clamorosamente, girare al loro passo un lento Paolo non certamente in grande serata. Bis Casco Rosso del Santo con 13,014 in blu che migliora ancora il tempo di serata. Tutti sotto 14 tranne, questa volta, Antonio.

Nella terza manche in due sezioni diverse della classifica di giornata scendono nella lotteria arancione Massimo Calabrese , che la supera indenne, con 30 giri, e Michele , che nelle retrovie porta a casa 29 lusinghieri giri. Dominano la terza manche uno strabiliante e lucidato di gomito Maurizio Santini che tiene nella sua scia un Max mastodontico dopo il Santini’s Set-Up e un redivivo Pablito. Ancora fianco a fianco i due Riccardo con un nuovo doppio 30. In coda Antonio cicca la manche con 28 giri in bianca rispetto ai 29 di Michele in arancione. Per il Casco Rosso Santini, in arancione, deve lasciare il passo al 13,177 di Pedulla in gialla che prevale sul 13,188 in gialla del Conte Max. Ancora Michele l’unico sopra 14 in arancione.

In quarta manche Calabrese e’ chiamato a rispondere alla sfida arancione lanciatagli precedentemente da Maurizio e risponde alla grande uguagliandogli il 30 e restituendo il guanto di sfida che prepotentemente stasera Maurizio Santini ha messo in gioco in modo sfrontato ed arrogante. Passa in rossa e piazza 31 giri con un’andatura impressionante con un rettilineo impressionante dove la sua Pescarolo riesce a scaricare sul tracciato piu’ cavalli di quelli che realmente la sua vettura possiede. Lascia fossati nei settori posti sul rettilineo sotto il palco guida. Solo Max tiene il passo ma il 27 iniziale lo lascia lontano dalla possibile vittoria. Nelle retrovie battaglia intensa tra gli inseguitori tutti nello stesso giro e continuamente ad alternarsi nelle posizioni di manche con Riccardo Renzi fermo a 28 leggermente in difficolta’ rispetto ai 29 degli avversari. Casco Rosso in rossa per Santini in serata di grazia con 13,293; cala il rendimento dei pneumatici e Pablito , Pedulla e Antonio restano sopra i 14.

In tutto questo alla viglia delle ultime due manche, le famose Santini’s zones abbiamo . Santini 156 giri , Calabrese 154 giri , Max 150 giri , Paolo e Riccardo Renzi 148 , Pedulla 147 , Caggiano 145 e Antonio 142. Lotta serrata tra i due in testa con Calabrese che stasera soffre a tenere il passo di Maurizio che deve scendere ancora in verde e in gialla rispetto alla sua rossa e verde che da’ il chiaro vantaggio al Santo che ha un’occasione da non perdere. Max non puo’ ambire alla vittoria per la prima manche fallata ma certamente e’ il favorito per il podio con una macchina che stasera dalla seconda in poi e’ imprendibile ; l’unico handicap e’ l’ultima che dovra’ fare in arancione. Michele e’ fuori dalla lotta per un posto di meta’ classifica perche’ il costante 29 segna il suo giusto limite; purtroppo Antonio stasera sembra condannato all’ultimo posto dovendo scendere in rossa rispetto alla gialla di Michele.

La quinta manche e’ la conferma dei pronostici; le basse quote di una prestabilita previsione congelano la classifica e danno il senso unico delle posizioni che i piloti avranno al termine della gara. Implacabile Santini in quella che e’ la zona di gara ideale del Santo: penultima manche e verde a disposizione. 32 giri e record di serata con l’unico impressionante Under 13 a 12,632 che gli da’ il Casco Rosso. A seguire in ordine Calabrese, Max e Riccardo Renzi che prende la chance fornita dal rampollo Renzi che in rossa porta a casa slo 29 giri e accende la lotta per il quarto posto con papa’ Renzi. Dietro Michele mette a frutto il duello con Antonio favorito dal verde per lui e arancione per lei. Cosi’ come Pedulla si stacca dalla lotta del quarto posto penalizzato dall’arancione che , con solo 27 giri, si allontana dai Renzi. I due ‘’Arancioni’’ Pedulla – Fabrizi , non scendono sotto i 14.

Due giri di vantaggi da difendere per il Santo nell’ultima manche che fara’ in gialla rispetto alla verde di Calabrese. Massimo dopo un rapido breefing con il muretto sceglie la mappatura della pridenza; viaggia veloce ma non ricerca il record piazzandosi ad un costante 13 pulito 13,200 puntando sul calo di rendimento della vettura di Santini e di concentrazione del pilota ma Maurizio stasera e’ imprendibile. Veloce, perfetto, implacabile; scende nuovamente sotto 13 a 12,934 uguaglia i 32 giri della verde di Calabrese e porta a casa la vittoria dominando nettamente Gara 3. Max non lascia strada ai Renzi per il podio pur essendo in arancione perche’ con la sua vettura stasera e’ al livello dei migliori e con 30 giri chiude il terzo gradino del podio. Riccardo Renzi cerca di strappare la quinta posizione a Paolo ma la differenza Arancione Riccardo , Verde Paolo permette al giovane pilota di conservare 51 preziosi settori e chiudere al quarto posto. Nulla puo’ Riccardo che chiude sesto davanti a Michele settimo. Chiude all’ottavo posto Antonio che con la rossa mette solo 28 giri dentro il suo paniere.

Ora analizzando le classifiche si vede l’aperta lotta per il titolo di Categoria e l’interessante lotta per il podio.













 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 22/09/2021 : 22:14:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Piano, piano reintegrero' le cronache ''vecchie''.

Ma intanto aggiorno il presente.

Ora siamo nel Campionato GT SLOT-IT.

Ecco la Cronaca della gara di ieri : GARA 3

Gara per pochi intimi stasera al Campidoglio Racing Slot Club.

Tre assenti : il lungodegente Andrea Ippoliti ancora alle prese con una lunga riabilitazione e costretto a dover riprendere la patente di Top Driver dopo il provvedimento di richiamo della F.I.C.A., Max Argentino , costretto ad una assenza gia’ programmata da tempo e Riccardo Pedulla infortunatosi nella sessione di allenamento dove per rompere le palle ai meccanici con il suo fanatismo di so’tuttoio tocca inavvertitamente il radiatore e si brucia con ustione di terzo grado il pollice verso costringendosi cosi’ ad un’assenza fondamentale per l’assegnazione del titolo di Categoria.

Presenti invece sette piloti divisi in due batterie ma con due duelli incrociati che si sono trasmessi trasversalmente tra gli avversari in campo.

Lotta per la vittoria tra Paolo, costretto nella batteria piu’ lenta per l’assenza di Gara 2, Massimo Calabrese e Maurizio Santini in Batteria 2.

Lotta per la medaglia di legno tra i restanti quattro avversari : Antonio Fabrizi, schierato per meriti nella batteria ‘’veloce’’ e Michele Caggiano, Renzi Riccardo e Massimo Minasi nella batteria ‘’lenta’’.

I driver si trovano a dover affrontarsi su una pista rimessa completamente a nuovo dopo dieci anni. Finalmente il Direttore di Gara adotta la soluzione canonica dello Slot Mondiale : per la pista revisionata al 100 per cento in tutti i suoi punti alimentatore piazzato a 12 volts e trasmissione elettronica invidiabile su tutto il circuito come, quasi, ormai , le nostre memorie avevano dimenticato.

La lotta parte in tromba con Massimo Calabria e IL Santo a sventrarsi pancia a terra e strusciare 32 giri lasciando ditro di loro Paolo che ha pagato la batteria lenta e costretto, dal traffico in pista, a fermarsi a 31.

Nelle retrovia livello altissimo con triplo 30 al fulmicotone di Michele, Antonio e Riccardo Renzi che mostrano i denti l’un l’altro senza neabche rivolgersi parola. Purtroppo paga pegno nella prima manche Minasi che opta per cerchi da 15’’ e pneu 18x10. Purtroppo questo risultato ne pregiudichera’ la serata perche’ risultera’ un macigno difficilmente rimovibile.

Il Casco Rosso e’’ una vera e propria guerra. Mentre Calabria e Pablito si
duellano a 13,169 in primo in gialla e13,184 in bianca il secondo arriva Master Santini e regola tutti con un mastodontico 12,907 in verde che da’ idea del potenziale nelle mani del Santo. Considerevoli, comunque, i crono degli inseguitori.

La seconda manche tiene il rispetto del valore della serata con il trenino di testa portare a casa 31 giri riuscendo cosi’ a tenere a bada il plotone di inseguimento, mai, comunque, nella loro storia, cosi’ ravvicinati alla vetta. Infatti Restano allineati alla media Michele e Antonio, 30 giri , che approfittano di alcune incertezze di Renzi Senior in gialla dove porta a casa 29 giri. Sale ai loro livelli un Minasi finalmente agonisticamente presente che segna anche lui 29 giri.

Per il Casco Rosso interessante il tentativo di Calabrese in bianca con un ottimo 13,169 ma e’ ancora il Master a dominare: 13,108 in gialla e Maurizio bissa il Casco Rosso.

La terza manche mette in palio la roulette russa arancione per i tre leader e Paolo se la cava alla grande mettendo in carniere ben 30 giri assorbendo cosi’ alla grande la doppia botta di 31 presa da Maurizio e Calabrese che si issano in testa ma il Nino ha gia’ ‘’passato’’ il Rubicone : arancio ‘’mangiato’’.

Tra gli inseguitori Antonio si gioca alla grande il Jolly arancio potendo contare sul confronto indiretto virtuale con Michele che nella precedente batteria nella sabbie mobili arancioni perde per tre volte il controllo della vettura per spingere al massimo e lascia sicuro un giro pieno sul tavolo da gioco segnando un debole 28. Antonio mette in pista la massima accortezza e liftando al meglio le curve prende il 29 e si mette in mano il Jacpot ‘’vittoria’’ degli inseguitori. Anche le nuove quotazioni Stanleyslot lo dimostrano: Michele quarto sale a 18 , Antonio scende a 5 e Riccardo 19 con Minasi quotato 35 per via della prima da incubo.

Ancora Maurizio dimostra di non vedere bene i colori e qualunque sia la sua corsia colpisce ancora: 13,103 in bianca e Casco Rosso numero 3. Segnaliamo che , come in manche 2 anche in 3 tutti Under 14.

Nella quarta c’e’ Calabrese in arancione e succede quello che si sospettava: il Campione sta prendendo le misure della nuova trasmissione elettronica della pista. Porta il Crono arancio a 13,634 , chiude 31 giri e da’ una bella frustata agli avversari con Maurizio che soffre la blue con ‘’soli’’ 30 giri uguagliato da Paolo in rossa. Dietro continua il duello martellante tra Antonio e Michele con Renzi Riccardo che ha maggior difficolta’ di stabilita’ di traiettoria ma maggior velocita’ di punta e Minasi sempre piu’ presente nelle traiettorie e negli specchietti degli avversari. Peccatissimo la prima sua disgraziata manche.

E’ inutile ribadire l’alto livello cronometrico di tutti i driver in pista, basta leggerne l’apposita tabella ma non e’ possibile non attribuire ancora al Santo il Casco Rosso : 13,295 in blue e nuovo Fringe Benefits alla Scuderia Santini.

Tutti sono stati chiamati all’adattamento alla nuova velocita’ estrema del tracciato. I migliori si dimostrano Maurizio che ha trovato la giusta mappatura del volante multifunzioni adottato dal Santo ed invece Calabrese ha mostrato, ancora una volta, la melodia di ispirazione shackespiriana capace di dargli il dono divino dell’ascolto motoristico della vettura da cui aspirare la migliore soluzione meccanica che trasforma un motore in un fruscio naturale del vento che trasporta leggero e leggiadro nell’aria fino a portarlo in estasi al trionfo.

Prima delle ultime due manche questa e’ la graduatoria dei piloti in pista : Calabrese 125 , Santini 124 , Renzi Junior 123 , Fabrizi e Renzi Senior 119 , Caggiano 118 , Minasi 109. In testa livellamento impressionante ; l’unico handicap e’ di Maurizio che ancora deve passare in arancione cosi’ come dietro devono ancora fare Renzi Senior e Minasi e cio’ potrebbe costargli caro rispetto ad Antonio e Michele gia’ passati per questa sorca caudina con la EFFE.

Ed ecco verificatosi l’evento ipotizzato : l’arancio segna la fine delle speranze di vittoria del Santo che visto Calabrese dinanzi a se’ ma non cosi’ inarrivabile prova il tutto per tutto in arancio dimostrando forse un piccolo errore tattico, conveniva aspettare l’ultima manche e ’’cercare’’ qui’ un 29 ? Niente rammarichi , ma solo la soddisfazione di aver tentato l’impossibile e trovato il limite della sua vettura che non era in grado di sostenere le accelerate richieste dal Santo; segna 27 e capisce che l’unico obiettivo puo’ essere il secondo posto. Ma per questo entra in ballo Paolino che in verde manda segnali chiari : Casco Rosso per lui con 13,127. Dietro Michele lotta con identi per respingere Antonio e con un 30 a 29 rimanda tutto all’ultima manche mentre la quinta segna l’uscita di scena dalla lotta per la medaglia di legno di Riccardo Renzi e Minasi.

L’ultima manche e’ una parata festosa per Calabrese che setta la mappatura sicurezza , porta a casa 31 giri e vince con merito e giusto distacco . Maurizio prova il tutto per tutto ma il 27 precedente da’ a Paolo la sicurezza di affrontare il duello con Il Santo puntando sul controllo dell’avversario e coronando cosi’ il suo inseguimento ad un Santini in serata di velocita’ di pura ebbrezza. Deve solo recriminare sulla scelta della penultima manche ma ha dimostrato di saper sfruttare al meglio la velocita’ del tracciato ritrovato scorrevole ed omogeneo come non mai. Nell’ultima manche in gialla Antonio riesce a fare quello che non ha fatto nella verde: mette 30 giri in tasca e approfitta della vicendevole difficolta’ riscontrata in verde anche da Michele e con il suo 30 a 29 mette in riga Michele e segna il quarto posto generale con merito. Michele recrimina dei suoi errori in arancione ma non puo’ far altro che inchinarsi all’avversario e salutarlo con rispetto. Ottima chiusura per Riccardo Renzi in rossa e ultima da dimenticare per un demotivato Minasi in arancio.

Nell’ultima manche rilassato dal risultato raggiunto anche Calabrese si fregia di Casco Rosso di manche con 13,086 in verde.

Serata strabiliante per il rendimento, per l’agonismo e per il gruppo sempre piu’ unito tra gli amici in pista.

Come al solito chiudiamo con l’analisi trasversale dei crono per colore di corsia e si nota una supremazia incontrastata del re dei FIRST TIME : Maurizio Il Santo Master Santini ; suoi tutti i migliori tempi di corsia . Si va dal velocissimo 12,907 in verde in prima manche al ‘’lento’’ 13,567 in arancione in quarta manche.

Per gli appassionati le classifiche da seguire :













 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

giacomo

Tuttoslottista Maestro




Utente Valutato
Voti: 9



Inserito il - 23/09/2021 : 07:28:37  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di giacomo Aggiungi giacomo alla lista amici  Rispondi Quotando
Saluti a voi ...ciao Maurizio ...





  Firma di giacomo 
Giacomo Punzo Santiago

 Regione Toscana  ~ Prov.: Livorno  ~ Città: Piombino  ~  Messaggi: 6646  ~  Membro dal: 15/11/2007  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 23/09/2021 : 09:38:49  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Ciao Giacomo.






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 23/09/2021 : 09:44:36  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Allora, torniamo un passo indietro e continuiamo con Gara 4 L.M.P.

Risultati straordinari in Gara 4 L-M-P- 2021 . Pilota serafico e determinato stravolge il risultato nelle retrovie e un pilota mastodontico domina la vetta.
Antonio Fabrizi guida con maestria ed efficacia Batteria 1 realizzando il miglior risultato della sua breve carriera nello slot romano.

Maurizio Santini entra definitivamente nell’Olimpo dei piloti appiesi vincendo la seconda gara consecutiva nella Categoria mettendo alla frusta tutti i suoi rivali in modo imperante e.

Inizio in sordina per Antonio che nelle prime tre manche segna solo 20 giri in rossa, verde e gialla senza dare segni di forza importanti; tanto e’ vero che l’unico Casco Rosso lo prende nella veloce verde con 13,748 mentre e’ Riccardo Renzi a svettare sia in in prima manche con 13,691 in gialla che in terza blu con 13,718.

La classifica a meta’ gara dice Riccardo e paolo Renzi 89 , Antonio 87 e Michele 85.

Sono la quarta e la quinta manche il salto del Rubicone : Antonio vola in bianca e blu con traiettorie pulite e tenuta di strada sicura con un doppio 30 lasciando Paolo dietro in difficolta’ nella quinta in arancione con un calo impressionante della trasmissione elettronica della sua vettura mentre Riccardo tiene a galla la sua con un doppio 29 scalando anche, in quarta manche, la corsia arancione. Casco Rosso in quarta per Antonio con 13,863 in banca e per Riccardo in quinta in rossa con 13,905.

Alla vigilia dell’ultima manche Antonio segna 147 giri mentre Riccardo e’ a 145 ; Paolo 142 e Michele ne approfitta, senza accorgersene e senza particolare impegno, e lo raggiunge in classifica.

L’ultima manche penalizza Antonio in arancione rispetto alla verde di Riccardo ma e’ qui’ che si segna il risultato straordinario: Antonio cerca di tirar fuori il massimo dalla sua maestria di guida e dall’assetto della sua vettura e porta a casa 28 giri preziosi per la vittoria della batteria per la non strabiliante prestazione di Riccardo Renzi che in verde segna solo 28 giri lasciando via libera al Nigel Antonio Fabrizi Mansell del club appiese. In coda Michele ignaro della sua vantaggiosa posizione segna 29 giri in gialla ma Paolo mette sulla pista la sua maestria e lo uguaglia in rossa conservando preziosi 18 settori per evitare l’ultimo posto. Casco Rosso , comunque per Riccardo Renzi in verde come di consuetudine per chi guida in verde con 13,578.

Invece tutt’altra musica in Seconda Batteria dove c’e’ il Trio Dominante di L.M.P. : Calabrese , Santini , Pedulla. Ci si gioca il Gran Premio e subito Il Santo mette la freccia : corsia bianca e 32 giri rispetto ai 31 degli avversari che si sono gia’ giocati la verde e la gialla. Pedulla, come al solito, opta per i gioielli di casa meno performanti ma piu’ regolari senza , pero’, poter contare su velocita’ di punta impressionanti. Calabrese invece mette in pista i suoi soliti bolidi perfetti per assetto e tenuta di strada ma il primo Casco Rosso ‘e di Maurizio con 13,215.

Seconda e terza manche evidenziano un equilibrio impressionante lasciando congelata la classifica e attribuendo il Casco Rosso in seconda a Maurizio in blu con un portentoso 13,145 mentre in terza prevale Massimo sempre ed ancora in blu con , pero’, solo 13,648.

Ancora equilibrio in quarta con Pedulla che perde leggermente contatto : 30 i rivali, 29 lui ma Massimo ha ‘’scartato’’ l’insidiosa arancione.Casco Rosso ancora per Maurizio con 13,524 in rossa.

A due tornate dalla fine abbiamo Maurizio 123 , Massimo 122 , Riccardo Pedulla 120 .

E’ la quinta manche a segnare il confine tra il possibile e l’impossibile; Il Santo sfrutta la sua aureola celeste e segue sentieri celestiali che lo innalzano nell’olimpo con 32 giri, se pur nella favorita verde, mentre Massimo ne porta a casa solo 30. Ora 3 giti di vantaggio con Maurizio in gialla sono solo una passarella trionfante per il pilota di Virgna Murata. Un muro impietoso per un grande Calabrese che nulla puo’ stasera. La conferma nel crono che regala a Maurizio Santini un imperante 12,822.

Cosi’ e’ nell’ultima manche : trionfo agli Champs Elyse’e ; e’ un assolo del Santo che vince meritatamente e in manifesta superiorita’ Gara 4 e piazza la sua bandiera a sventolare pericolosamente sul trono del titolo di Categoria. Ancora Casco Rosso nonostante Calabrese sia in verde con 1313,099 per Maurizio.

Nell’analisi trasversale dei Time Laps Maurizio ha registrato il miglio tempo assoluto in tutte le corsie della serata a conferma del pianeta sconosciuto raggiunto dalla sua vettura.













 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 23/09/2021 : 09:54:31  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Questa Gara 5 L.M.P.

Quinto duello in una Categoria un po’ bistrattata dal clan Slot Italiano ma che qui’ al Campidoglio Racing Slot Club ha sparigliato le carte.

Dopo anni di risultati costanti in vetta , di dominatori regolari e ripetitivi ecco le sorprese. Non che ci si meravigli , ma vedere Santini dominare e trionfare, mbe’, questo si’, e’ una novita’. Nessun dubbio sulle capacita’ tecnico-tattiche del pilota di Vigna Murata, che lui con un po’ di spocchia dichiara, invece, di Fonte Meravigliosa. Certo , il nome affascinante lo fa’ apparire al terzo posto per eleganza dopo Balduina e Parioli ma , amici, e’ pur sempre borgataro di di ‘’prima taglia’’: affianco ha campagna e ecore, anche se lui prontamente risponde : ‘’affianco ho l’Appia Antica e l’E.U.R.’’. Questo e’ il destino degli italiani : un lungo dilinguare e discutere sui diversi punti di vista che pero’ convergono su un solo ed inctrovertibile verdetto; Maurizio e’ un Campione.

Dopo anni di miglior tempo sul giro eccolo finalmente ad una guida aggressiva si’, rampante si’, ma corretta e determinante, efficace ed efficiente e i successi si ripetono con una regolarita’ impressionante.

Dietro di lui il solito competitivo e mai domo Calabrese massimo; il re della ‘’settata’’ macchina sempre veloce e sciolta che percorre le corsie come fosse su dei cuscinetti d’aria che ne ammortizzano i rumori e le pecche. E’ l’avversario numero uno, pluridecorato e medagliato con innumerevoli vittorie di Gran Premi e di Campionati. Il miglior Albo d’Oro dei piloti attualmente viventi al Club Appiese.

Chiude il triangolo delle Bermuda l’eterno ed onnipresente Irriducibile Pedulla. La miglior guida corretta e pulita del Club; in assoluto il piu’ regolare. Infatti ha il meritevole record di maggior numero consecutivo di minuti dei presenza in pista senza uscita ed anche il minor numero assoluto di uscite da quando esiste il Campidoglio Racing Slot Club. Ricordiamo che e’ il Campione uscente dell’unico torneo Interclub messo in pista a Roma. Cosa che la nostra redazione del Corriere dello Slot sta mettendo in programma per una sorpresa organizzativa che vorra’ oscurare il passato di ogni miglior torneo mai realizzato. La sua caratteristica e’ mettere in pista pezzi storici dell’automobilismo mondiale; questo gli da’ dei punti in meno sulla capacita’ performante del mezzo in se’ per se’ e solo la sua maestria lo mette in grado di puntare al podio. Quindi complimenti alla sportivita’ del Pedulla e alla sua abilita’ meccanica a trasformare la resa in pista di auto che di piu’ non possono dare.

Il resto del lotto dei partenti e’ il Team Renzi con Paolo distratto dalle ultime vicende didattiche del fine anno accademico universitario e quindi ha fatto passare in secondo piano la resa sul campo. Tanto e’ vero che lo si puo’ definire
il peggior Campionato che si ricordi delle sue peggiori interpretazioni mentre lusinghiero il comportamento del Direttore Riccardo che tiene alto il blasone del pur giovane Team slottistico dei Castelli Romani.

In tutto questo quadro analitico una nota di merito al principale artefice della rinascita storica del Club, Antonio Fabrizi che dimostra una passione ed un’amicizia che e’ stata la vera sorpresa della stagione. Una presenza nata a marzo 2020 e che e’ diventata una colonna da febbraio 2021. Grazie a lui si e’ rifondata la vita del Club con una ricerca continua e particolareggiata della nuova location. Applicazione che ha messo nello studio delle vetture, della guida, dell’assetto e che lo sta portando a livelli agonistici impensabili per un rookie; quarto posto assoluto in Gara 4 e prima vittoria meritatissima e convincente di batteria nella stessa occasione. Un vero ‘’nuovo’’ ipotetico ‘’Top Driver’’.

In questa nuova edizione del Club presenza costante e continua di un ritrovato Minasi che ci si augura possa trovare la voglia e l’interesse per continuare ad essere presente nell’attivita’ agonistica del Club. Ottima mano nel settaggio delle vetture che deve continuare a riafifnare lo stile di guida dopo lungo periodo di inattivita’. Purtroppo la sua indole rivierasca che lo ha allontanato dalle piste per soddisfare la sua professione goliardica di Play Boy delle spiagge romane gli ha completamente annebbiato la mente nell’approccio alle curve dove invece di ‘’limarle e piallarle’’ come nelle esigenze dello slot lui le va ad accarezzare per ricercare il capezzolo della curva e il Monte di Venere mandando a puttane all’improvviso tutti i miglioramenti fatti nei rettilinei. Purtroppo a Minasi le curve del circuito gli mettono in testa solo ed esclusivamente queste curve :



… Massimi’, lascia perde. Questa e’ na matta. Torna tra noi e cura solo le macchinine e le curve del circuito.

A chiudere il quadro il Conte Max uno dei miglior in officina e sulla pista. Un mix di classe ed eleganza che in pista aggrata la vista e la considerazione tecnica del meccanico e del pilota. Ma e’ anche il pilota dell’oblio; quando la sua vettura buca per Max la coltre della notte cala inesorabile e buia sul suo cammino e lo abbandona nelle lanche deserte del profondo buio. All’improvviso la sua macchina sparisce dagli schermi e retrocede in ultima fila poi solo la sua maestria e la sua improvvisazione lo riportano a galla e alcune volte riemerge ed altre affoga miseramente. ‘’Sta mano po’ esse fero o po esse piuma’’, con lui e’ cosi’; un artista. Oggi domina, domina subisce.

Oggi lo accompagna il giovane Alessio, data di nascita importante: il 9 marzo. Il pazzo classico della storia italiana. Solo grandi personaggi con un carattere non normale sopravvivono sulla terra con quel giorno e mese di nascita e lui lo nacque. Libero finalmente da impegni scolastici che lo hanno attanagliato per l’intero anno accademico scende in pista anche lui. La stoffa c’e’, purtroppo la non costante presenza lo mette in difficolta’ ad emergere nettamente nei risultati non ricordando perfettamente gli inganni del tracciato campidogliese.
Ogni volta , pero’, mette la massima applicazione nel suo impegno agonistico e tira fuori sempre il sangue dalle rape arrivando al top del suo possibile traguardo.

La gara di oggi si divide in due ; le prima quattro manche e le ultime due.

Si parte con un Pedulla straordinario e impressionante che dall’alto della sua regolarita’ imprime un ritmo gara impareggiabile dai suoi avversari. Parte in verde e gialla e subito sfrutta in modo aggressivo questo vantaggio che tiene nelle successive bianca e blu. Solo Calabrese e Santini ne reggono l’urto penalizzati pero’ dal fatto che loro mettono nel carniere l’arancione. Ma qui’, attenzione, oggi c’’e’ la sorpresa. Un intruso nel troangolo delle Bermuda. Un Carneade imprevisto sale nell’Olimpo degli Dei : Fabrizi Antonio con una flemma e una seraficita’ proprie del Nigel Mansell di Cinecitta’ tiene botta e si piazza a loro tiro.

Quattro manche questa e’ la classifica : Pedulla 119 , Calabrese 118 , Santini e Fabrizi 117 ; un brivido per l’esito finale della gara considerando che anche Antonio ha gia’ passato l’arancione.

In queste prime quattro manche il Casco Rosso non va’ sempre in questo lotto di piloti. Infatti prevale Pedulla in prima con 13,471 in verde e Santini in seconda con 13,493 roboante in blu; pero’ la terza da’ il Casco Rosso a Renzi Riccardo in gialla con 13,648 e in quarta a Max in blu con 13,855 dopo un lungo buoi nelle prime tre manche e un risettaggio ai box a gara ferma.

Piu’ profonda analisi cronometrica in un parallelo di crono nelle corsie fatte da tutti e quattro i leader in queste prime quattro manche dimostra la superiorita’ di Santini che mette tutti in riga in blu con quasi mezzo secondo di distacco sul secodno e in bianca se pur, li’, di poco ma sempre, comunque, piu’ veloce di tutti.

Dietro e‘ tutt’altra gara con Riccardo e Paolo Renzi, Max e Michele a duellare per lo scettro degli inseguitori con Riccardo Renzi a segnare il guado con gli avversari con un notevole 30 in verde e Max a segnare il passo in una sofferta terza manche in bianca dove il motore da’ segni di insofferenza al limite del ritiro e Paolo completamente out in seconda e terza manche con seri problemi alla trasmissione elettronica della sua Unit Power.

In tal modo Riccardo Renzi piazza 113 giri come il Conte Max , Michele 110 e Pablito 108 che danno la possibilita’ a tutti di sperare di migliorare la propria posizione con Riccardo in posizione di priorita’ e Paolo in grande sofferenza. Certo Michele con 27 in bianca in prima si gioca sicuramente ogni possibile speranza di exploit nella serata tanto e’ vero che lo ripete in quarta manche a conferma di una non ottima serata di guida.

Crono lusinghieri per Riccardo che oltre il Casco Rosso gia’ detto in terza manche port aa casa un valido 13,705 in seconda verde e per Max con Casco Rosso, ribadiamo, in quarta manche prende due Under 14 in prima e seconda manche.

Chiude la serata il duello in coda dove Minasi subisce l’errata scelta tecnica di rapporti facendolo affondare in seconda e terza manche prestando il fianco all’attacco del giovane Argentino Junior Alessio. Dalla quarta manche Minasi sale su una seconda vettura e puo’ riprendere il duello con maggior soddisfazione. Al termine delle prime quattro manche abbiamo Minasi 98 e Alessio 95.

Le ultime due manche sparigliano le forze in campo, stravolgono la classifica e danno il verdetto finale.

Colpo di mano del Santo; il pilota di campagna, cresciuto negli sterrati confini di Vigna Murata , ecco le immagini della campagna romana in cui ha sempre scorrazzato il giovane rampollo di casa Santini …





… bene, innegabile la sua origine campagnola benche’ lui , alla Celentano, millanti origini nobili e illustri del miglior Belsito Fonte Meravigliosa.le

Purtroppo Pedulla va’ in arancione e rossa e deve solo tentare di difendere piu’ possibile senza alcuna possibilita’ di attacco. Certo un finale di sofferenze con l’arancione che ha quattro punti di decelerazione da 240 a 80 : curva all’ingresso del cavalcavia del ponte, curve del Cavatappi, curva all’ingresso del rettilineo di accesso al Colosseo e cruva del Santo che lo bloccano ad una velocita’ limitata e una rossa oggi inguidabile nel tratto del benzinaio.

Da contraltare le famose Santini’s Manches . Tutti si chiedono cosa sono le Santini’s manches; sono le ultime due mmanche dove il Santo dall’alto della sua maestria porta la sua vettura ancora al massimo del rendimento riuscendo a spuntare tempi stratosferici e quando a queste velocita’ di punta unisce concentrazione ed efficacia diventa implabaile. Se a tutto questo aggiungiamo che opggi le Santini’s Manches sono la verde la gialla non ce n’e’ per nessuno e per Calabrese e’ un gran bel pensare.

Tutto questo potrebbe essere una chance clamorosa per Tot’ d’arabia, Fabrizi, che le ultime due le fa’ si in rossa ma anche in verde nell’ultimissima.

Come volevasi dimostrare il Santo prende quota, dall’alto della sua aureola chiama il Paradiso a rapporto e stinge Calabrese in una morsa mortale: 32 giri per Maurizio e 29 per Calabrese nella rovente rossa. Si inverte il vertice della classifica che vede un nuovo leader : Maurizio a 149 e Massimo a 147.

Considerando Maurizio in gialla e Massimo in verde si prospettano scintille e fiamme in ultima manche.

Pedulla nulla puo’ in arancione con un pessimo 27 che mette le ali a Red Bull Fabrizi che annusa odore di podio e piazza un interessante 28 in rossa che mette i due a stretto giro di posta: 146 Riccardo , 145 Antonio ma quest’ultimo sara’ verde mentre Ricky sara’ rosso: altro verdetto gia’ scritto ?

Il gruppo degli inseguitori e’ regolato dal Chef Renzi che con 30 splendidi in blu porta a casa il duello degli inseguitori con Michele che si mette al collo di Maurizio tenendo dietro di se’ un abulico Paolo.

Chiude la giornata Minasi che tiene a bada il giovane Alessio Argentino.
In questa quinta Casco Rosso a Santini con 13,147 in verde e ottimi Under 14 Renzi Riccardo e , finalmente, un ritrovato Michele in verde per questo finale di Gran Premio.

Descrivere l’ultima manche richiederebbe una edizione speciale del Corriere dello Slot ma devo accontentarmi delle colonne messemi a disposizione dalla Redazione e posso solo dirvi che chi non c’era non riuscira’ mai a capire il thrilling sul circuito. Solo il silenzio e il rombare dei motori; parte all’attacco Calabrese che avvicina in piu’ occasioni il Santo che pero’ stasera applica la glacialita’ di un vikingo e la freddezza di un Iceberg e tiene duramente testa ad un arrembante e mai visto cosi’ agguerrito Calabrese che sente odore di vittoria.
Ma il Santo e’ implacabile nella scelta delle traiettorie e per niente intimorito dalle notizie che arrivano via radio e che trasmettono un iperbolico Calabrese.
Duelli sui tempi al limite dei 13 e mezzo con Santini che pero’ segna il confine con l’impossibile e realizzando 31 giri in gialla neutralizza i 32 di Calabrese aggiudicandosi la Gara 5 per soli 35 circa settori: un’inezia che dimostrano l’alto livello agonistico raggiunto dai due leaders della corsa.

Altrettanto appassionante il duello per il podio con Fabrizi che realizza l’impresa della sua carriera toccando 13,673 in verde e portando a casa 30 famelici giri che gli permettono, con il 28 rosso di Pedulla, di prendere il terzo gradino del podio con circa un giro di vantaggio su Pedulla e bissando un secondo consecutivo record: vittoria di batteria in Gara 4 e podio in Gara 5. Il miglior Strong Gap della storia dello Slot del Campidoglio Racing Slot Club.
Dietro il quinto posto di Riccardo Renzi Michele perde in concentrazione rimontando due giri a Max ma per 52 settori gli rimane dietro e il fair play di Michele rende giustizia e merito a Max oggi nettamente superiore e che solo un guasto tecnico in terza manche gli aveva servito su un piatto di argento che giustamente Michele rimanda al mittente e concede meritatamente il sesto posto all’avversario.

Dietro un danneggiato Paolo costretto a lavorare ai box per la miglior sistemazione dell’impiantgo elettrico della sua vettura.

In coda Minasi regola meritatamente Alessio Argentino rimandando a future imprese il raggiungimento di migliori posizioni di classifica.

Concludiamo questa analisi di Gara 5 leggendo in modo trasversale i crono nelle varie corsie rilevando un dominio incontrastato in tutte e 6 le corsie di Mastro Santini a dimostrazione di una superiorita’ raggiunta nella Categoria L.M.P. che da’ un probabile destino finale anche per Gara 6 in cui Calabrese ha ammesso di lavorare per la migliore messa a punto da lui mai raggiunta.

Vi lascio alla lettura delle varie statistiche per i vostri singoli apprezzamenti ricordandovi che quando leggete una siffatta cronaca io sono strasoddisfatto di quello che accade al club e che invece quando leggete una cronaca scamuffa vuol dire che qualcosa non va.

Purtroppo sono passionale e dovete tenermi cosi’.

Arcigno, maleducato, istintivo ma con un cuore grosso cosi’ operato e riaggiustato proprio per godermi piu’ serate possibili insieme a voi mangiando adrenali e dandovi piu’ fastidio possibile con le mie cronache e le mie gufate da avversario.

Buon fine settimana a tutti e a presto per il commento di Gara 6 E del termine del Campionato L.M.P.

















 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

il Santo

Tuttoslottista Maestro




Utente Valutato
Voti: 35



Inserito il - 23/09/2021 : 10:10:32  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il Santo Aggiungi il Santo alla lista amici  Rispondi Quotando






  Firma di il Santo 
il Santo

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 5471  ~  Membro dal: 11/03/2010  ~  Ultima visita: 11/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 23/09/2021 : 10:14:48  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Ed eccoci cosi' all'ultima Gara 6 di Categoria L.M.P. che assegna il titolo di Campione L.M.P. 2021.

Ed eccoci alla resa dei conti.

Il piano ferie estivo lima la lista dei presenti ma i due sceriffi interessati alla caccia Wanted del titolo nazionale 2021 L.M.P. ci sono.

Serafici, concentrati, spavaldi entrano nel Corral di Santa Maria delle Mole



tra il silenzio degli avversari che scrutano ansiosi di rubare segreti e aneddoti da portare nel loro bagaglio agonistico.



Ma , amici, Signori si nasce e loro lo nacquero. La classe si acquisisce dalla nascita e qualunque studio successivo puo’ solo migliorare il proprio comportamento ma mai nessuno potra’ arrivare , copiando, al livello estremo di questi due supersonici piloti.

Dietro di loro un’ipotetica possibile rimonta di Pablito su Papa’ Renzi in Classifica Generale e di Papa’ Renzi sul ‘’Professor’’ Pedulla; entrambe lotte con 7 punti da recuperare.

Ci puo’ stare tra Renzi Senior e Pedulla , ma l’ultimo Pedulla e’ apparso imprendibile, non tanto tra Paolo e Papa’ per via del fatto che Michele in questa edizione non ha dato’ mai il meglio di se’.

Tant’e’ ci si prepara alla partenza con le ultime soluzioni ai box e nel Warm Up in pista.

Uno scambio di batture piu’ tra il sarcastico ed il bugiardo che tra il vero e il faceto , ah,ah,ah, tra Master Santini e Motorino Calabrese al banco ristoro



E si parte.

Avete gia’ vissuto la gara in presa diretta e , certo, qui’ a scrivere non e’ che possa fare di meglio; ma comunque provero’ a darvio ugualmente un brivido di gara vera di cio’ che invece e ‘ gia’ accaduto.

Subito battaglia con i due leaders a sfrecciare nelle corsie piu’ veloci; Massimo verde e Maurizio gialla ed e’ subito un gran bell’andare , 13,463 in verde e 13,561 in gialla con un’andatura costante e continua a battere spesso questi tempi e con continui affiancamenti di vettura senza scorrettezze che quasi sembra un muro separi le due vetture.

Dietro di loro un treno a due vetture scorre veloce anch’esso sull’asse verde-gialla con il Team Renzi che scatena una guerra interna per conquistare il podio: doppio 30 con 13,939 in verde Paolino e 13,932 in gialla Riccardo a conferma dell’imbarazzante equilibrio.

A chiudere altro duello pari tra Riccardo Pedulla e un Michele finalmente convincente iN L.M.P.: doppio 29 nelle piu’ modeste corsie bianche.Appena sopra 14 Michele e un po’ piu’ lento Pedulla che non trova il brio di Gara 5.

Nella seconda manche nessuno usa le corsie veloci e la serata si mostra divertente e interessante con un plotone continuamente ad alternare le posizioni di manche; tutti a 30 giri con i Riccardo’s a seguire a 29. Sorprende Michele a tener botta ai due imprendibili e a un altro emergente, finalmente, nella L,M,P, sempre al di sotto delle sue capacita’ in tutte le precedenti 5 gare, Pablo. La concentrazione di Michele e’ data dal 13,880 in blu che vale sicuramente il Casco Rosso di Massimo in gialla con 13,580 che prevale sul 13,730 bianco di Maurizio.

Manche 3 e’ il capolavoro dei mastini; i due rivali per il titolo danno fondo al barile e tirano fuori il sangue dalle rape spingendo a terra chi con aggressivita’ e cattiveria derapando , scalando e accelerando bruciando carburante e pneumatici a piu’ non posso, Il Santo, chi guidando su una nuvola d’aria che lo trasporta veloce come il vento e rapido come un’ape



Due stili diversi lo stesso risultato : andatura inarrivabile per gli altri. 30 giri in bianca e , udite, udite 31 in blu ; bianca Massimo, blu Maurizio. Non basta , beccatevi 13,633 in bianca e 13,486 in blu.

Dietro ritorna all’attenzione di tutti il duello in Casa Renzi con un nuovo doppio identico risultato :29 in bianca e blu, Paolo e Riccardo. Ma Riccardo caccia un 13,513 che spaventa Paolo.

A chiudere un ottimo Michele in arancione che , purtroppo, paga l’umidita’ della pista che all’improvviso si scalda alla curva del Santo che immette sul rettilineo e a meta’ gara gli rida’ maggior corrente di quella che otteneva in precedenza dove li’ metteva gas e cio’ lo ha danneggiato per due volte perdendo aderenza e scendendo, cosi’ a 28 giri che pero’ gli permettono di tenere imbrigliato Pedulla a se’ che nella stessa corsia ottiene lo stesso risultato con tempi pero’ piu’ alti.
La quarta e quinta manche segna un punto cruciale nei tre duelli: i duelli ‘’superiori’’ per l’entrata in ballo della corsia arancione e quello ‘’a chiudere’’ per la verde.

In testa vince Calabrese che ne mette uno in piu’ in tasca e, cosa’ interessante, ne segna 30 mentre Maurizio 29 che perde anche nel confronto indiretto 30 per lui rossi e 31 blu per Massimo che scende in pista nell’ultima con il Jolly in tasca: comanda la gara e anche in modo convincente. I l totalizzatore, all’improvviso toglie da favorito della Gara 6 il Santo e ci piazza Calabrese mentre per il titolo Maurizio, per il gioco dei giri realizzati, resta favorito. Insomma un bell’enigma che ravviva la tensione del finale di gara.

Perfetta parita’ in tutto per Pablito e Renzi Senior.

In coda Michele, dimostra di soffrire l’alta velocita’ della verde e a non saper sfruttare questo vantaggio perche’ richiede uno stile di guida pulito che il nerazzurro non ha; pero’ riesce ad approfittare della serata negativa di Pedulla e gli assesta il colpo del K.O.: ben due giri di vantaggio acquisiti.

Gli unici sotto 14 i due mostri: Casco Rosso in quinta per Massimo con 13,436 in blu ma leggete 13,897 in arancione il Santo eCasco Rosso per Maurizio in quinta con un 13,675 rosso ma attenzione al 13,884 arancio del Calabrese.

Siamo all’ultima manche e il cronista azzarda nei box un’intervista nel momento cruciale della gara. Scavalca la sicurezza e arriva a stretto contatto con i due piloti e riesce ad ottenere importanti dichiarazioni.

Eccovi quella di Maurizio Santini :



Ed ecco quelle di Massimo Calabrese:





Li’ per li’ non capivamo, poi un’occhiata dal suo muretto ci ha fatto capire. Maurizio Santini con la sua gara mastodontica lo ha un po’ rintronato e sta straparlando. Quando l’ingegnere di muretto gli passa la sua Red Bull integratrice riprende il controllo di se’ e rilascia la dichiarazione ufficiale prima di affrontare l’ultima fatica e tentare di strappare gara e titolo al Santo :





Queste le bellissime parole di Massimo che evidenziano il carattere agonistico basato su sacrificio, impegno e fair play.

La classifica alla vigilia dell’ultima manche dice:
Calabrese 152 , Santini 151 , Renzi Paolo 147 , Renzi Riccardo 146 , Caggiano 144 , Pedulla 140 ; ognuno insegue un sogno tranne Pedulla stasera fuori dai giochi e anche se quello di Michele e’ un po’ utopico con Riccardo in verde che mette a repentaglio addirittura il terzo gradino del podio al suo giovane rampollo.

In effetti Michele porta a casa un lusinghiero 29 che dimostra la sua superiorita’ odierna su Pedulla, fermo a 28 e tiene , pero’, lontano da se’, come previsto, i Renzi. In casa Renzi Paolo trova il meglio di se’ in tutto il Campionato L.M.P. e piazza 30 giri in rossa che valgono il podio meritatamente con una condotta di gara finalmente convincente in una Categoria che non gli cala addosso bene.
In testa Maurizio, ricordiamo, e’ nelle famose Santini’s Manches e ha in mano la verde che lui, li’ , in coda alla gara, governa come un destriero potente e imbizzarrito che una volta domato ti porta in giro per le Ande come fossi fuscello mosso dal tornado





Ma Massimo e’ li a difendere a denti stretti il vantaggio acquisito in una rossa ritrovata per scorrevolezza media. Pero’ succede l’impensabile; Massimo alla ricerca dell’ottimo rendimento sbanda per ben due volte consecutive all’uscita del rettilineo di partenza perdendo in due volte consecutive aderenza al tracciato e subendo li’ un’importante sorpasso decisivo del Santo che non molla piu’ la posizione di vantaggio nonostante Calabrese rientrasse per ben due volte nei tubi di scarico di Maurizio. Insomma Santini resta sempre davanti e vince di soli 81 settori che valgono gara e titolo.

Casco Rosso per un 13,188 in verde di Maurizio con Calabrese e Renzi Senior anche loro in Under 14.

Il vostro cronista vi dice che se Massimo non avesse perso l’aderenza in quelle due occasioni dell’ultima manche per Maurizio sarebbe stato duro affiancare e superare un determinato Calabrese. I due rivali entrambi si dicono sicuri, invece, che il sorpasso sarebbe avvenuto comunque; io resto della mia idea ma quello che e’ stato stupendo e’ stato vedere un duello reale, vero, intenso , nessuno ha ceduto il passo, sportellate e spinte fuori pista accettate in pieno rispetto delle norme del fair play e del puro agonismo sportivo che non conosce rivali in pista ma amicizia e serenita’ fuori dal circuito.

Caschi Rossi di Manche: prima Calabrese, seconda Calabrese, terza Santini, quarta Calabrese , quinta Santini , sesta Santini.

Ancor piu’ valida l’analisi Time Laps trasversale che denota la tenacia e la concentrazione di un superlativo Calabrese che piazza il miglior corno di tutti in bianca, blu, arancio e rossa con Santini a prevalere gialla e verde.
Mhhhh, cosa sarebbe successo senza la doppia uscita finale del Calabro ?
Non serve a niente, ricordiamo che ha vinto gara e campionato ; Maurizio Santini porta a casa il suo campionato con ben quattro vittorie di Gran Premio consecutive su un maestoso Calabrese. Giu’ il cappello a cotanto duello e cotanto Campione:



A voi le classifiche:













 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 931  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 21/11/2021 Torna all'inizio della Pagina

giacomo

Tuttoslottista Maestro




Utente Valutato
Voti: 9



Inserito il - 24/09/2021 : 07:10:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di giacomo Aggiungi giacomo alla lista amici  Rispondi Quotando
Complimenti ... ma cronaca e divagazioni davvero da Oscar...è un piacere leggere-leggerti...

e bravo Maurizino Il Santo...






  Firma di giacomo 
Giacomo Punzo Santiago

 Regione Toscana  ~ Prov.: Livorno  ~ Città: Piombino  ~  Messaggi: 6646  ~  Membro dal: 15/11/2007  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
      Bookmark this Topic 
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,85 secondi.

 

 

Questo sito utilizza solo cookie TECNICI e pertanto non effettuano alcuna tracciatura dell'utente.
I cookie TECNICI, sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di inserimento post o login, per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

Visualizza l'informativa

 

 

Search Engine Optimization