Forum Tuttoslot.it - Omologazione pulsante da Rally modificati??
    Forum Tuttoslot.it

Forum Tuttoslot.it
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    

Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : Utilizza la funzione "Cerca" nel forum



 Tutti i Forum
 Forum Tuttoslot.it
 Forum principale
 Omologazione pulsante da Rally modificati??
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




      Bookmark this Topic 
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 5

Renatone

Nuovo Tuttoslottista


Utente Valutato
Voti: 54



Inserito il - 31/01/2011 : 14:37:21  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Renatone Aggiungi Renatone alla lista amici  Rispondi Quotando
Giampo ha scritto:

.............Alla Coppa Italia ci sono state solo segnalazioni in corso di gara come quella del pulsante di Renatone o quella, a mio avviso ancor meno piacevole, fatta al buon Sovani che quando in qualifica per l'Ice Cup ha stampato un tempone si è visto requisire e verificare il pulsante (un banalissimo Parma modificato con le regolazioni classiche da rally), salvo poi confermarne la regolarità ed il buon dito del nostro.
..........

Solo un paio di piccole correzioni.

Io stesso, prima che iniziassero le PS, ho chiesto alla C.T. se il mio pulsante era regolare o meno e quando mi è stato detto che non poteva avere la regolazione della sensibilità con il potenziometro mi sono affrettato ad escluderla dissaldando un filo.
Successivamente a questa rapidissima operazione ho ripresentato il mio pulsante alla C.T. che non ha avuto nulla da obiettare sul suo utilizzo.

Non ricordo l'episodio di cui è stato protagonista Carlo Sovani con il suo pulsante, ma ricordo benissimo che discutendo sulla regolarità dei pulsanti utilizzati alla scorsa edizione della Coppa Italia Rally lo stesso Franzoso Sr ha ammesso in prima persona di possedere un pulsante al limite del regolamento (realizzato da Spaidermen) prima che iniziassero le gare (pulsante accuratamente visionato da me che, permettetemelo, non sono un genio dell'elettronica ma qualcosa ne capisco, soprattutto se applicata ai pulsanti) e di fatto quel pulsante era praticamente identico a quello realizzato da Giampo, cioè era dotato della regolazione del freno e di un interruttore rotante che permetteva di scegliere diversi valori della resistenza.

Ciao da Renato






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Ariccia  ~  Messaggi: 26  ~  Membro dal: 02/01/2008  ~  Ultima visita: 05/03/2012 Torna all'inizio della Pagina

malvone enrico

Tuttoslottista Rally



Utente Valutato
Voti: 4



Inserito il - 31/01/2011 : 15:01:15  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di malvone enrico Aggiungi malvone enrico alla lista amici  Rispondi Quotando
Visto l'argomento molto interessante sarebbe bello sentire cosa ne pensano gli amici rallysti del forum che hanno molte più esperienze di noi.





  Firma di malvone enrico 
Malva

 Regione Toscana  ~ Prov.: Livorno  ~ Città: Piombino  ~  Messaggi: 2873  ~  Membro dal: 19/07/2007  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

mussovolante

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 20



Inserito il - 31/01/2011 : 15:07:22  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mussovolante Aggiungi mussovolante alla lista amici  Rispondi Quotando
Ciao ragazzi, il discorso dei pulsanti rally è annoso e ripetitivo, io stesso lo ho affrontato tempo addietro.

Come sapete o se non lo sapete ve lo dico ora, io sono colui che ha l'onore ed onere di redigere e curare i regolamenti rally al Palladio Slot Racing, quindi nel mio piccolo devo regolamentare un gruppo di persone, persone che anche se poche rispetto ad una massa , hanno comunque propri pensieri e visione delle cose.

Premesso questo perchè?

Perchè o nel rally si liberizzano i pulsanti, e quindi non ci sono più dubbi sui pulsanti ammessi, ma nascono questioni etiche perchè liberalizzarle, oppure si devono regolamentare in modo sicuramente restrittivo.
Per restrittivo dipende in che misura, sicuramente permettere l'uso di pulsanti analogici di fabbrica e quindi prodotti a livello industriale facilità in quanto si sa che a standard un pulsante ha determinate caratteristiche e si comporta in un determinato modo.

Ecco perchè a regolamento si dice, sono permessi i pulsanti X e Y, modello 1234, 9876 e 4567 . Tutti gli altri non sono ammessi.
Si fa questo per dare una regola fissa.
Poi se la CT decide di applicare il buonsenso e senza togliere l'uso del pulsante al proprietario, chiede di provarlo e di approntare le modifiche che lo riportino allo stato iniziale, questo è obbiettivamente un qualcosa in più che la CT concede.
Quindi se il Dario della situazione o Massimo o Paolo al club dice che un pulsante non si usa è perchè il regolamento dice così, tutto il resto è per gentile concessione.

Se un giorno la marca A mette nel mercato producendolo industrialmente un pulsante dotato di regolazione freno e regolazione di multiresistenza, può essere che lo faccia anche il produttore B e quindi potrebbero diventare pulsanti ammessi in qualche competizione.

Nulla toglie che se Massimo decide che alla Coppa Italia rally si corra con pulsante analogico privo di regolazioni o per assurdo ON/OFF, è liberissimo di farlo. Se uno vuole partecipare partecipa, altrimenti quel fine settimana va a funghi!

ovvio dire : ma è un pulsante analogico con la sola regolazione della resistenza .... , bene posso dire che per giocare con le macchinine non è richiesta la laurea in elettronica, ne tanto meno sono costretti a prenderla chi si smazza a fare i regolamenti e fare da CT, quindi per evitare rogne è anche normale nel dubbio limitare. e suvvia smettiamola con il luogo comune che un CT è per forza brutto e cattivo , dai !

Anche se in modo contorto spero di aver dato il mio contributo interpretativo.






  Firma di mussovolante 
Ma tu cosa hai fatto, fai e farai di concreto per lo Slot !!!

Pace & Bene a tutti! by Mussovolante (Paolo)

musso.volante@yahoo.it

 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: Vicenza  ~  Messaggi: 3525  ~  Membro dal: 11/10/2007  ~  Ultima visita: 12/01/2015 Torna all'inizio della Pagina

EMILIO

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 21



Inserito il - 31/01/2011 : 15:45:59  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di EMILIO Aggiungi EMILIO alla lista amici  Rispondi Quotando
Scusate l'ignoranza, ma perchè per evitare discussioni non imponete l'uso del pulsante fornito (senza alcuna regolazione) dall'organizzazione?

Quale deve essere il fine della limitazione in uso?
Impedire spese folli? Mettere tutti sullo stesso piano di guida? Eliminare agevolazioni nella guida fornite dal pulsante? Far adattare il pilota al pulsante e non viceversa?

Emilio






  Firma di EMILIO 
BAH!!! CHE DIRE.....

 Regione Liguria  ~ Prov.: La Spezia  ~ Città: LA SPEZIA  ~  Messaggi: 3257  ~  Membro dal: 21/04/2006  ~  Ultima visita: 02/01/2019 Torna all'inizio della Pagina

UDoKuoio

Amministratore




Utente Valutato
Voti: 16



Inserito il - 31/01/2011 : 16:00:24  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di UDoKuoio Aggiungi UDoKuoio alla lista amici  Rispondi Quotando
@ Giampo: non dici nulla che io non condivida o comunque reputi una cosa da scartare.
Magari non e' LA soluzione, ma e' una soluzione.

Le mie considerazioni sono volte a mantenere l'attenzione su quanto dista "il dire" da "il fare", ossia l'attuabilita' di cio' che viene proposto.
E piu' viene fatto, piu' crea complicazioni (uno dei corollari della Legge di Murphy). Tra le quali, il tempo impiegato per verificare ANCHE i pulsanti oltre che le auto (e non basta aprirli, soprattutto se sono ben modificati), il fatto che, una volta richiusi, i pulsanti possano smettere di funzionare (una saldatura fredda, un filo tirato), il tempo perso pre-gara in discussioni su "questo pulsante si' e questo perche' no?" etc etc.

Nell'attesa de "LA" soluzione, rimane cio' che ha detto anche Musso:
"..o nel rally si liberizzano i pulsanti, ... oppure si devono regolamentare in modo sicuramente restrittivo"
che con me sfonda una porta aperta (come disse Cicciolina)






 Regione Lombardia  ~ Prov.: Brescia  ~ Città: Brescia  ~  Messaggi: 3469  ~  Membro dal: 02/06/2006  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

Giampo

Tuttoslottista DTM



Utente Valutato
Voti: 3



Inserito il - 31/01/2011 : 16:03:46  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giampo Aggiungi Giampo alla lista amici  Rispondi Quotando
EMILIO ha scritto:

Scusate l'ignoranza, ma perchè per evitare discussioni non imponete l'uso del pulsante fornito (senza alcuna regolazione) dall'organizzazione?

Quale deve essere il fine della limitazione in uso?
Impedire spese folli? Mettere tutti sullo stesso piano di guida? Eliminare agevolazioni nella guida fornite dal pulsante? Far adattare il pilota al pulsante e non viceversa?

Emilio


Ma perchè secondo me (e mi pare anche secondo altri) il pulsante è l'interfaccia diretta tra il pilota la pista, e dovrebbe essere quanto di più personalizzabile possibile, ovviamente senza dare aiuti.
In un rally la regolazione del freno serve, soprattutto se usi una SCX e/o se giri sulla farina... se metti la resistenza fissa agevoli chi è abituato a girare per esempio a 45Ohm e metti nei casini chi si trova bene con 25 o addirittura con 15...
Quindi non livelli la difficoltà per i piloti, anzi...
L'importante è non permettere l'antispin e il potenziometro delle curve o qualsiasi altra componente attiva.
Se metti in pista un pulsante con il grilletto duro penalizzi chi si allena a casa o al club con il grilletto morbido, e le differenze di caratteristiche meccaniche ed elettriche possono esistere anche tra pulsanti della stessa serie.







  Firma di Giampo 

www.slotcostaetrusca.it

Meglio un traverso oggi, che un dritto domani!

 Regione Toscana  ~ Prov.: Livorno  ~ Città: Piombino  ~  Messaggi: 86  ~  Membro dal: 13/11/2008  ~  Ultima visita: 03/05/2018 Torna all'inizio della Pagina

mussovolante

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 20



Inserito il - 31/01/2011 : 16:05:55  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di mussovolante Aggiungi mussovolante alla lista amici  Rispondi Quotando
Certo Emilio, per come la vedo io può andar bene, diciamo che magari uno preferisce usare il pulsante con cui è abituato, però ..... .
Rimanendo in modo restrittivo ma comunque certo e chiaro, è comunque una regola univoca e non soggetta ad interpretazioni!

Ed è questo che è importante. sia per la CT sia per chi corre!







  Firma di mussovolante 
Ma tu cosa hai fatto, fai e farai di concreto per lo Slot !!!

Pace & Bene a tutti! by Mussovolante (Paolo)

musso.volante@yahoo.it

 Regione Veneto  ~ Prov.: Vicenza  ~ Città: Vicenza  ~  Messaggi: 3525  ~  Membro dal: 11/10/2007  ~  Ultima visita: 12/01/2015 Torna all'inizio della Pagina

EMILIO

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 21



Inserito il - 31/01/2011 : 16:11:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di EMILIO Aggiungi EMILIO alla lista amici  Rispondi Quotando
Attenzione, perchè mettere una resistenza fissa in parallelo alla resistenza del pulsante (per ridurre da 45 a 25 ohm, per esempio) comporta la formazione di una curva.......

Per quanto riguarda gli "aiuti", sempre che questi non facciano andare più forte il motore, anche regolare il freno o la sensibilità lo sono.

Emilio






  Firma di EMILIO 
BAH!!! CHE DIRE.....

 Regione Liguria  ~ Prov.: La Spezia  ~ Città: LA SPEZIA  ~  Messaggi: 3257  ~  Membro dal: 21/04/2006  ~  Ultima visita: 02/01/2019 Torna all'inizio della Pagina

Cross

Tuttoslottista F1


Utente Valutato
Voti: 5



Inserito il - 31/01/2011 : 16:24:52  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Cross Aggiungi Cross alla lista amici  Rispondi Quotando
Per amministratore,
vedi, sul "come", la risposta l'ha già data Giampo, anche se io lascierei usare i potenziometri anche per regolare la sensibilità.
Perchè dovrei comprare 3 pulsanti non regolabili, quando con uno regolabile posso usare macchine con motori differenti?
Quello che si dovrebbe evitare è l'uso di dispositivi che riducano la potenza (leggi antispin), ma questi presuppongono l'uso di transistor, mosfet o integrati.
Non bisogna dimenticare che anche la riduzione del voltaggio, è un sistema per ridurre la potenza; forse, proprio in seguito ad una chiacchierata fatta con Dario Franco all'ultima gara dell'OPV Pista, ai passati Campionati Italiani Rally la tensione era fissa.
E' chiaro che chi verifica deve essere competente; vietare tutto, non è una soluzione perchè, un "furbacchione" ti frega come e quando vuole.
Faccio un esempio: su un NSR Economy c'è un transistor per regolare la frenata (personalmente, questa soluzione l'avrei vietata); non è affatto difficile, sostituire il transistor ed i collegamenti e farlo diventare un antispin (se si controlla come ha suggerito Giampo, si dovrebbe intercettare).
Sul garantire la parità tecnica, giro la domanda a te, dopo una considerazione.
Premettiamo che anche le macchine da rally migliorano con certi accorgimenti, provo a riassumere i primi che mi vengono in mente:
-Controllare e selezionare i cerchi in base alla loro concentricità e ovalizzazione (col comparatore)
-Controllare che gli assali siano dritti (sempre con il comparatore)
-Controllare che la gola nella corona in linea sia dritta (di nuovo con il comparatore)
-Rodare la corona con l'accendino o con il dentifricio
-Scegliere un motore con una erogazione molto regolare e senza strappi
-Sui motori SCX, ottimizzare il carico delle mollette ed i carboncini
-Controllare e raddrizzare il telaio con l'acqua calda (ad esempio, poche SCX appoggiano tutte le 4 ruote a terra)
-Smontare e riassemblare la carrozzeria con la massima cura
-Scegliere le boccole che abbiano un gioco ottimale con l'assale

Quando si incontra un pezzo non perfetto, se ne comprano altri, fino ad avere ciò che si desidera.
Alla fine, si ha una macchina "di scatola" che può dare il massimo delle prestazioni; è costata una cifra, ma è "in regola".
Se qualcuno mi abietta che, per i rally, questo non è necessario, rispondo:
sulla mia pista rally casalinga, di 20 m., solo rodando le gomme Ninco i tempi si possono abbassare fino a mezzo secondo (motivo: cerchi storti e gomme Ninco con spessore non costante).
A questo punto, chiedo a te: come puoi garantire che chi ha la sua unica macchinina, nelle stesse condizioni di quando l'ha comprata, sia alla pari con chi ha una macchina "di scatola" montata selezionando svariati ricambi?
La risposta si può trovare leggendo il regolamento dell'OPV Rally, dove si cominciano ad ammettere ricambi che rendano inutile tutto questo (almeno, in certe categorie).
Lo scopo non deve essere "avere macchine tutte uguali" (altrimenti, basta usare tutti la stessa, con lo stesso pulsante), ma, piuttosto, dare a tutti le stesse possibilità di avere macchine competitive.
Quando scrivo "muro di gomma" mi riferisco a quello che ho descritto prima: si sa, ma si fa finta di niente; si continua a scrivere che è tutto vietato.
E' inutile fare proposte, portare argomentazioni, tanto, tutto rimbalza; per contro, devo dire che, nel nord Italia, c'è l'OPV ed ho avuto recenti conferme di una diversa apertura mentale.
Vedi, amministratore, non ce l'ho con te in modo particolare, ma è opportuno ascoltare gli altri; talvolta, è utile rimettere in discussione anche quelli che sembrano dei punti fermi.
Mi chiedi cosa farei io? io vieterei tutti i pulsanti con Transistor, Mosfet ed Integrati (facili da identificare), mentre ammetterei reistenze, potenziomentri e deviatori; poi, toglierei il vincolo dell'omologazione.
Per le vetture, si potrebbe distinguere tra GR. N e Gr. A, magari consentendo degli appesantimenti; per le Gr. A, ammetterei la sostituzione di assali, ruote in lega leggera (rigorosamente con copricerchio) e trasmissioni, per limitare la differenza di prestazioni tra le macchine.
In pista, metterei la tensione fissa: 11 Volt per le Gr. N e 12 Volt per le Gr. A ed il potenziometro del freno (20 Ohm 5 W), per dare questa possibilità a chi non ha un pulsante con regolazione propria,
Ultima cosa, non è vero che il pulsante unico, fisso in corsia faccia emergere le capacità; io corro in pista ed il rally lo faccio solo per divertimento non competitivo, perciò posso solo scrivere di quello che conosco.
Ho provato dei pulsanti di altri piloti, alcuni come il mio: alcuni usano delle regolazioni con le quali io non riesco assolutamente a guidare, e viceversa.
Io guido con le molle del grilletto morbidissime, altri, invece, le vogliono dure; il problema sarebbe: chi sceglie il pulsante e le sue caratteristiche? In base a cosa?

Ciao

Cross






  Firma di Cross 
Maurizio

 Regione Piemonte  ~ Prov.: Torino  ~ Città: Pinerolo  ~  Messaggi: 246  ~  Membro dal: 20/02/2009  ~  Ultima visita: 24/07/2019 Torna all'inizio della Pagina

amministratore

Forum Admin




Utente Valutato
Voti: 25



Inserito il - 31/01/2011 : 19:06:28  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di amministratore Aggiungi amministratore alla lista amici  Rispondi Quotando
torno a ripetermi: si potrebbe stare a parlare per giorni interi su cose sulle quali già si è parlato giorni interi. Il risultato sarebbe che tutti rimangono fermi sulle proprie idee e gli altri sbagliano.
In questo tipo di discussioni (parafrasando UDO) non c'è una ragione assoluta, ma una soluzione ottimizzata a quanto di meglio si possa ottenere con le disponibilità del momento.
Il verificare tutti i pulsanti in una gara dove sono presenti 50 piloti significa verificare almeno 100 macchine e 50 pulsanti. Quanto tempo resterebbe per la gara?
se il pulsante è del tipo conosciuto ed in commercio, ovvero autocostruito ma di semplice realizzazione, basterebbe una persona competente di elettronica per verificarli in poco (??) tempo.....almeno un paio di minuti ciascuno. Ma se mi si presenta lo scienziato pazzo che al posto del pulsante mi porta il "panettone" (e ce ne sono di panettoni in giro) [panettone non deve essere preso come offesa per il lavoro, ma solo per la forma a volte sproporzionata del pulsante] tutto pieno di fili, filetti e resistenze qua e la, quanto tempo si perderebbe? e se poi il costruttore si mette a polemizzare sull'eventuale rifiuto della C.T. di fargli passare le verifiche?
I piloti vengono ad una competizione per gareggiare e non per guardare i soliti due scemi (solo loro possono capire l'aggettivo) che si sacrificano a verificare l'impossibile.
Ricordatevelo, perchè siete Voi stessi (i piloti) i primi a lamentarvi se poi una gara diventa corta o non rispetta gli orari stabiliti nel programma.
Mettetevi per una volta dalla parte di chi organizza le gare, non le gare di club, ma eventi dove la gente si sposta per centinaia di chilometri perchè VUOLE CORRERE, vuole misurarsi con altri piloti e non con verificatori.
Ecco perchè a volte bisogna fare muro contro proposte che possono avere più che senso ed essere più che buone (credete che a me non farebbe piacere vedere tanti costruttori di pulsanti?), ma che cozzano contro problematiche logistiche che giocoforza vanno in controtendenza per i motivi predetti.
Alcuni di voi parlano di resistenze da x ohm, parallelo, transistor e quant'altro. Ma vi siete mai domandati quanti sanno capire quello che scrivete? un 5%? secondo me anche meno.
Gli altri, anzi, Noi altri ne sappiamo poco o nulla di valori, freni elettronici e diavolerie varie. Come si fa noi comuni mortali? dobbiamo per forza usare pulsanti di serie? si va tutti ad acquistare il pulsante modificato dal "costruttore" o "modificatore" di turno (meglio se amico perchè fa lo sconto)? e in questo caso risparmieremo?
Perchè dovrei comprare 3 pulsanti non regolabili, quando con uno regolabile posso usare macchine con motori differenti?

Perchè dovresti comprare tre pulsanti quando basta che adatti la tua guida alla vettura?
In Coppa Italia ho prestato pulsanti MB a chi ne era sprovvisto o a chi li ha preferiti al suo. Erano tutti con resistenze diverse, eppure tutti si sono subito adattati e divertiti al meglio e Stefano Campriani ha vinto la Ice Cup ed è arrivato quarto nella Coppa Italia Rally con un pulsante prestato.

Il discorso di cross sulle macchine:
in qualunque categoria dove ci sono limitazioni restrittive sui ricambi, la differenza di preparazione della macchina è data dai piccoli dettagli.
Trovo normale che chi voglia puntare ad ottenere prestazioni migliori debba più o meno fare ciò che hai descritto. Ma è una sua volontà. Nessuno lo obbliga a spendere decine di euro in ricambi che presumibilmente possono dargli qualche vantaggio che potrebbe essere completamente vanificato da una guida non perfetta. Non ho mai visto Hank raddrizzare i cerchi delle sue macchine, eppure continua a vincere!
Andiamo a vedere i regolamenti OPV che, per la sola categoria IRC, permettono la sostituzione di alcuni particolari con altri di after market, cosiddetti professionali.
Come ben ribadito da Dario Franco, l'arteficie dei regolamenti, queste modifiche sono sempre facoltative, tranne il posizionamento del motore inline. I cerchi in plastica sono i più leggeri in assoluto e in quanto a prestazioni possono essere superiori a quelli in alluminio. Il problema che si può presentare è che siano leggermente storti e pertanto un cerchio "professionale" può essere più efficace. Nessuno obbliga ma tutti fanno perchè se è ammessa una modifica "significa che poi va meglio". Bah!
Non è correndo dietro all'ultima tecnologia che si guadagna il secondo. Questo si guadagna solo allenandosi e correndo in pista. Col pulsante in mano, qualunque esso sia. Con la macchina sulla pista, qualunque essa sia. Più si gira e più si acquisisce feeling con macchina e pulsante e più si impara a non commettere errori in gara.
Lo spirito del rallysta DEVE essere quello di gareggiare per stare insieme agli altri rallysti gareggiando per una pacca sulle spalle ed un sorriso dell'amico/commissario che l'aiuta nei momenti di difficoltà.
Le gare si corrono in pista e non in una stanzetta dove si deve rinchiudere il tecnico di turno per accertare che non ci siano furbi.

Pensate che a Fulvio sia così piaciuto stare tutto quel tempo con le macchine in mano piuttosto che in pedana a pilotare?
vietare tutto, non è una soluzione perchè, un "furbacchione" ti frega come e quando vuole.
Faccio un esempio: su un NSR Economy c'è un transistor per regolare la frenata (personalmente, questa soluzione l'avrei vietata); non è affatto difficile, sostituire il transistor ed i collegamenti e farlo diventare un antispin (se si controlla come ha suggerito Giampo, si dovrebbe intercettare)

Se si controlla tutto, tutti andrebbero a casa senza aver corso.
I regolamenti parlano chiaro: se hai un sospetto fai reclamo e la C.T. provvede alle dovute verifiche.

a parer mio in un club ci deve essere per forza qualcuno che si occupa del comparto tecnico del club

Perchè, per giocare con le piste deve esserci un tecnico? non basta uno che sappia cambiare le spazzole? tanto i regolamenti c'è sempre chi li ha già fatti a livello nazionale. Anzi meglio. Se corro con i regolamenti nazionali poi mi trovo meglio quando partecipo a questo tipo di gare.






  Firma di amministratore 
www.tuttoslot.it/noleggi
https://bistbox.tuttoslot.it

 Regione Umbria  ~ Prov.: Perugia  ~ Città: Magione  ~  Messaggi: 7568  ~  Membro dal: 08/03/2006  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

amministratore

Forum Admin




Utente Valutato
Voti: 25



Inserito il - 01/02/2011 : 22:37:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di amministratore Aggiungi amministratore alla lista amici  Rispondi Quotando
riprendo la discussione perchè solo gli asini restano sempre fermi sulle proprie idee e faccio ammenda con chi giustamente difendeva i propri diritti e le proprie conoscenze elettroniche.
Oggi pomeriggio sono stato a colloquio da uno dei cosiddetti "geniacci" dell'elettronica.
Gli ho specificatamente chiesto quante e quali possibilità di verifica dei pulsanti ci siano e se poi c'è possibilità di "furbate".
La risposta è stata più che esaudiente e a breve avrò il progetto di una sorta di scatoletta per la verifica dei pulsanti.
Da come mi è stato spiegato basterà inserire un pulsante nella presa e questa misurerà l'uscita e la curva di erogazione e qualcos'altro che non ricordo (vi rammento la mia quasi totale impreparazione a livello elettronico) ed interverrà anche con un'inversione di polarità proprio per togliere ogni dubbio. Durata dell'operazione 20 secondi.
Stante quanto sopra mi sento di poter dare ragione a chi vorrà usare pulsanti autocostruiti ANALOGICI e SOLO ANALOGICI e personalmente ne permetterò l'uso e mi adopererò per rendere più ampia quasta decisione.
Resta solo il fatto di mettere dei limiti alla preparazione. Quanti manettini? quanti pulsantini?
io direi: un potenziometro per la regolazione del freno ed un interruttore per lo stacco totale. Regolazione dell'amperaggio con manettino da massimo 4 regolazioni.
Avanti con le proposte






  Firma di amministratore 
www.tuttoslot.it/noleggi
https://bistbox.tuttoslot.it

 Regione Umbria  ~ Prov.: Perugia  ~ Città: Magione  ~  Messaggi: 7568  ~  Membro dal: 08/03/2006  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Renatone

Nuovo Tuttoslottista


Utente Valutato
Voti: 54



Inserito il - 01/02/2011 : 22:46:31  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Renatone Aggiungi Renatone alla lista amici  Rispondi Quotando
amministratore ha scritto:

...........
io direi: un potenziometro per la regolazione del freno ed un interruttore per lo stacco totale. Regolazione dell'amperaggio con manettino da massimo 4 regolazioni.
Avanti con le proposte[/b]

Io direi che è perfetto e che più di così non si può pretendere.
Sigh (non è vero), mi toccherà rimettere mano al mio pulsante e rimodificarlo.

Ciao da Renato






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Ariccia  ~  Messaggi: 26  ~  Membro dal: 02/01/2008  ~  Ultima visita: 05/03/2012 Torna all'inizio della Pagina

blancorojo

Tuttoslottista F1



Utente Valutato
Voti: 5



Inserito il - 01/02/2011 : 22:50:49  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di blancorojo Aggiungi blancorojo alla lista amici  Rispondi Quotando
Caro Massimo non sai quanto questa notizia mi faccia piacere; e non perchè sono il felice possessore di uno dei pulsanti costruiti dal Giampo ma, perchè, in questo modo si da, a chi ne ha la capacità e la voglia, la possibilità di creare qualcosa di "personalmente utile" in questo nostro stupendo hobby.
Come ben sai anche io sono un totale ignorante in materia tant'è che faccio fatica anche a realizzare i progetti spiegati nei minimi dettagli ma mi fa piacere vedere la soddisfazione con cui tanti appassionati cercano di dare qualcosa per se e per gli altri cercando di apportare miglioramenti reali o fittizzi a questo mondo.
Infondo siamo tutti "modellisti" e la creatività è uno dei cardini di questa passione!
Tornando sullo specifico se esiste un metodo per verificare la correttezza dei pulsanti in pochi secondi ben venga! Se possibile diamone la massima diffusione per far si che ogni pilota possa avere la sua impronta di guida senza trucchi e senza lasciare adito a dubbi.

Conosco il tuo modo di lavorare e organizzare eventi per essere stato al tuo fianco in qualche occasione e so bene cosa significa fare verifiche tecniche e quanto sia difficile accontentare tutti, ma questa "apertura" dimostra come con l'aiuto di tanti appassionati si possa trovare un punto d'incontro in grado di soddisfare il maggior numero di partecipanti con sforzi minimi.

Per quello che mi riguarda un ringraziamento particolare al "geniaccio dell'elettronica" che ti ha suggerito la "scatolina magica"!!!!!

Un saluto e a presto






 Regione Toscana  ~ Prov.: Livorno  ~ Città: Campiglia Marittima  ~  Messaggi: 298  ~  Membro dal: 27/11/2008  ~  Ultima visita: 08/01/2015 Torna all'inizio della Pagina

Giampo

Tuttoslottista DTM



Utente Valutato
Voti: 3



Inserito il - 01/02/2011 : 23:51:29  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giampo Aggiungi Giampo alla lista amici  Rispondi Quotando
Sono contentissimo per la tua decisione e la tua apertura su questo fronte, e ti porgo le mie più sincere e sentite scuse per i toni usati.
Purtroppo il mio "furore creativo" (passami il termine) si è scontrato con la tua proverbiale risolutezza, e l'ora tarda in cui ho scritto il mio infelice intervento (00.27) ha certo pesato sull'umore con cui ho recepito il tuo post e su come ho risposto.

Per fare ammenda mi offro volontario per le verifiche tecniche per la Coppa Italia (ne sono sicuro? ma si, ne sono sicuro... ) e ovviamente per il facchinaggio e montaggi.


Per quanto riguarda le proposte per i pulsanti concordo con il potenziometro per la regolazione del freno ed un interruttore per escluderlo (effetto 100% freno) e regolazione della resistenza con manettino da massimo 4 regolazioni.
A dire il vero sul sito dell'ANSI c'era uno schema di pulsante simile:



Al posto del pulsante multiposizione rotativo (manettino) ci sono due interruttori che mettono a turno in parallelo le due resistenze R2 e R3 e c'è una resistenza fissa al posto del potenziometro per la regolazione del freno.
Sinceramente preferisco il "manettino" per le resistenze perchè è più immediato e ci sono meno fili e collegamenti da verificare, ma il principio è simile a quello del mio pulsante.

Un appunto: il "geniaccio elettronico" dovrebbe fare attenzione quando progetta la scatoletta al problema del transistor del freno dei pulsanti NSR Economy, invertendo la polarità alla spina c'è il rischio di bruciarlo.
L'ora è tarda e rischio di postare di nuovo boiate, domani ci ragiono un po' sopra.

Buona notte a tutti!


[EDIT] Ecco una boiata di cui sopra: lo schema che ho postato parte da una resistenza di base di 15 Ohm, eccessivamente sensibile per i rally, se serve faccio uno schema elettrico del mio pulsante con tutti i valori di resistenza che ho usato.






Modificato da - Giampo in data 01/02/2011 23:55:53

  Firma di Giampo 

www.slotcostaetrusca.it

Meglio un traverso oggi, che un dritto domani!

 Regione Toscana  ~ Prov.: Livorno  ~ Città: Piombino  ~  Messaggi: 86  ~  Membro dal: 13/11/2008  ~  Ultima visita: 03/05/2018 Torna all'inizio della Pagina

Cross

Tuttoslottista F1


Utente Valutato
Voti: 5



Inserito il - 02/02/2011 : 08:04:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Cross Aggiungi Cross alla lista amici  Rispondi Quotando
Per amministratore,
complimenti!!!!!
Ecco una rara dimostrazione di intelligenza e maturità; spero che quello che hai scritto possa servire anche ad altri.
Se riesco ad ipnotizzare mia moglie, vengo alla Coppa Italia (visto che ho una casa nel comune di Piombino), anche se sarà difficile.

Cross






  Firma di Cross 
Maurizio

 Regione Piemonte  ~ Prov.: Torino  ~ Città: Pinerolo  ~  Messaggi: 246  ~  Membro dal: 20/02/2009  ~  Ultima visita: 24/07/2019 Torna all'inizio della Pagina

EMILIO

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 21



Inserito il - 02/02/2011 : 08:50:29  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di EMILIO Aggiungi EMILIO alla lista amici  Rispondi Quotando
Al di là di quello che si vuole raggiungere (semplicità, limitazione costi, equilibrio, etc.), credo che ci siano alcune considerazioni da fare:
-il test invertendo la polarità elimina le regolazioni con circuito elettronico;
-non so effettivamente come il freno elettronico del NSR digerirebbe tale test (non so, per ignoranza, se in fase di inversione delle PS viene invertita la polarità solo in pista o anche al pulsante);
-come già scritto, attenzione perchè una resistenza in parallelo a quella del pulsante comporta una regolazione a curva e non più lineare, quindi se la curva è vietata sarebbe vietata anche la regolazione della sensibilità come in uso nei sistemi non-elettronici;
-attenzione anche ad eventuale tipo di regolazione della sensibilità, perchè ne esiste anche un tipo che non prevede la messa in parallelo di una resistenza ed è lineare per il 99% della corsa, tranne l'ultimissimo tratto.

Emilio






  Firma di EMILIO 
BAH!!! CHE DIRE.....

 Regione Liguria  ~ Prov.: La Spezia  ~ Città: LA SPEZIA  ~  Messaggi: 3257  ~  Membro dal: 21/04/2006  ~  Ultima visita: 02/01/2019 Torna all'inizio della Pagina

Renatone

Nuovo Tuttoslottista


Utente Valutato
Voti: 54



Inserito il - 02/02/2011 : 09:08:30  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Renatone Aggiungi Renatone alla lista amici  Rispondi Quotando
EMILIO ha scritto:

.........non so, per ignoranza, se in fase di inversione delle PS viene invertita la polarità solo in pista o anche al pulsante.........

Generalmente l'inversione della polarità e del senso di marcia delle macchine viene realizzata interrompendo i fili fra l'uscita delle prese Magic e le bandelle della pista e montando un doppio deviatore, quindi a valle del pulsante.
Così facendo non si creano problemi neanche ai pulsanti elettronici.

Ciao da Renato






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Ariccia  ~  Messaggi: 26  ~  Membro dal: 02/01/2008  ~  Ultima visita: 05/03/2012 Torna all'inizio della Pagina

Giampo

Tuttoslottista DTM



Utente Valutato
Voti: 3



Inserito il - 02/02/2011 : 09:29:23  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Giampo Aggiungi Giampo alla lista amici  Rispondi Quotando
renatone ha scritto:

EMILIO ha scritto:

.........non so, per ignoranza, se in fase di inversione delle PS viene invertita la polarità solo in pista o anche al pulsante.........

Generalmente l'inversione della polarità e del senso di marcia delle macchine viene realizzata interrompendo i fili fra l'uscita delle prese Magic e le bandelle della pista e montando un doppio deviatore, quindi a valle del pulsante.
Così facendo non si creano problemi neanche ai pulsanti elettronici.

Ciao da Renato


Questo in pista, ma se vogliamo costruire il nostro "acchiappa-furbi" si dovrebbe invertire la polarità a monte della presa magic...
Sento se qualcuno del io club può prestarmi un NSR con freno per studiarne i collegamenti, poi vi faccio sapere.






  Firma di Giampo 

www.slotcostaetrusca.it

Meglio un traverso oggi, che un dritto domani!

 Regione Toscana  ~ Prov.: Livorno  ~ Città: Piombino  ~  Messaggi: 86  ~  Membro dal: 13/11/2008  ~  Ultima visita: 03/05/2018 Torna all'inizio della Pagina

Astrax

Tuttoslottista GT



Utente Valutato
Voti: 10



Inserito il - 02/02/2011 : 10:25:43  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Astrax Aggiungi Astrax alla lista amici  Rispondi Quotando
Un plauso a Massimo per l'apertura mentale che non è cosa da tutti!

Per quanto riguarda il pulsante NSR è un elettronico (anche se solo nella parte freno) pertanto deve essere vietato, per chi lo possiede la sostituzione della regolazione del freno originale con una analogica è un lavoro semplicissimo, eventualmente se mi postate una foto del punsante nsr aperto vi faccio uno schemino a prova di imbecille!

Come ho già cercato di spiegare nei miei post precedenti avere la possibilità di selezionare tramite un selettore la resisenza o un potenziometro (che non è altro che una resistenza regolabile) è la stessa cosa, in entrambe i casi si ottiene una curva nell'andamento della resistenza e quindi sono paragonabili solo che il selettore è più complesso da realizzare ed è limitato nella regolazione, voglio aggiungere che una curva la posso anche ottenere sostituendo ad arte le singole resistenze del pacco resistivo ... eccetera eccetera tutto questo per dire che a mio parere la cosa più semplice per tutti sarebbe di vietare tutto ciò che è elettronico (che è facile identificare) e consentire tutto il resto.

Aggiungo ancora una cosa, il fatto di avere la regolazione della curva (sensibilità) ti consente di far in modo che il motore montato sulla macchina risponda il più vicino possibile a come vogliamo noi, la stessa cosa la ottengo selezionando il motore fra tutti quelli in mio possesso visto che non ce ne sono due che vanno allo stesso modo ..., ora sempre a mio parere è più economico (7 euro) e semplice mettere un potenziometro in parallelo che comperare 10 nc5 alla ricerca di quello giusto.

Per cross, se invece di ipnotizzare la moglie le mandiamo alle terme e inviti altri due a caso ...






  Firma di Astrax 

Slot non per gioco ma per passione!

 Regione Piemonte  ~ Prov.: Torino  ~ Città: Cantalupa  ~  Messaggi: 544  ~  Membro dal: 04/04/2008  ~  Ultima visita: 05/12/2019 Torna all'inizio della Pagina

EMILIO

Tuttoslottista Racing




Utente Valutato
Voti: 21



Inserito il - 02/02/2011 : 10:52:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di EMILIO Aggiungi EMILIO alla lista amici  Rispondi Quotando
Astrax ha scritto:

Per quanto riguarda il pulsante NSR è un elettronico (anche se solo nella parte freno) pertanto deve essere vietato.....
Come ho già cercato di spiegare nei miei post precedenti avere la possibilità di selezionare tramite un selettore la resisenza o un potenziometro (che non è altro che una resistenza regolabile) è la stessa cosa, in entrambe i casi si ottiene una curva nell'andamento della resistenza e quindi sono paragonabili solo che il selettore è più complesso da realizzare ed è limitato nella regolazione, voglio aggiungere che una curva la posso anche ottenere sostituendo ad arte le singole resistenze del pacco resistivo ... eccetera eccetera tutto questo per dire che a mio parere la cosa più semplice per tutti sarebbe di vietare tutto ciò che è elettronico (che è facile identificare) e consentire tutto il resto.

Aggiungo ancora una cosa, il fatto di avere la regolazione della curva (sensibilità) ti consente di far in modo che il motore montato sulla macchina risponda il più vicino possibile a come vogliamo noi, la stessa cosa la ottengo selezionando il motore fra tutti quelli in mio possesso visto che non ce ne sono due che vanno allo stesso modo ..., ora sempre a mio parere è più economico (7 euro) e semplice mettere un potenziometro in parallelo che comperare 10 nc5 alla ricerca di quello giusto.


Pienamente d'accordo con te su tutto!

L'unica cosa è che, non essendo io un rallysta, non so se nella filosofia della limitazione del pulsante c'è anche che la risposta debba essere lineare.
Personalmente sono anche io per una regolazione della sensibilità (meglio che dover di volta in volta smontare e cambiare la resistenza), ma Vi suggerisco di chiarire preventivamente sul tipo di collegamento della regolazione.

Emilio






  Firma di EMILIO 
BAH!!! CHE DIRE.....

 Regione Liguria  ~ Prov.: La Spezia  ~ Città: LA SPEZIA  ~  Messaggi: 3257  ~  Membro dal: 21/04/2006  ~  Ultima visita: 02/01/2019 Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 5 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
      Bookmark this Topic 
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 1,05 secondi.

 

 

Questo sito utilizza solo cookie TECNICI e pertanto non effettuano alcuna tracciatura dell'utente.
I cookie TECNICI, sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di inserimento post o login, per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

Visualizza l'informativa

 

 

Search Engine Optimization