Forum Tuttoslot.it - Agfa Unicar - La storia -
    Forum Tuttoslot.it

Forum Tuttoslot.it
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    

Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : Leggi bene il regolamento del forum



 Tutti i Forum
 Forum Tuttoslot.it
 Vintage
 Agfa Unicar - La storia -
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




      Bookmark this Topic 
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 8

riccardo1

Tuttoslottista F1


Inserito il - 06/04/2013 : 16:27:49  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di riccardo1 Aggiungi riccardo1 alla lista amici  Rispondi Quotando


La Agfa s.a.s di Aldo Favero&C nacque come produttore di giocattoli e poi di trenini elettrici. La sede dell'azienda era a Padova anzi a Limena , in via del Santo, un capannone che oggi mi pare non esista più. Io la visitai una volta , era il 1967 ed io giovane slottista a Mestre ci andai con due dei "drivers" ufficiali , perlomeno nel Veneto, il compianto Ezio Benato e Giorgio "Drag" Donzello, oggi uno dei più affermati ferromodellisti a livello mondiale. Quella volta non avevamo bisogno di ricambi o altro, del resto quasi ogni 15 giorni il signor Favero arrivava , con la sua Fiat 1500 grigia , all' Indianapolis Center di Mestre , e l'apertura del bagagliaio portava sempre qualche pezzo o novità per coloro che gareggiavano tutte le domeniche.
Diceva che la miglior pubblicità per vendere le sue "Scatole di montaggio" erano le vittorie di modelli Unicar sulle piste.
L'Indianapolis Center era stato aperto da Gianfranco Padoan , all'epoca titolare della ESAP ( cerchi in lega per auto) poi divenuta Speedline ed aveva subito avuto un grande successo.
A dire il vero le prime Unicar , le belle riproduzioni della Ferrari P2 con il telaio in alluminio leggero argento,dorato o blu con le sue varie evoluzioni non erano granchè competitive , le Russkit, Dynamic e poi Cucaracha dominavano le gare all'epoca.










 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: venezia mestre  ~  Messaggi: 413  ~  Membro dal: 15/02/2011  ~  Ultima visita: 24/07/2019

riccardo1

Tuttoslottista F1


Inserito il - 06/04/2013 : 16:47:27  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di riccardo1 Aggiungi riccardo1 alla lista amici  Rispondi Quotando
La svolta , nel triveneto, si ebbe con i primi telai in nylon trasparente , quelli per intenderci che erano forniti nelle scatole di montaggio della Giulia TZ2 , della Ferrari Dino 206 e della Ferrari P3/4 e dotati del motore Mabuchi D26. Le carrozzerie in lexan , presenti anche nelle scatole di montaggio assieme a quelle in plastica rigida, venivano modificate nelle maniere più strane per "miglioramenti aerodinamici e diminuzioni di peso..."














All'epoca , oltre a quelle presenti nelle scatole di motaggio erano disponibili Porsche Carrera6 , Bizzarrini, ed una quasi mai vista Mercedes Pagoda.
La mia prima Unicar da gara era una Carrera6 arancio con la quale vinsi una gara "esordienti" . La coppa la conservo ancora.... -segue-




 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: venezia mestre  ~  Messaggi: 413  ~  Membro dal: 15/02/2011  ~  Ultima visita: 24/07/2019 Torna all'inizio della Pagina

il-gufo

Tuttoslottista F1



Inserito il - 06/04/2013 : 17:33:46  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il-gufo Aggiungi il-gufo alla lista amici  Rispondi Quotando
dai Riccardo dai!

...la Superaerodinamica in versione "lunga" e "corta"..





il pulsante (qui in versione "ORO" )





..... e il "badge"





 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: torri di quartesolo  ~  Messaggi: 225  ~  Membro dal: 05/01/2008  ~  Ultima visita: 18/06/2015 Torna all'inizio della Pagina

lucio

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 6



Inserito il - 07/04/2013 : 00:48:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di lucio Aggiungi lucio alla lista amici  Rispondi Quotando
diamo una mano?





 Regione Friuli-Venezia Giulia  ~ Prov.: Trieste  ~ Città: Trieste  ~  Messaggi: 573  ~  Membro dal: 19/08/2007  ~  Ultima visita: 28/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

il-gufo

Tuttoslottista F1



Inserito il - 07/04/2013 : 03:33:23  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il-gufo Aggiungi il-gufo alla lista amici  Rispondi Quotando
...sì Lucio... hai ragione...


Gomme posteriori pronte bianche e nere (per chi ha corso negli anni 80 ... ricordano molto le ASP)... e gomme gialle da incollare e tornire.
Gomme anteriori standard e ribassatissime!




Pianetto di riscontro, distanziali in plastica per assali, motore D36 e assali posteriori.




Braccio Pick-up (versione con due fori grandi per le boccole dell'assale), corone beige e culletta posteriore.



.




Modificato da - il-gufo in data 07/04/2013 03:34:29

 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: torri di quartesolo  ~  Messaggi: 225  ~  Membro dal: 05/01/2008  ~  Ultima visita: 18/06/2015 Torna all'inizio della Pagina

riccardo1

Tuttoslottista F1


Inserito il - 07/04/2013 : 10:43:02  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di riccardo1 Aggiungi riccardo1 alla lista amici  Rispondi Quotando
Intanto grazie a Lucio ed Allfonso , due dei più grandi conoscitori della storia di questa marca di slotcar per le foto di alcuni pezzi della loro collezione !
A proposito , come visto nella foto precedente postata da Lucio e da quella ancora precedente che ritraeva una Dino 206, la Unicar era solita inserire spesso nelle scatole di montaggio le carrozzerie da noi all'epoca chiamate "argentate" e ai giorni nostri "palla di natale". Non erano molto amate dagli slottisti puri che preferivano personalizzare magari con i colori delle loro scuderie le carrozzerie in lexan, così si vedevano sulle piste in mano a qualche ragazzino che aveva acquistato la scatola di montaggio, oppure da noi ridotte ai minimi termini quando qualcuno ce le regalava.... insomma a dispetto di oggi quando sono diventate molto rare ...!!


ecco qui una OSI bisiluro "argentata" vicino ad una Bizzarrini in lexan




 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: venezia mestre  ~  Messaggi: 413  ~  Membro dal: 15/02/2011  ~  Ultima visita: 24/07/2019 Torna all'inizio della Pagina

98arturo

Tuttoslottista F1



Inserito il - 07/04/2013 : 11:51:35  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di 98arturo Aggiungi 98arturo alla lista amici  Rispondi Quotando
Io all'epoca avevo appena abbandonato lo slot, quindi di mini dream e unicar non ne ho avute, ma mi sembra che queste siano le uniche slot confrontabili con le americane di quel periodo.
Certo originali sono bellissime ed hanno un gran fascino, il fatto che Jairus Watson abbia fatto una sua interpretazione della barchetta lo considero un tributo fatto in onore dell'originale e gli è riuscito molto bene.
Bellissimo servizio e belle foto ! Grazie a Riccardo, Lucio e Alfonso.




  Firma di 98arturo 
In teoria non c'è differenza tra la teoria e la pratica.
In pratica si.

Pino

 Regione Emilia Romagna  ~ Prov.: Bologna  ~ Città: bologna  ~  Messaggi: 268  ~  Membro dal: 24/01/2011  ~  Ultima visita: 20/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

riccardo1

Tuttoslottista F1


Inserito il - 07/04/2013 : 19:27:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di riccardo1 Aggiungi riccardo1 alla lista amici  Rispondi Quotando
La svolta di competitività delle Unicar iniziò proprio con i primi telai in nylon che erano costruiti per ospitare il nuovo motore Mabuchi D26. Soprattutto sui quasi trenta metri del rettilineo dell'Indianapolis Center questo motore non aveva rivali. Inziarono le prime elaborazioni, utilizzando componenti CHAMPION con riavvolgimenti con filo 0.30 e se non sbaglio 38/40 spire. Per "l'equilibratura" piani con lamette... però i risultati erano ottimi e le gare , vedevano al via solo questi motori.
Esisteva poi una categoria "scatola di montaggio" che prevedeva l'uso di modelli strettamente di serie con la sola esclusione di rapporti e gomme posteriori. Anche la carrozzeria non doveva subire modifiche. Le Le unicar la facevano da padrone !





 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: venezia mestre  ~  Messaggi: 413  ~  Membro dal: 15/02/2011  ~  Ultima visita: 24/07/2019 Torna all'inizio della Pagina

riccardo1

Tuttoslottista F1


Inserito il - 09/04/2013 : 00:27:03  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di riccardo1 Aggiungi riccardo1 alla lista amici  Rispondi Quotando
a Sinistra ecco il primo telaio in nylon , proposto sia in versione trasparente e grigia.( Il braccetto del pickup è qui stato accorciato) Lo snodo del pickup era fissato al telaio e non era basculante. L'altra differenza era la culla posteriore in ergal che era fissata al telaio con incastro.
Quello a destra è la versione successiva con culla basculante e braccetto pickup basculante fissato all'asse anteriore.

Le istruzioni di montaggio


Una scatola di montaggio della TZ2 qui con la carrozzeria "Argentata"






 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: venezia mestre  ~  Messaggi: 413  ~  Membro dal: 15/02/2011  ~  Ultima visita: 24/07/2019 Torna all'inizio della Pagina

il-gufo

Tuttoslottista F1



Inserito il - 09/04/2013 : 00:57:12  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il-gufo Aggiungi il-gufo alla lista amici  Rispondi Quotando
Vediamo se posso contribuire ancora.... anche se ormai ho dato quasi tutto ad altri utenti del forum che ben conoscete....

Per quanto riguarda i braccetti pick-up in Nylon, ecco un po' di versioni:

quello in plastica trasparente con incastro che andava in battuta sull'archetto del telaio 11124 (per quello che ricordo esiste anche in plastica rossa.... Stefano dovrebbe poter confermare)

quello in plastica trasparente già imperniato sull'asse delle ruote anteriori

quello in plastica bianca imperniato sull'asse delle ruote anteriore

quello in plastica nera identico come forme al precedente


quello in plastica nera ma con due fori grandi uguali (per le boccole) e non con due fori piccoli ed uno grande




quest'altra foto fa capire meglio la storia dei fori per il passaggio dell'assale con o senza boccole; qualcuno (chissà chi) aveva scritto "bis" insieme a 11124 cioè il numero di telaio che, a quanto pare, Unicar non cambiò neppure dopo le modifiche





.




Modificato da - il-gufo in data 09/04/2013 01:06:02

 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: torri di quartesolo  ~  Messaggi: 225  ~  Membro dal: 05/01/2008  ~  Ultima visita: 18/06/2015 Torna all'inizio della Pagina

StefanoSbravati

Tuttoslottista F1



Inserito il - 09/04/2013 : 08:47:23  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di StefanoSbravati Aggiungi StefanoSbravati alla lista amici  Rispondi Quotando
La mancanza cronica di documentazione è sempre stata una caratteristica della Unicar.

Questo è l'"ignobile" catalogo del 1969:




E questa una copia-commissione miracolosamente salvata dal macero:






  Firma di StefanoSbravati 
Stefano Sbravati

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Mantova  ~ Città: Mantova  ~  Messaggi: 229  ~  Membro dal: 12/09/2011  ~  Ultima visita: 29/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

StefanoSbravati

Tuttoslottista F1



Inserito il - 09/04/2013 : 08:57:03  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di StefanoSbravati Aggiungi StefanoSbravati alla lista amici  Rispondi Quotando

Gomme posteriori pronte bianche e nere (per chi ha corso negli anni 80 ... ricordano molto le ASP)...


Le gomme posteriori Unicar ricordano tantissimo (o addirittura sono identiche) le AJS Twinn-K: secondo me Aldo Favero le comprava direttamente in USA.

Complimenti Riccardo, bella iniziativa!

Ecco la tanto evocata Mercedes:







  Firma di StefanoSbravati 
Stefano Sbravati

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Mantova  ~ Città: Mantova  ~  Messaggi: 229  ~  Membro dal: 12/09/2011  ~  Ultima visita: 29/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

il-gufo

Tuttoslottista F1



Inserito il - 09/04/2013 : 10:42:43  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il-gufo Aggiungi il-gufo alla lista amici  Rispondi Quotando
Interessante "l'ignobile catalogo".... qualche osservazione (oltre la fatto che i disegni sembrano fatti da un bimbo di seconda elementare) :

all'anteriore non è previsto un assale ma due semi assali

il braccetto porta pick-up è del tipo a due fori grandi (per le boccole) ma nella zona posteriore non ha le due orecchiette per le viti di regolazione il che farebbe pensare ad una variante che non è raffigurata nelle mie foto

esiste una versione della OSI Bisiluro assemblata

il disegno della culletta posteriore è quello del tipo ad incastro



.




Modificato da - il-gufo in data 09/04/2013 10:47:09

 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: torri di quartesolo  ~  Messaggi: 225  ~  Membro dal: 05/01/2008  ~  Ultima visita: 18/06/2015 Torna all'inizio della Pagina

lucio

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 6



Inserito il - 09/04/2013 : 11:08:23  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di lucio Aggiungi lucio alla lista amici  Rispondi Quotando
il-gufo ha scritto:


...all'anteriore non è previsto un assale ma due semi assali

...esiste una versione della OSI Bisiluro assemblata


dovrei avere due semiassi anteriori da qualche parte, se li trovo metto la foto

la Bisiluro montata me la ricordo vagamente, era in vendita nella sala giochi, color grigio-argento e la scatola in plastica era simile a quelle attuali della Slot.it




 Regione Friuli-Venezia Giulia  ~ Prov.: Trieste  ~ Città: Trieste  ~  Messaggi: 573  ~  Membro dal: 19/08/2007  ~  Ultima visita: 28/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

il-gufo

Tuttoslottista F1



Inserito il - 09/04/2013 : 11:26:57  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il-gufo Aggiungi il-gufo alla lista amici  Rispondi Quotando
..ora aspettiamo le foto della Bizzarrini "palla di natale blu" e di quella in ABS (carrozzeria rigida)... così pure la Pagoda "rigida"...




.




 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: torri di quartesolo  ~  Messaggi: 225  ~  Membro dal: 05/01/2008  ~  Ultima visita: 18/06/2015 Torna all'inizio della Pagina

lucio

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 6



Inserito il - 09/04/2013 : 12:19:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di lucio Aggiungi lucio alla lista amici  Rispondi Quotando
trovati:



magari prossimamente farò vedere come andavano montati, ma ci vorrebbero un paio di boccole "eccentriche", vedremo...




Modificato da - lucio in data 09/04/2013 12:21:55

 Regione Friuli-Venezia Giulia  ~ Prov.: Trieste  ~ Città: Trieste  ~  Messaggi: 573  ~  Membro dal: 19/08/2007  ~  Ultima visita: 28/11/2019 Torna all'inizio della Pagina

riccardo1

Tuttoslottista F1


Inserito il - 09/04/2013 : 12:39:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di riccardo1 Aggiungi riccardo1 alla lista amici  Rispondi Quotando
Ecco il motore montato su tutte le ultime Unicar : il Mabuchi D26 , potente ed affidabile

e qualche variante personalizzata da altri produttori di slot : Classic, Dynamic, una variante con testina colorata ( ne esistevano di marrone come in foto, gialle e rosse)


e poi i "tuned" : Mura shunt , una variante "Pschitt" e due Campion 601 con distanziali per magneti ed a cassa chiusa.






 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: venezia mestre  ~  Messaggi: 413  ~  Membro dal: 15/02/2011  ~  Ultima visita: 24/07/2019 Torna all'inizio della Pagina

riccardo1

Tuttoslottista F1


Inserito il - 09/04/2013 : 12:47:06  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di riccardo1 Aggiungi riccardo1 alla lista amici  Rispondi Quotando
Ferrari 275P/LM . Il telaio è quello della serie successiva ! l'unico originale che ho è nella scatola di montaggio del Dino..



Particolare del cerchio e gomma anteriori originali con l'asse chiuso.




 Regione Veneto  ~ Prov.: Venezia  ~ Città: venezia mestre  ~  Messaggi: 413  ~  Membro dal: 15/02/2011  ~  Ultima visita: 24/07/2019 Torna all'inizio della Pagina

StefanoSbravati

Tuttoslottista F1



Inserito il - 09/04/2013 : 14:18:57  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di StefanoSbravati Aggiungi StefanoSbravati alla lista amici  Rispondi Quotando
il-gufo ha scritto:

..ora aspettiamo le foto della Bizzarrini "palla di natale blu"


Et voila





Bizzarrini e Mercedes sono gentile concessione di Antonio Mandelli




Modificato da - StefanoSbravati in data 09/04/2013 14:20:03

  Firma di StefanoSbravati 
Stefano Sbravati

 Regione Lombardia  ~ Prov.: Mantova  ~ Città: Mantova  ~  Messaggi: 229  ~  Membro dal: 12/09/2011  ~  Ultima visita: 29/06/2019 Torna all'inizio della Pagina

il-gufo

Tuttoslottista F1



Inserito il - 09/04/2013 : 14:36:27  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il-gufo Aggiungi il-gufo alla lista amici  Rispondi Quotando
Antonio... Antonio... mostraci quelle rigide in ABS rosso....


.




 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: torri di quartesolo  ~  Messaggi: 225  ~  Membro dal: 05/01/2008  ~  Ultima visita: 18/06/2015 Torna all'inizio della Pagina

il-gufo

Tuttoslottista F1



Inserito il - 09/04/2013 : 14:52:35  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il-gufo Aggiungi il-gufo alla lista amici  Rispondi Quotando
...Stefano... il telaio in alluminio blu con drop arm in alluminio piegato?????

dai! fotografa e facci vedere!



.




 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: torri di quartesolo  ~  Messaggi: 225  ~  Membro dal: 05/01/2008  ~  Ultima visita: 18/06/2015 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 8 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
      Bookmark this Topic 
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,52 secondi.

 

 

Questo sito utilizza solo cookie TECNICI e pertanto non effettuano alcuna tracciatura dell'utente.
I cookie TECNICI, sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di inserimento post o login, per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

Visualizza l'informativa

 

 

Search Engine Optimization