Forum Tuttoslot.it - Porsche Cup N.S.R. Campidoglio Racing Slot Club
    Forum Tuttoslot.it
 

Forum Tuttoslot.it
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    

Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : Nuova campagna pubblicitaria banner sul forum. Contattaci per informazioni: info@tuttoslot.it



 Tutti i Forum
 Forum Tuttoslot.it
 GARE CLUB
 Porsche Cup N.S.R. Campidoglio Racing Slot Club
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




      Bookmark this Topic 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato:
Voti:8



Inserito il - 20/01/2024 : 03:04:49  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
08 gennaio 2024 PORSCHE CUP n.s.r. gara 1

Parte la nuova stagione del Campidoglio Racing Slot Club e dopo i giusti tests delle tre prove di Challenge Natalizio si scende in pista per la prima prova del Campionato a 6 Gran Premi.

Quest’anno la stagione del Club appiese mette in pista 8 Categorie; 5 da 6 Gran Premi l’una con uno scarto (Classic Thunder Slot , Classic N.S.R. , Gruppo C Slot.It , GT3 N.S.R. e F1 N.S.R.) , e 3 da 5 Gran Premi senza scarti (Porsche Cup N.S.R. , Gruppo 5 Sideways , Mosler/GT Slot.It) .

Dodici drivers al via con 8 veterani , 2 nuove leve e 2 rookies .

Qualifiche di prassi e solito terzetto al comando con Calabrese, Vergari e Pedulla Riccardo sugli scudi.

Dietro di loro ‘’cicca’’ la qualifica l’altro top drivers Paolo Renzi costretto alla ‘’prima batteria’’ dall’ottima performance del trio , solitamente, ‘’centroclassifica’’ Michele , Daddy Rickye e Calogero che nell’esordio di Categoria scendono in pista sul ‘’Palco Reale’’.

A seguire, con tempi onorevoli Mauro , Max e Simone.

Chiude la Check List Massimo Minasi, che deve assolutamente rivedere il magazzino ricambi per presentare macchine all’altezza della sua fama, e l’esordientissimo Fabio Belletti che sfiora di un pelo l’Under 14 tanto agognato da lui per prendere coraggio e forza agonistica nel futuro della stagione.



Prima manche di appassionante lotta e ‘’serratezza’’ in classifica con piloti incollati l’un l’altro dal primo al decimo; con grande impresa di Simone salito a 31 giri.

Chiude Fabio con un ottimo 27 giri in esordio nelle sabbie mobili arancioni.

Insufficiente il 29 ‘’debole’’ di Minasi che deve assolutamente invertire il suo stile di guida abbandonando il desiderio di puntare al giro di pista invece che al maggior rendimento di giri: puntare al Time Lap vuol dir affondare nell’oblio della classifica e sicuro il pilota tiburtino deve invertire assolutamente il suo stile di guida per non perdere il gusto di scendere in pista battagliero e cazzuto.

Portare a casa 13,275 in prima blue , 13,258 in quarta verde e 13,137 in ultima bianca a nulla vale se poi si finisce la gara in un 162 giri che valgono l’ultima posizione.

Onorevole esordio per Fabio Belletti alla sola quarta gara di Club e prima ufficiale con ben una tripla 27 e una doppia 28 che lo piazzano davanti a Minasi in undicesima posizione incoraggiante per il proseguio della stagione anche confortato da ben due corsie Under 14 in terza verde e quinta bianca.

Ottimo decimo Simone Stagliano’ che deve assolutamente lavorare sulle manche dalla 2 alla 5; infatti esordisce sempre alla grande e finisce altrettanto bene nell’ultima ma nelle manche di mezzo recrimina troppo e, come consiglia Calabrese, e’ vero ci si distrae troppo, parla troppo e commenta troppo invece di registrare mentalmente l’errore eliminandolo dal giro successivo; maggior concentrazione per salire di almeno 4 giri e rientrare cosi’ nel ‘’around 180 tour’’.

Analizzando i suoi tempi si inizia a vedere all’orizzonte un ‘’possible constant Under 13’’ sul giro; basta vedere i suoi crono in verde e bianca.

Sotto le attese il rendimento di Gara 1 di Mauro, Max e Riccardo Renzi; se per Riccardo e’ solo la conferma di un difficile approccio Porche Cup gia’ sin dall’inizio degli Challenges natalizi per Mauro e’ senz’altro una sorpresa dopo anche il terzo posto conquistato con merito e forza in uno dei 3 suddetti Challenge.

Per Max invece si tratta di un ottimo test car per settare al meglio vettura e pulsante di cui ancora deve scoprire i lati oscuri per sfruttarlo al meglio; il passaggio al Di Falco per lui vuol dire tenere in riserbo un buon 5 per cento di miglioramento sul totale dei giri da portare a casa in un Gran Premio.

Nella lotta al vertice oggi clamorosamente si inseriscono due schegge impazzite del centroclassifica mettendo spesso alla frsuta grandi campioni come Riccardo Pedulla e Massimo Calabrese.

Infatti giornata di grazia e ‘’da podio’’ di due battaglieri in smagliante forma Calogero e Michele.

Parte sparato Michele che in prima manche a lungo e’ secondo dietro Ludovico ma poi ‘’sgarra’’ manche due lasciando lo scettro di sorpresa al costante e continuo Calogero che e’ lui a diventare lo sgradito ospite del podio ai danni di Riccardo e Massimo.

Ma gia’ dalla terza manche Riccardo e Massimo si rifanno sotto pur continuando Calogero e Michele a serrare le fila e non perdere contatto in un quartetto in continua alternanza di posizione.

In tutto questo Paolo Renzi galleggia tra il terzo e sesto posto posto in balia delle bizze della sua Porsche 911.

Infatti Paolo e’ costretto ad una sosta nei box in quinta manche che lo fa’
sprofondare in sesta posizione.

Nel frattempo la quarta posizione crea il cataclisma al box Calabrese e la posizione a questo punto e’ Riccardo Pedulla 170 , Michele e Calogero e Massimo Calabrese 128 ; Michele e Calogero scrivono a caratteri cubitali sul Curriculum internazionale dello slot ‘’MANCHE 4 DAVANTI A SUA MAESTA’ CALABRESE’’ . Stop cosi’, finisce in gloria la carriera di Michele e Calogero che nulla hanno piu’ a pretendere per il futuro del loro slot; nessun altro obiettivo e’ piu’ raggiungibile da loro.

Giocare poer divertimento ? No, si finisce la gara e mai piu’ Michele e Calogero scenderanno in pista: sarebbe inutile ogni futuro tentantivo di migliorare tale posizione.

Qunita e sesta manche mettono al sicuro Riccardo Pedulla che ‘’strappa’’ sugli avversari portando a casa un ‘’double 33’’ e si porta a casa il prezioso secondo posto finale di esordio Porsche Cup.

Nell’ultima manche lo strapotere dei Top Drivers prevale sulle due schegge impazzite: Paolo strappa il podio a Calogero con un finale arrembante se pur per soli 78 settori cosi’ come Calabrese strappa il quinto posto a Michele anche qui’ pur se per soli 40 settori.

Unico, inimitabile, inattaccabile; il dominatore assoluto di gara mai all’orizzonte degli avversari ben oltre le dune del suo regno : il Deserto della Ninco del Campidoglio Racing Slot Club; 49 metri e mezzo di circuito e mai Al Jazeera e’ stato minimamente impossibile pensare di mettere nel mirino.

A suo agio sulla Porsche Cup come Rocco Siffredi sul Monte di Venere, come il cacio sui maccheroni o , come preferite, Pulcinella nei burattini.

Insomma , solo lui nell’Universo della Porsche Cup, Al Jazeera il Sultano del Deserto Ludovico Vergari : 197 giri solo insidiabili dal secondo piazzato Pedulla Riccardo che pero’ di deve arrendere allo storico avversario.

Ludovico che si porta a casa ben due Caschi Rossi assoluti di corsia, nella gialla e nell’arancione, che avallano il merito della vittoria.

Calabrese si porta a casa il Casco Rosso di corsia in gialla e blue con anche il miglior crono assoluto di serata 12,211 in prima gialla.

Uno va a Riccardo Pedulla in quinta verde e, udite , udite per la prima volta in carriera Casco Rosso assoluto di corsia per Maicol in prima rossa con 12,371 che lo costringe a dover ripetere in futuro per non lasciar vana gloria sul campo.

Ragazzi un abbraccio a tutti e a stasera per Gara 2 in cui saranno assenti Ludovico e Calogero ed essendo Campionato ‘’a 5 Gran Premi’’ non dara’ loro possibilita’ di scarto e li togliera’ dalle posizioni di vertice di Categoria definitivamente; ma tant’e’.

Buona analisi di statistiche e buona settimana a tutti.


















 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1182  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 25/02/2024

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 20/01/2024 : 03:13:41  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
15 GENNAIO 2024 Porsche Cup N.S.R. GARA 2
Campionato di esordio ‘’veloce’’; solo 5 Gran Premi senza scarto. Ogni errore si precipita in classifica e si soffre per risalire.

Malesseri, vacanze, assenze improvvise segnano ‘’casella rossa’’ in classifica a vantaggio dei drivers presenti.

Anche oggi 12 piloti: due esordienti alla prima prova da novizi in batteria 1 e il ritorno del Campionissimo sulla pista di casa: Luca Pedulla di nuovo sul palco guida.

Gara 2 richiede un’analisi dettagliata ed approfondita settore per settore della classifica finale.

Dedica iniziale ai due novizi che viaggiano perfettamente nel range ‘’novizi’’ puntando e centrando la fatidica quota 22 giri alla gara di esordio.

Nelle prove pre-gara Pino mostra sicuramente una miglior attitudine alla guida mentre resta sempre piu’ prudente Fabrizio alla ricerca della miglior aderenza al suolo a differenza dell’avversario che punta da subito il miglior tempo sul giro.

La prima meta’ di gara e’ a netto appannaggio di Pino che mette in cascina ben 3 giri di vantaggio oltre al conforto del crono nettamente a favore di Pino: miglior giro per lui 15,041 in terza verde e solo 17,267 in terza rossa per Fabrizio.

Quando ormai sembrava risultato scontato in manche 4 improvvisamente si accende la lotta e si capovolge la situazione quando ormai tutto sembrava scontato: piu’ 3 nel duello della quarta manche per Fabrizi oe giochi riaperti; infatti Pino accusa il colpo inizia a perdere la tranquillita’ di guida e proprio negli ultimi 3 giri perde contatto con l’asfalto e Fabrizio ne approfitta per il sorpasso finale andando a vincere il duello pur se per soli , ma fondamentali, 30 settori, cioe’ solo 6 metri circa ma la predisposizione di Pino e’ confortata dal miglior tempo sul giro rispetto all’avversario.

A presto per la rivincita.

Soffre come per tutte le prove precedenti in Porsche Cup Riccardo Renzi costretto a duellare nel fondo classifica dive oggi Simone Stagliano’ e’ stato aggressivo ed efficace come non mai finora.

Concentrato, determinato e rapido in manche uno questa volta porta a casa anche una manche ‘’centrale’’ e questo gli permette di portare a casa un risultato di prestigio che ne premia i sacrifici di questi primi 6 mesi di praticantato: settimo glorioso posto finale e un giro piu’ di Daddy Renzi a mettere la cornice su tal quadro agonistico.

Finalmente anche Minasi relaizza una gara all’altezza dei suoi crono dando maggior continuita’ di rendimento che pero’, comunque, non gli permette di respingere l’attacco senza soluzione di continuita’ di un sempre piu’ battagliero , scorrevole e veloce Fabio Belletti.

Un solo giro di meno rispetto a Riccardo Renzi per un grande Fabio e ben 3 sul Decano Massimo.

Analizzando i crono di questi 4 avversari si nota che la situazione di classifica puo’ subire un notevole cambiamento; infatti Riccardo Renzi e’ il piu’ veloce dei quattro sul giro in ben 5 su 6 corsie lasciando solo la verde a sfrecciare piu’ veloce a Massimo Minasi.

Quindi un miglior setting car e Riccardo rientra prepotentemente nel suo range di centroclassifica,

Come Caronte era storico nocchiero dell'oltretomba di Greci, Etruschi e Romani e che trasportava oltre il fiume Acheronte le anime dei morti cosi’ il grande Max dall’Apriliana Campo di Carne trasporta la classifica dal fondo alle alte sfere piazzandosi tronfio a meta’ classifica.

Senz’altro meritevole di ben migliori lidi deve, per ora, accontentarsi di piazzamenti ben al di sotto del suo livello di setting-man per via della giusta ricerca del giusto feeling con il nuovo volante Di Falco che per ora lo porta a continui sbalzi di rendimento e appena avra’ limato la ricerca della perfezione rientrera’ li’ dove vuolsi cola’ dove si puote: in alta classifica.

I tempi ci sono, alcune corsie anche, corretto il rendimento in alcune corsie eccolo che torna alla sua normale quota 190.

Stasera le alte sfere sono inavvicinabili; sulla pista scende il fuoriclasse nazionale Luca Pedulla e non ce n’e’ per nessuno.

Gli unici che potrebbero pensare, in Porsche Cup, di limitarne lo strapotere segnano il passo :

- Uno se ne frega e va li’ dove la sua piu’ grande passione lo spinge





e’ infatti a spillar soldi agli ignari stranieri ospiti a Cortina come Maestro di Sci : Ludovico Vergari stasera assente ;

- L’altro , Massimo Calabrese , e’ invece senza il suo asso nella manica , un guasto tecnico lo costringe ad abbandonare momentaneamente il Di Falco e a tornare all’M.B. 4 selettori perdendo, senz’altro, un po’ di power on line .

Cosi’ quota 200 appannaggio di Luca e 30 punti in carniere per il pilota casilino.

All Fast Best Laps in tutte le corsie tranne che nella gialla, dove ha la meglio Massimo Calabrese, a riprova che il suo predominio e’ incontrastato, anche a conferma di Michele che in piu’ occasioni ha provato a tenerne il passo nelle curve del circuito e si e’ reso conto che il drake del Campidoglio Racing Slot Club e’ di un altro pianeta.

Privo del Di Falco ma colmo di sapienza e capacita’ di guida Calabrese mette il suggello alla sua gara e pur con un ‘’pezzo di metallo’’ come pulsante e’ il primo del Pianeta Terra d’Elite, incontrastato dominatore del resto del lotto dei pretendenti, secondo in Classifica odierna .

Dietro di loro tre drivers di cui uno sconosciuto al popolo del podio, Michele Caggiano, che si intromette nella lotta a due Paolo Renzi – Riccardo Pedulla, prepotentemente risultando addirittura a piu’ 2 al termine della quarta manche sul grandissimo Riccardo Pedulla e sognando chimere di classifica e solo meno 1 dal grande Pablito.

Ma purtroppo ‘’stecca’’ manche 5 in gialla, perde contatto con i due e va a chiudere solo quinto che, comunque per lui e’ un risultato immenso.

Paolo alla fine prevale per un giro su Riccardo che , comunque, all’ultima manche realizza un’impresa straordinaria mettendo 35 giri in cassaforte che, comunque, non servono per spodestare Paolo dal meritato terzo gradino del podio ma gli permettono di prender ei lterzo posto di giornata e la testa della classifica del Campionato di Categoria e ora spodestarlo sara’ un’impresa per gli avversari.

Dall’analisi dei crono dei 3 si nota un rendimento eccezionale di Michele sempre all’altezza degli avversari che sfruttano la loro attitudine ai piani alti della classifica non mostrando mai cedimenti cosa che lui ancora fa’.

Un abbraccio a tutti e a presto per l’attesa Gara 3 di lunedi 22 gennaio prossimo.









Questa la nuova impaginazione della Classifica Generale che oltre alla situazione di classifica riporta sempre il rendimento analitico di ogni pilota nelle singole prove di utile riferimento per valutare le proprie performance







 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1182  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 25/02/2024 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 03/02/2024 : 09:54:41  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
22 gennaio 2024 Porsche CUP N.S.R. GARA 3

Grande successo della Porsche Cup nella nuova configurazione e nella nuova versione ‘’Verifiche Ufficiali’’ che dal 2024 sono state instaurate dal Campidoglio Racing Slot Club.

Essendo la Categoria ‘’ZERO’’ ancora si ‘’tengono’’ FRIENDLY SENTIMENT nel rispetto delle nuove norme regolamentari sportivo-tecniche instaurate dalla Direzione Gara.

Ormai lanciati nelle prove nazionali ci si sta adeguando a tutte le regole gara proprio per ‘’allenarsi’’ non solo tecnicamente ma, principalmente, ‘’regolarmente’’.

Quindi ancora atteggiamento ‘’morbido’’ nel rispetto delle regole che, ricordiamo dalla seconda Categoria 2024, la Gruppo 5, chiedera’ rispetto fair play in autogestione per tutte le norme regolamentari.

Questo sia per le verifiche tecniche, peso carrozzeria, larghezza carreggiata, giro motori e via dicendo , sia, importantissimo, quelle ‘’sportive’’ di rispetto distacco pezzi importanti (alettoni e assali) , problemi tecnici motoristici o di altra natura che imporranno al driver interessato una scelta tra piccola penalita’ giri per intervento a stop corrente in pista oppure semplicemente rientro ai box con corrente in pista.

A tal proposito approfitto proprio oggi ad anticipare il Regolamento Sportivo ‘’Interno’’, sicuramente piu’ morbido rispetto a quello nazionale, ma che impone rispetto di regole fair play e di abitudine alle regole che troveremo nel circuito nazionale.

Gara 43 ha visto partecipare Luca Pedulla ma ‘’fuori classifica’’ perche’ ha optato per testare le Thunder Slot Classic in ottica Portici Uliano.
Questo ha dato via libera ad un maestoso Calabrese Massimo che sgarra quota 200 vincendo meritatamente ed in modo incontrastato Gara 3 dando una rimpastata completa alla Classifica generale di Categoria piazzandosi al primo posto ma tallonato da Pablito e dal solito immancabile Riccardo Pedulla oggi terzo e sempre li’ in orbita primo posto generale.

Giornata di rientro per Ludovico che paga l’assenza in gara 2 e quindi non riesce a dare il meglio di se’ sempre, pero’, in grado di distaccarsi dal pianeta terra dove questa volta c’e’ stata una fantasmagorica lotta a tre : Michele, Max e Calogero.
Un veterano dei box e delle piste di slot e due nuovi ‘’meta’ classifica’’ che devono sudare gli ardori dell’inferno per tenere il passo del grande ‘’Conte Max’’.

E’ solo con un colpo d’ala finale, non sempre nelle sue corde, che Michele questa volta stupisce con un’ultima manche perfetta che lo porta a prevalere sui due rivali pur se solo per 25 settori su Max e 50 su Calogero.

Altra lotta bellissima quella per l’ottavo posto dove Riccardo Renzi continua a soffrire la Categoria ma riesce a prevalere su un convalescente Mauro non ancora in grado di mettere in pista la sua glacialita’ e implacabilita’ messa a dura prova dall’influenza stagionale che sta martorizzando il Campidoglio Racing Slot Club a turno sin da novembre 2023.

Coda del gruppo dove Fabio mette a frutto il suo istinto agonistico e la sua grande voglia di migliorare mettendo dietro di se’ un Simone non all’altezza del suo buon livello raggiunto e a un Minasi in crescita che, pero’, chiude la classifica.
Qui’ di seguito le giuste valutazioni personali dei singoli rendimenti.





















 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1182  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 25/02/2024 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 03/02/2024 : 10:31:54  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
29 gennaio 2024 Porsche Cup N.S.R. GARA 4

Gara decisiva per ‘’frastagliare’’ la classifica verso il finale della prima categoria 2024.

Dieci piloti presenti a contendersi le posizioni privilegiate in base al proprio rendimento.

Per la prima volta nella storia del Campidoglio Racing Slot Club il pianeta Marte diventa piu’ vicino per le sonde di sperimentazione del Club.

I piloti satelliti dei pianeti splendenti finalmente si illuminano di luce solare e vedono piu’ da vicino l’orizzonte irraggiungibile.

Li’ dove le stelle risplendono di luce abbagliante occorre fegato, coraggio, determinazione e’’cavolimma’’ stavolta Max , Michele, Mauro e Riccardo Renzi fanno vedere il muso della propria vettura alle astronavi di punta della pista appiese.

Chiude la gara in testa un mastodontico e strepitoso Riccardo Pedulla che con abilita’, freddezza e sangue freddo inarrivabile regola , se pur di un solo giro, uno dei fenomeni del Campidoglio Racing Slot Club , Massimo Calabrese e la giovane stella che ascende all’Olimpo dei primi , Paolo Renzi , qui’ per ben 3 sicuri giri di vantaggio.

Quarto furoi dal podio Ludovico Vergari che questa volta resta ai piedi della base lunare rendendo possibile ‘’cosi’ cola’ dove si puote’’ il sogno dei ‘’centroclassifica.

Solo due giri per il trenino del Pianeta Terra che stavolta almeno vanno in rampa di lancio di ‘’Cape Canaveral’’.

Un grande Max , finalmente appropriatosi dei trucchi del suo nuovo ‘’volante’’ Di Falco torna ai suo fasti splendenti del passato e regola un maestoso Michele Caggiano mai visto cosi ‘determinato e concentrato alla ricerca del suo massimo rendimento.

Grande la fatica del nerazzurro per regolare ‘’Il Freddo’’ Mauro Federici , influenza passata e stato fisico-mentale ristabilito per arrivare a fare , anche lui, una gara all’altezza del suo stato di forma.

Chiude le fila Riccardo Renzi che finalmente dotato di un mezzo affidabile ‘’rientra’’ nel suo gap di alto rendimento.

Chiudono la classifica, con il duello ‘’Rookies’’ Fabio e Simone. Per Simone , piu’ anziano di militanza, resistere alla costante crescita di Fabio; la sua attitudine agonistica e il suo ‘’interismo’’ lo porta ad ottenere il massimo dalle sue attuali conoscenze tecnico-tattiche di gara e si aggiudica il duello su un buon Simone, ancora alla ricerca del giusto feeling con il suo restaurato e ‘’riverniciato’’ Santagati.

Piu’ 6 per Fabio e meritato nono posto finale.





A questo andiamo all’analisi dei Time Laps.

Continua alternanza di piloti sui Caschi Rossi ‘’di corsia’’ con un leggero vantaggio di primato per Paolo primo in Blue e Arancio e Massimo Calabrese in Rosso e Gialla con Riccardo Pedulla a primeggiare in Bianca e Max in Verde a difendere l’onore del pianeta terra.

Comportamento globale onorevole con 5 piloti, oltre i suddetti 4 anche Michele Caggiano, sotto 13 in tutte le corsie e Mauro a sfiorare l’impresa fallendola per soli 0,155 in arancio e Riccardo Renzi ‘’fuori 13’’ solo in Rossa.

A conferma della grande serata tecnica in pista al Campidoglio Racing Slot Club l’Under 13 messo in atto anche da Fabio, in seconda verde, e da Simone in prima bianca



Tutto questo porta ad una Classifica Generale che mette al vertice un trio in lotta per la vittoria finale di Categoria nel prossimo ultimo Gran Premio, per soli 10 punti di distanza dal primo al terzo fino a sfilare all’ultimo in Classifica con questa situazione generale



In questa tabella c’e’ anche la possibilita’, per ognuno per poter analizzare il proprio rendimento nelle singole prove di Categoria per le proprie analisi statistiche.
A questo punto non mi resta che lasciarvi in attesa del nostro prossimo appuntamento.






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1182  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 25/02/2024 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 04/02/2024 : 11:38:50  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
02 FEBBRAIO 2024 PORSCHE CUP N.S.R. GARA 5

Equilibrio assoluto con le innovative Verifiche Tecniche che hanno equiparato le caratteristiche tecniche dei mezzi in pista rendendo piu’ affascinanti e accattivanti e imprevedibili i risultati di ogni serata di gara.

Tre piloti a giocarsi il titolo in Gara 5, Calabrese, Pedulla Senior, Pablito, ed ultima di questa Categoria di esordio 2024.

Altrettanto affascinante la lotta nel centro classifica con Simone e Fabio impegnati a difendere il rientro di Mauro e Calogero assenti in alcuni Gran Premi per malanni di stagione e impegni di lavoro.

Pronti e via gara divisa in due come solito avviene al Club con Riccardo Pedulla a pretendere vittoria di tappa e di Classifica Generale a cui solo Massimo riesce a rispondere ‘’Pronto’’.

Paolo lotta con Ludovico per non perdere il contatto dal vertice.

Dietro di loro solita bagarre a quattro Michele, Mauro, Calogero , Riccardo Renzi con Michele che stasera arranca costretto a cedere il passo agli avversari scendendo, alla fine di manche 2 , in ottava posizione pressato da vicino dal luogotenente Massimo Minasi sempre in grado di dare il colpo di coda del Campione.

In coda una splendida prima manche bianca lancia Fabio in alti lidi con un 31 scoppiettante che da’ da pensare a Simone e Massimo Minasi.

Improvvisamente il ‘’pazzo’’ Michele nel cambio corsia della terza manche si accorge di una cazzata immane fatta in sede di verifica: monta le gomme Red GT3 ufficiali da Gara sulla sua Porsche 997 B.W.M. Numero 1, va alla misurazione motore in verifica ed e’ costretto a lasciarla ai box pe rgiri irregolari presentandosi con la stessa livrea ‘’marcata’’ numero 2 ma, coglionazzo, lascia i pneu di prova consumati e, per giunta, come rivelato dai suoi avversari Red , si, ma Classic, con una macchina che dava chiari segni di ‘’no.grip’’ nelle curve importanti.

Michele con il permesso di tutti reinserisce i giusti pneu e inizia a macinare giri su giri; prova l’emozione dei viaggiare per ben quattro finali manche al fianco dei Campioni del Club Paolo, Calabrese, Ludovico, Pedulla mostrando sicuramente spavalderia e superbia non certo esemplare dal punto di vista del fair play, ma credetemi, conoscendolo a fondo, sicuramente orgoglioso e onorato di poter viaggiare fianco a fianco con immensi piloti dello slot romano.

Il Pazzo Michele e’ avvelenato dal pazzo sangue interista ma, credetemi, vi vuole bene come da ragazzo lo ha voluto ai suoi anici di infanzia e veramente attivato da pura passione e amore per tutti voi che ringrazia per ricambiargli stima ed affetto.

Grande l’entusiasmo creato dal suo inseguimento onorato e riconosciuto, con respect e fair play dai suoi principali avversari Mauro , Calogero e Riccardo Renzi anche loro in serata di spolvero e in grado di dare un alto spettacolo in centro classifica.

In coda una guerra all’ultimo giro anima Fabio che con grinta e determinazione porta a casa il triello mettendo in riga uno smagliante Minasi e un Simone alla ricerca del miglior feeling con il suo nuovo Santagati.

Tempi un po’ piu’ alti per i tre questa sera ma onorevoli e rispettabili ad iniziare dal 13,097 bianco di Fabio per proseguire con il 13,136 rosso di Minasi e per chiudere con il 13,222 blue di Simone.

La gara di testa segna il valico del Rubicone in manche due con Pedulla a 33 giri e il leader di classifica generale a 31 che mette a repentaglio l’esito finale di Categoria.

Pedulla animato da pensieri di alloro si mette in modalita’ autocontrollo mette in carniere un 33 ‘’fisso’’ restando a piu’ 3 fino alla fine di manche 4 con Paolo ‘’assobito’’ da Ludovico per la lotta del terzo posto del podio escludendolo cosi’ dalla ipotetica possibilita’ di vittoria assoluta; meno due manche e meno 4 da Riccardo vuol dire per lui seppellire l’ascia di guerra.

Invece e’ Calabrese che come un coccodrillo ferito scatta dall’oblio e azzanna la preda quando ormai sembrava finito : piu’ due per lui in manche 5 e la classifica a soli 7 minuti dalla fine segna Riccardo Pedulla 166 , Massimo Calabrese 164; l’Irriducibile a un passo dalla vittoria ma l’ultima rossa del laziale e l’ultima verde del ‘’motorino’’ lasciano ancora ardente l’attesa dell’ultima sfida.

Ma stasera non ce n’e’ per nessuno ; la ‘’vecchia volpe’’ dello slot romano tiene in stretta marcatura Massimo Calabrese, porta a casa la vittoria, un piu’ 5 in
Classifica Generale che vuol dire sorpasso finale e alloro della prima Categoria Campidoglio Racing Slot Club.







Bellissima questa grafica della Classifica Generale dove ognuno di voi puo’ fare le proprie considerazioni statistiche personali sale e sapienza del gusto della nostra passione comune.

Sempre nell’ottica ‘’analisi tecnica’’ anche la Tabella Time Laps



Batteria 1





Batteria 2





Un ringraziamento personale di Michele che sin da gara 4 costretto a sostituire la sua vettura principale riceve le maestrali e sapienti soluzioni tecniche di un altruistico e passionale Paolo Renzi che in quattro e quattrotto gli mette tecnicamente la sua ‘’2’’ nelle stesse identiche soluzioni settistiche della ‘’1’’ permettendogli di potersi divertire come mai gli era riuscito prima.

Grazie mille Paolo , senza di te Michele sarebbe affondato miseramente.






 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1182  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 25/02/2024 Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
      Bookmark this Topic 
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,3 secondi.

 

 

Questo sito utilizza solo cookie TECNICI e pertanto non effettuano alcuna tracciatura dell'utente.
I cookie TECNICI, sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di inserimento post o login, per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

Visualizza l'informativa

 

 

Search Engine Optimization