Forum Tuttoslot.it - Campidoglio Racing Slot Club F1 N.S.R.
    Forum Tuttoslot.it
 

Forum Tuttoslot.it
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    

Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : Nuova campagna pubblicitaria banner sul forum. Contattaci per informazioni: info@tuttoslot.it



 Tutti i Forum
 Forum Tuttoslot.it
 GARE CLUB
 Campidoglio Racing Slot Club F1 N.S.R.
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




      Bookmark this Topic 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato:
Voti:8



Inserito il - 10/11/2023 : 08:49:55  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Ultima Categoria 2023 a chiudere la stagione e dirimere la battaglia del Ranking Drivers 2024.



Come si vede l'esito dell'ultima categoria sara' determinante per l'assegnazione del titolo 2023 tra Paolo Renzi e Massimo Calabrese divisi da un solo punto in classifica che vuol dire una sola posizione in Classifica Generale di Categoria..

Stesso duello per il terzo gradino del Podio tra Ludovico e Riccardo Pedulla a pari punteggio : chi arriva davanti va’ sul podio..

Manca Luca Pedulla che e' in seconda fascia per aver disertato l'intera Gruppo 5.

Affollatissimo il centro classifica con Riccardo Renzi che si presenta con un vantaggio probabilmente sufficiente per tenere a bada Mauro e Michele.

Altro duello forsennato per l'ultima posizione della TOP DRIVERS tra il volpone Minasi e il rookye Calogero.

Chiude la contesa Simone in Terza Fascia per essere entrato a stagione in corso ad aprile nel novero dei piloti del Club.

Dicevamo F1 86/89 quelle scelte dal Club ed ecco le vetture nel parco auto a disposizione dei piloti :

- Simone Stagliano’ Lotus 99T S. Nakajima 1997





- Michele Caggiano Lola THL1 A. Jones 1986





- Massimo Calabrese Osella FA1M N. Larini 1989





- Calogero Di Maggio March 881 I. Capelli 1988





- Max Argentino F1 Gulf





- Paolo Renzi Ferrari F1-87 M. Alboreto 1987





- Riccardo Pedulla Williams FW11 N. Mansell 1986





- Massimo Minasi Benetton B186 1986 G. Berger





- Mauro Federici Benetton Alfa Romeo E. Cheever 1985





- Ludovico Vergari Scuderia Italia Dallara 188 A. Caffi 1988





- Riccardo Renzi Eurobruner 189 Race History On Track HH 2011





- Luca Pedulla Scuderia Italia Dallara 188 A. Caffi 1988





Via alle gare e buon divertimento a tutti.

Il vostro amato e strunz cronista Michele Caggiano.

Con affetto sperando di rivedervi chissa’ quando.







 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1224  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 13/07/2024

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 12/11/2023 : 10:58:25  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
06 novembre 2023 F1 N.S.R. Gara 1

Rombano i motori e sentire i cavalli dei F1 e’ tutt’altra musica.

La linea e le livree accattivanti dei leoni dell’automobilismo avvolgono i piloti , i meccanici e il pubblico in un sogno ammantato di stelle.

Brillano i Tor Drivers ma di luce riflessa non da meno i drivers comprimari preparano un cielo trapunto di stelle pronto a lanciare in orbita e in alta classIfica i bolidi piu’ veloci.

Sin dalle qualifiche si capisce che qui’ in questa Categoria e’ tutt’altro viaggiare.
‘’Siiiii, viaggiare’’ cantava lo stornellatore italiano e cosi’ fanno gli indigeni piloti del Campidoglio Racing Slot Club che anche nei comprimari mettono sul Time Laps Qualifiers tempi vicinissimi al 12 netto e i migliori andare tranquillamente sotto 12 dando, alla fine degli 11 piloti presenti sul circuito la seguente prima classifica parziale di F1 N.S.R.







Tutto come da programma; Luca Pedulla domina e lascia Vergari , Paolo e Calabrese a dividersi le migliori posizioni della Batteria Top con Pedulla Riccardo a giostrare sulla mediana come meteora impazzita.

I Quattro Moschiettieri, invece, a farla da padroni su Minasi – Stagliano’ costretti ad inseguire il lotto dei partenti.

La prima batteria dei ‘’lenti’’ e’ un puro spettacolo adrenalinico che pur essendo una ‘’Formula 2’’ visto il valore dei Top Drivers e’ stato un bellissimo antipasto che certamente ha annoiato e rotto un po’ le palle ai grandi della F1 ma tant’e’e, esistono anche loro e, quindi, scassatev’o’cazz e sorbitevi sti pipponi.





Gara per puri intenditori; guardatevi il rendimento corsia per corsia per bene quattro manche e vi accorgete che 3 piloti restano sempre , sempre nello stesso giro e il quarto e’ solo un giro di distanza penalizzato dalla 25 arancio montata sulla sua vettura a differenza delle 24 dei 3 rivali.

Stessa cosa dietro , pero’, solo per le prime tre manche perche’ alla quarta oggi Simone e’ inavvicinabile per il suo rivale; sale a 29 giri gialli e approfitta della clamorosa debacle di Minasi che a casa sua, corsia verde, porta a casa solo 27 giri e consegna un pericoloso match ball nelle mani del pilota pontino che vede un orizzonte roseo davanti a se’.

Questo da’ la giusta carica a Simone che assesta un colpo da K.O. alla quinta ripresa con 29 – 28 a suo favore che mette Mister Minasi a ben meno 4 e quindi ormai sconfitto.

Ma qui’ l’Orso tiburtino davanti a cotante fame diventa aggressivo e pericoloso come la sua mole impone, sale in cattedra, non risponde alle provocazioni abbassa la visiera, schiaccia l’acceleratore e giungendo al limite delle staccate rischiando la vita in ogni giro chiude ad un ottimo 32 bianco rimontando su soli 7 minuti ben 3 giri a Simone che invece a sua volta subisce la tensione della vittoria, mette il braccino sul volante e mette a rischio la sua splendida serata portando a casa solo 29 giri in blue che pero’ gli consentono di mantenere 1 giro e 21 settori su Massimo portando a casa il gradito 10 posto e lasciando l’amaro in bocca a Minasi , undicesimo finale, ma con un buon morale per gara 2.

Come al solito Minasi piu’ veloce ma Simone piu’ regolare e vincente.

Nei Quattro Moschiettieri e’ invece Manche 5 che segna il passaggio del Rubicone; due lo passano e due tentennano e cosi’ si arriva all’ultima manche con Michele e Riccardo Renzi distanziati della lunghezza di una sola unica vettura F1 N.S.R. di distanza e quindi chi vince Manche 6 porta piu’ punti a casa in Classifica Generale.
Infatti Michele e Riccardo mettono in carniere 33 giri e Mauro e Calogero si fermano a 31 e i rivali arrivano a meno una sola manche con la seguente classifica:

Michele e Riccardo 161 , Mauro 158 , Calogero 156 ; i primi due a lottare per il sesto posto assoluto e provare a dare pressione ai lenti degli extraterrestri e sicuramente meritevoli, loro, di girare sulla pista e non certo ‘’sti scassoni’’ di Batteria 1 e gli ultimi due a portare a termine una gran bella Gara 1 di F1 con Mauro in piena controllo del duello con Calogero.

L’ultima manche e’ gialla per Michele e verde per Riccardo, grande Renzi Senior, che mette sul tabellone uno splendido 12,139 ma effettivamente stasera Michele e’ implacabile e in grande stato di forma. Segna 12,007, recriminando a chiare parole di dissenso per non aver segnato il primo UNDER 12 in gara per se’, porta a casa un giro piu’ del rivale chiudendo primo di batteria a 194 giri.

Riccardo porta a casa bianca e blue come migliori giri rispetto all’avversario che a sua volta prevale nelle altre 4.



Ohhh, finalmente levati dalle palle questi bambini fastidiosi salgono sul palco i veri piloti del Campidoglio Racing Slot Club per dare spettacolo : 3 ultralunari 35 giri e due da 34; imbattibili.

La seconda manche crea una scrematura inaspettata: in arancione Pedulla Riccardo ‘’scende’’ a 32 e si stacca dai quattro di testa che vedono Luca e Calabrese i migliori di manche con Paolo e Vergari che restano li’ attaccati al trenino dei primi.

Manche 3 mette Calabrese alle corde costretto a cedere il passo ai 3 rivale a meta’ gara abbiamo : Luca 194 , Paolo 103 , Ludovico e Calabrese 102 , Pedulla 100 ; naturalmente tutto aperto a riprova del fatto che qui’ si corre sulla luna.

La quarta manche e’ deleteria per Paolo che perde alcune traiettorie importanti , scende a 32 giri e con i 34 di Calabrese stravolge gli inseguitori di Luca che a questo punto segna un importantissimo + 2 che porta a + 3 alla fine di manche 5 e chiude, cosi’ , ogni possibile tentativo di aggancio andando, con una ulteriore perfetta manche 6 verde a 35, a portare a casa 208 giri, vittoria di Gran Premio e leadership iniziale di Classifica Generale, nonche’ miglior tempo assoluto di serata con 11,,754 in seconda bianca e con 4 Caschi Rossi asosluti di corsia lasciando all’ottimo Paolo Renzi i cCaschi Rossi ‘’blue’’ e ‘’verde’’ grazie ai quali Paolo riesce a regolare meritatamente Ludovico che va a chiudere il podio.

A nulla sono valsi i 201 giri di Calabrese costretto a non salire sul podio per un ottimo rendimento serale di Ludovico.

Pedulla segna una disastrosa penultima gialla a soli 29 giri mettendo anche a serio rischio la quinta posizione assoluta a possibile favore di Michele che avrebbe cosi’ segnato un ulteriore record di serata. Riprende il controllo della vettura nell’utlima manche bianca che porta a casa con 33 giri salvando cosi’ gli importanti 15 punti in Classifica Generale lasciandone 13 a Michele.

Da segnalare solo il pianto a dirotto di un bambino che era ospite nel paddock dell’Associazione Malati Mentali che cade in una crisi di pianto di fronte ad una non ben capita protesta indiavolata di uno dei piloti per un non ben capito motivo di protesta che ha spaventato terribilmente il bambino crollato in una emotiva crisi di pianto che ha costretto i genitori ad allontanarlo dal circuito lasciando cosi’ tranquilli tutti per portare a termine la grande prova degli unici veri piloti del Club: i 5 avversari di Batteria 2.













 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1224  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 13/07/2024 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 19/11/2023 : 14:40:37  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
13 novembre 2023 F1 N.S.R. GARA 2

Gara a due facce; comportamenti completamente opposti in molti piloti tra prima e seconda parte del Gran Premio.

Partenza al fulmicotone per Massimo Calabrese che gia’ a meta’ gara porta a casa ben due giri di vantaggio su Paolo e Riccardo Pedulla oggi unici avversari insieme a Ludovico Vergari vista l’assenza del leader di classifica Luca Pedulla.

Ludovico oggi enigmatico nel comportamento in pista danneggiato dalla non perfetta forma fisica che ne altera sia il rendimento agonistico sia quello psicologico.

Parte alla grande restando incollato a Calabrese in prima manche mostrando il valore del suo setting sulla vettura e del suo rendimento da driver.

Ma gia’ la seconda manche inizia per lui ad essere enigmatica: 33 giri, e’ calato lui o la vettura non va?

La risposta in manche 3, vettura non all’altezza e discesa dalla vettura che rientra ai box e non torna piu’ in pista ciccando cosi’ Gara 2.

Come predetto nella seconda parte della gara si capovolge la situazione ed e’ Paolo a salire in cattedra e rimontare settore su settore fino a presentarsi all’ultima manche a 173 giri pari con anche Professor Pedulla alla loro altezza.

Sprint decisivo in 7 minuti per dividersi i posti sul podio.

La scorsa settimana si e’ vinti a 208 che non viene raggiunto oggi ma certamente importante il salto di qualita’ dei tre rivali che salgono chi di 3 chi di 4 giri chiudendo la gara in un fazzoletto di settori: la quota alloro e’ 207 giri con 40 settori per Massimo Calabrese e 21 per Paolo Renzi che regolano il conto tra i due; ma il bello e’ che quota 207 Riccardo Pedulla l’ha ‘’mancata’’ per soli 9 settori finendo a 206 giri e 103 settori a riprova dell’incertezza del risultato finale fino all’ultimo giro dei 3 grandi protagonisti di giornata.

Importante anche l’analisi dei loro Time Laps per riscontrare che sono stati costantemente sotto 12 con Massimo che porta a casa ben 5 Caschi Rossi lasciandone uno a Riccardo Pedulla e che il Casco Oro e’ di 11,506 in penultima verde di Massimo Calabrese.

Nel centro classifica ci vogliono due romanzi diversi in quanto nella prima parte ha dominato Michele che a meta’ gara ha 1 giro di vantaggio su un grande Mauro Federici in questa prima frazione, 2 su Max e ben 4 su Riccardo Renzi e, udite, udite 5 sul rookye Simone Stagliano’ alla sua migliore gara del 2023.

A questo punto Michele erra di superbia e punta all’Under 12 perdendo di vista il rendimento in ogni singola manche e crolla nel rendimento lasciando via libera agli avversari.

Infatti Mauro resta costante nel rendimento perdendo sol un giro nella seconda meta’ di gara rispetto alla prima con Max Argentino che va a dominare con ben + 2 nella seconda parte di gara andando a ribaltare la situazione.

Invece anche Riccardo Renzi non migliora nella seconda parte restando incapace di rimontare dando , invece , speranza a Simone di un clamoroso risultato.

Ma anche Simon ‘’Le Bon’’ cicca due manche e da’ cosi’ il la’ alla rimonta di chi, nella prima parte di Gran Premio, mancava all’appello : Calogero Di Maggio.

Calogero che vince il Gran Premio ‘’seconda parte’’ con il miglior gap di miglioramento : ben + 6 rispetto alle prime 3 manche che lo proiettano cosi’ a rimontare Simone mettendolo dietro in Classifica odierna e arrivando a solo 63 settori da Riccardo e a 1 solo giro da Michele vera e propria delusione odierna.

Deludente la gara odierna di Minasi costretto ad abbandonare la sua vettura a bordo strada e andando a chiudere la gara con il muletto Mc Laren di Michele per rodare il suo setting di guida.

Chiude il rientrante Leonardo che pronta a casa la media di 24 giri confortevole vista la sua rara presenza al Club in una passione che senza costante presenza da’ senz’altro una difficolta’ enorme.

Lasciamo alla visione delle varie statistiche in attesa di Gara 3 lunedi 20 novembre.














 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1224  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 13/07/2024 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 10/12/2023 : 08:45:42  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
23 novembre 2023 F1 N.S.R. GARA 3

Gara Club in prossimita’ della trasferta epica per il Campidoglio Racing Slot Club.

Ancora una settimana e la squadra di casa sara’ in scena su uno dei panorami piu’ importanti d’Italia : Piste Elettriche Gubbio di Marco Scatena coadiuvato dall’intero staff umbro dei nostri grandi amici Walter Merulli, Riccardo Colausig, Augusto Cristallini, Gabriele Merulli e Stefano Casini.

Sara’ l’occasione per scendere in pista affianco al rinomato e multiblasonato Napoli Slot Promotion con cui abbiamo gia’ avuto l’onore di dividere il palco alla W.R.E. N.S.R. di maggio 2023. L’emozione ci attanaglia a poter stare tre giorni a contatto con Antonio Aliberti, Manuel Merillo , Vittorio Santoro e tutti gli altri loro validi alfieri.

Troveremo il ‘’Barrique’’ ormai da noi di casa Claudio Marchese; i grandi ragazzi dello Slot Club Catania Felice e Francesco Mirone, Adolfo e Erasmo Santini, Paolo Motta, Leocata Giosue’ e il mitico ‘’pulsantiera’’ Davide Santagati.

Ormai e’ anche superfluo parlare del connubio a doppio nodo creato con il Club Gargano Slot Car con cui abbiamo ormai un legame a doppia mandata e di cui saluteremo Gabriele Leonardo, Matteo Totaro, Emanuele Palena e l’intera famiglia Guerra composta da Papa’ Raffaele le splendide mamma e zia e Francesco e Matteo astri nascenti dello Slot.

Certo prepararsi all’evento umbro con le F1 N.S.R. non e’ di aiuto per le Gruppo C del grande Maurizio Ferrari e le Legendary Road King targate Claudio Savarese.

Per questo l’ultimo sabato di novembre e’ dedicato all’ultimo setting finale pro-Umbria.

Oggi e’ gara 3 F1 N.S.R. Interclub e diversi temi verranno toccati in gara; il vertice della classifica approfitta dell’assenza di Luca Pedulla per inanellare l’ennesimo alloro personale in barba agli assenti , Michele Caggiano ha il desiderio e l’onere e, a questo punto, l’obbligo, di segnare il suo primo UNDER TWELWE in gara ufficiale , i suoi rivali di centro classifica ostacolarlo piu’ possibile e la continua guerra per prendersi il ruolo di possibile outsider tra Minasi e Simone.

Qui’ stasera e’ Simone a dominare il leone tiburtino mettendolo a sedere nelle prime manche dove il pilota pontino e’ stato concentrato e continuo nel portare a casa 30 giri e, udite, udie, un triplo 31 che lo hanno messo a due manche dalla fine con un piu’ 5 che gli da’ un importante match ball nella penultima manche dove pero’ subisce il pericoloso rientro di Massimo Minasi che in penultima e ultima gialle e bianca lo mette alle strette recuperando si, ma solo 3 giri restandogli cosi’ dietro.

Ottima la gara di Simone che porta a casa diversi Under 13 ma nel complesso l’abilita’ sul giro di Minasi e’ dominante e Simone deve solo accontentarsi del punticino in piu’ in Classifica Generale che lo tiene davanti al volpone Minasi.

A centro classifica quello che succede e’ strabiliante, Michele finalmente realizza il suo sogno e, addirittura , alla fine della seconda manche e’ secondo dietro Calabrese con un rendimento monstre.

Dai box comunicano un dato tecnico interessante che da’ lo spunto a molti avversari: montati cerchi larghi, carreggiata portata a 66 come da regolamento e pneu piu’ comodi e tenuta di strada strabiliante.

Corona la giornata di grazia con un 11,799 in seconda verde che non e’ neanche la sua migliore a riprova di uno stato di forma smagliante.

Clamorosamente questa volta si difende bene in terza e quarta e riprende a macinare in quinta e sesta non lasciando scampo agli avversari che a fine gara mette a ben 5 giri di distanza e, signori, si tratta del Conte Max; una sicurezza al Campidoglio Racing Slot Club.

Che dire, una prestazione forse imbattibile per il pilota nerazzurro in futuro, ma chi se ne frega, per ora incarta e porta a casa; oltre a altre due corsie Under 12.

Come detto dietro di lui e’ Max a regolare la flottiglia di meta’ classifica con un giro solo sul solito ormai sicuro e presente Mauro Federici.

Non un’ottima stagione per Riccardo Renzi che porta sempre la vettura al traguardo senza mugugnare o protestare nel rispetto del suo stile britannico di fair play ma certamente ben altri lidi attendono il biondo Riccardo.

In testa e’ un assolo di chi vince che solo per una ultima manche rilassata permette al secondo di finire a soli due giri di distanza ma l’andamento della gara nel complesso ha visto un solo pilota al comandi sicuro e determinato.

Velocissimo in tutte le corsie lascia a Paolo la gioia del Casco Rosso solo in verde.
Paolo che oggi ha incontrato un mostro sacro in forma sultanica, ha voluto far vedere la grandezza della sua Al Jazeera e ha messo la Moschea al centro del paese; tutta Santa Maria delle Mole ha chiuso le donne in casa per paura della forza testosteronica del Sultano del Deserto che non ha timore di seminare liquido seminale in giro per il pianeta tanto e’ erettile e cazzuto il suo potere.

Azzanna Paolo che prova in tutti i modi di resistere ma tant’e’ Ludovico secondo , Paolo terzo ed in tutto questo chi ci rimette le penne e’ Riccardo Pedulla costretto ad arrendersi al quarto posto finale.

Da questa relazione capite con chi dividete il palco guida e perche’ molti non vogliono stargli vicino.













 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1224  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 13/07/2024 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 10/12/2023 : 08:54:10  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
2023 11 27 F1 N.S.R. GARA 4

Il Campidoglio Racing Slot Club deve crescere.

Troppo forte il dislivello tra il vertice dei componenti del Roster e il resto del panorama.

Il centro classifica, con il massimo impegno che mette, resta distante 10 giri su sei manche da 7 minuti l’una. Pur con il massimo rendimento possibile sempre a se’ per loro.

Infatti abbiamo i ‘’Marziani’’ e il Pianeta Terra; due campionati distinti.

E dietro a chiudere il terzo pacchetto di piloti a duellare tra di loro ma troppo distanti dal centro classifica.

In vetta un fuoriclasse, il Campionissimo, Luca Pedulla, solo manico che si avvale della maestria meccanica di ‘’papa’’’ Riccardo, fuoriclasse di livello nazionale e un quartetto di ottimi meccanici e grandi ‘’pulsanti’’, Paolo Renzi, Riccardo Pedulla, Massimo Calabrese, Ludovico Vergari.

Oggi tra loro manca Luca e la lotta conferma i valori in campo : ‘’solo loro in vetta’’.

Domina Calabrese, 4 manche stratosferiche che mette a sedere gli avversari, gli da’ i 30 punti per impinguare la Classifica Generale e mettere in coda dietro di se’ un grande Ludovico Vergari che regola Riccardo Pedulla e Paolo Renzi.

Qui’ si parla di valori assoluti pero’, amici miei, il valore che esprimiamo in pista si annulla appena si esce dal Raccordo Anulare.

La difficolta’ piu’ grande e’ quella che avvertono almeno tre piloti e che, pero’ rigurda tutti. Le chiacchiere stanno a zero, macchine settate, performanti, materiali di ricambio eccellenti; ma, credetemi, non e’ quello, per il Low Driver la grande difficolta’ e’ trovare il miglior settaggio del pulsante finalizzato al tipo di circuito.

Io personalmente, levate il settaggio delle macchine, li’ i migliori del Club aiutano e sono sempre disponibili, dove ci si dimostra incapaci e occorre umilta’ , autoconvinzione, autoanalisi e’ l’adeguamento dei settaggi del pulsante per riuscire a ‘’chiamare’’ la macchina alla reazione delle nostre volonta’.

Li’, noi low Drivers siamo delle pi***: e’ inutile alzare il numero dei giri del motore, cercare settaggi delle macchine se non iniziamo ad essere padroni delle nostre volonta’ con il mezzo , pur debole, a disposizione. E’ inutile spingere come dannati se non andiamo invece a cercare il miglior approccio alla curva, la miglior staccata e l’abilita’ a riprendere velocita’ in proporzione a quello che e’ l’ostacolo successivo.

Quindi imparare a guidare e, dopo, senz’altro, imparare a settare le macchine in riferimento al tracciato da affrontare, ma se non andiamo a prendere le scoppole fuori resteremo sempre i piloti della Parrocchia; fuori siamo una sola nube in un mare di tempesta.

Nel Pianeta Terra prevale la maestria di Max Argentino che monta i cerchi larghi e va a trovare la miglior aderenza nelle traiettorie piu’ difficili e regola gli avversari toccando la soddisfacente quota 200 mettendo dietro di se’ due grandi Mauro Federici e Riccardo Renzi.

Duello di fondo classifica tra i due rivali oggi non guerrieri Massimo Minasi – Simone Stagliano’ con il leone pontino oggi sottotono che da’ via libera a Massimo Minasi.

Queste le classifiche e statistiche per le personali osservazioni













 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1224  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 13/07/2024 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 10/12/2023 : 09:01:48  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
4 dicembre 2023 F1 N.S.R. GARA 5

I pro e i contro di questo ‘’classifica con scarti’’; permette a chi, per qualche motivo , salta un Gran Premio di restare in lotta fino all’ultima ma, anche, a chi domina, di arrivare sereno e tranquillo all’ultima prova con il titolo in mano e con la possibilita’ di fare passerella con la vettura a lui piu’ gradita.

Noblesse oblige e tant’e’; il fair play che regna al Campidoglio Racing Slot Club e la perfetta armonia organizzativa instaurata in modo democraticamente dittatoriale consente ogni anno di limare i regolamenti per la gioia dei partecipanti.

Oggi si torna dalla controversa trasferta in quel di Gubbio con un successo parziale del principal team (Paolo Renzi, Riccardo Pedulla e Paolo Renzi), con l’onorevole prestazione del lord britannico Riccardo Renzi e con, invece, assolutamente da rivedere il terzo team troppo scorbutico (Michele Caggiano, Simone Stagliano’, Massimo Minasi) assolutamente fuori dallo spirito del gruppo del Campidoglio Racing Slot Club; trovarsi sul campo di gara in difficolta’ tecnico tattica e dover assistere a rimbrotti e sfasature morali interne invece di ricercare continua autostima non e’ cosa da essere.

Oggi si rientra nelle gare Interclub per la quinta F1 N.S.R. in attesa dell’ultima trasferta 2023 in quel di Catania per una 50 Km Oreca Slot.It affascinante per
il clima natalizio e per il contorno di amici di valore tecnico alto e morale speciale.

Stasera due batterie in pista ma, per la troppa disomogeneita’ di valori in campo, 3 battaglie ben distinte.

Il vertice che vede Calabrese lottare per difendere il primato pressato, oggi, in modo rilevante sia dagli avversari, sia dallo stravolgimento tecnico della pista di casa che si adatta sempre piu’ agli ambienti nazionali eliminando completamente i guard rails che cambiano in modo consistente e determinante la resa in corsia arancione 6 interna all’uscita dal cavatappi , al Colosseo e alla chicane del Santo e in corsia 1 esterna gialla completamente da rimodulare al Mulino, al Cavatappi e all’uscita del Santo prima dell’immissione sul rettilineo di partenza.

Questo comporta un abbassamento dello standard di rendimento di circa 5 o 6 giri, a questo primo impatto, su tutti i piloti ora, pero’, piu’ pronti ad adeguarsi ad una delle difficolta’ che si riscontrano all’esterno delle mura romane.

Sicuramente chi ha piu’ sofferto questo nuovo modo di ‘’limare’’ le traiettorie e’ Calabrese costretto a cedere , stavolta ,il passo agli avversari. Infatti per tutta la gara e’ costretto ad inseguire senza mai riuscire a impensierire i tre padroni della gara dovendosi accontentare del quarto posto finale e pensare ai punti da ‘’imbertare’’ in ottica campionato.

Dopo strenua lotta a tre Ludovico e’ costretto a cedere il passo ai due piu’ veloci Paolo e Pedulla Riccardo che si giocano la vittoria in un duello personale strabiliante.

Quando ormai Paolo sembrava aver avuto vita facile, alla fine della quarta manche, sale in cattedra il professore e con quinta e sesta monstre porta a casa un doppio 34 che neanche l’ultimo ottimo 35 di Paolo basta al gagliardo Renzino di avere la meglio.

In tal modo Paolo porta a casa 25 punti e con Massimo che ne prende 18 permette a quest’ultimo, con il gioco degli scarti , di laurearsi campione F1 N.S.R. 2023 con una gara di anticipo.

Il comportamento nella trasferta eugubina e la grande serata invece avrebbe con merito assegnato a paolo il diritto di giocarsi tutto in ultima gara 6.

Nulla da obiettare, comunque alla vittoria di Riccardo Pedulla che porta a casa 4 Caschi Rossi di corsia su sei lasciando la rossa e la bianca nelle salde mani di Paolino.

Nella parte centrale altro one man show del rientrante Michele Caggiano che fino a meta’ gara resta nei quartieri alti della classifica per rientrare sul pianeta terra nella nuova arancio ‘’without guard rails’’ affrontata con prudenza di altri tempi che ha ridato fiato e speranza agli avversari di classifica che accorciano la distanza in quarta manche dovendo poi, pero’, arrendersi all’ottima quarta e quinta del rientrante nerazzurro.

Dietro di lui stasera manca Max che , con la sua classe tecnica potrebbe avvantaggiarsi di questa nuova situazione tecnica, ma resta presente Mauro Federici sempre in grado di regolare un Riccardo Renzi mai soddisfatto di questa F1 2023 anche se, stasera, piu’ divertito delle altre volte.

Chiude la contesa Calogero a dover rifare nuovamente ‘’il metro’’ di gara sull’arancione chiusa d un debole 28.

Sui time laps ancora Michele a dominare prendendosi ben 4 Under 12 a differenza dei suoi avversari ancora con questo gap da colmare.

In coda serata disastrosa di Simone Stagliano’ legnato per benino dall’Orso Buono Massimo Minasi che lo sovrasta per 9 giri e con crono che sembrano parlare di due livelli diversi di guida.

L’ultima gara regolera’ la posizione in Classifica Generale tra i due con Simone obbligato a rispondere per affermare il suo nuovo alto valore.













 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1224  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 13/07/2024 Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista Legend


Utente Valutato
Voti: 8



Inserito il - 02/01/2024 : 01:31:50  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
11 dicembre 2023 F1 N.S.R. GARA 6

Serata in linea con i vari malanni di stagione.

Gia’ iniziata male con l’assenza per influenza e Covid e malanni vari di Michele Caggiano e Riccardo Pedulla e la perdurante assenza del Campionissimo Luca Pedulla la serata prosegue in modo maledetto per l’improvvisa defaillance tecnica della corsia bianca.

Un corto non immediatamente rilevato ma sicuramente dovuto ad un inconveniente disgraziato e , certamente, non per malfunzionamento dell’impianto tecnico , mette nervosismo fra i presenti che hanno sacrificato una serata alle proprie famiglie per divertirsi e cosi’ non e’ stato.

Fortunatamente la tigna dei presenti risolve la problematica ma ormai la serata era rovinata e via cosi’.

Un filo metallico incastratosi sulla carreggiata bianca sotto il ponte di difficile rilevamento dagli osservatori metteva in corto la corsia e fortunatamente grazie al difficile lavoro di rilevamento Mauro e i suoi fidi ricercatori risolvono il problema allentando la tensione ma il danno ormai era fatto.

Inoltre l’anomalia della resa del motore di Calabrese Massimo e l’anomala formazione della classifica di serata portano alla inevitabile decisione di annullare il Gran Premio numero 6 e stilare la classifica finale su 5 Gran Premi ed uno scarto.

Dal 2024 il Club, ormai in dotazione di tutte le giuste strumentazioni di misurazione, instaurera’ delle veloci pratiche di verifica per la giusta regolarita’ delle gare e per adeguarsi piu’ possibile alle norme internazionali.

Quindi ci si avvicinera’ al banco verifiche e :
- Carrozzeria smontata , misurazione peso carrozzeria ;
- Rapido sguardo generale di regolarita’ pezzi di ricambio ;
- Rilevazione giri motore con tolleranza massima 10 % da giri motore regolamento di Categoria ;
- Rilevazione misurazione passo della carreggiata da Regolamento di Categoria ;
- Rilevazione misurazione cerchi .

Naturalmente occorre la collaborazione di tutti i partecipanti per accelerare la pratica e iniziare a divertirsi anche con questa nuova importantissima fase dello slot propedeutica a tutte le gare motoristiche.

Il Club apre quasi sempre alle 18,30 quindi come si arriva al Club rapide prove , ricordiamo che generalmente il sabato e’ il girono dedicato alle ultime prove, il giorno gara e’ piu’ che altro rapidi Warm Up.

Chiedo, sempre , per la crescita del Club , la massima collaborazione a tutti ; piu’ ci aiutiamo e piu’ ci si diverte.

Ognuno si adoperera’ per portare la macchina ‘’aperta’’ con la carrozzeria smontata e senza pneu e sara’ mia cura dedicare non piu’ di 5 minuti a macchina con l’aiuto di Pablito.

Per vostre analisi e considerazioni personali allego qui’, comunque, i risultati di ieri sera a puro scopo statistico







Sicuramente la sportivita’ di tutti e il fatto che tutto l’anno non si e’ mai proceduto alla misurazione dei motori e’ impossibile restare male per l’anomalia odierna del motore di Calabrese e ne’ si puo’ mettere in ‘’CONTEST’’ il Campionato F1 N.S.R. 2023. Altrimenti si dovrebbe annullare tutta la stagione.

Fortunatamente l’episodio di ieri e’ intervenuto per poter definitivamente approdare ad un nuovo mondo motoristico al Campidoglio Racing Slot Club che portera’ ulteriori progressi sia tecnici che di fair play in cui dobbiamo ancora migliorare per poter formare quel gruppo granitico di cui ci vantiamo, per ora in modo superbo e , forse, non realmente messo in pratioca.

Ma tant’e’ tutto serve per aiutarci.

Quindi Campionato omologato, anche grazie alla grande sportivita’ di Paolino e alla senz’altro buona fede di Calabria mai ipotizzabile al baro di volonta’.

In tal modo quindi questa Categoria viene assegnata sulla base di 5 Gran Premi con una gara di ‘’ANNULLO’’ dando cosi’ vita alla seguente Classifica Finale di Categoria



In tal modo si arriva anche alla seguente Classifica finale di RANKING PILOTI 2023



Ricordiamo che i piloti vengono divisi per Sezioni in quanto per ambire al titolo occorre dover essere presenti in tutte le Categorie Annuali altrimenti si ‘’scala’’ di
Sezione giustamente per premiare i piu’ assidui Drivers presenti al Club.

Due ex-equo nella TOP DRIVER regolata come sempre in precedenza.

Infatti quest’anno e’ Massimo Calabrese ad avere la meglio su Paolo, al contrari odello scorso anno, pe ri maggiori successi di Categoria : 4 Massimo e 2 Paolo.

L’altro ‘’pareggio’’ e’ quello tra Riccardo Renzi e Michele Caggiano che mette Michele avanti per aver collezionato almeno una migliore posizione in Classifica Generale rispetto a Riccardo ; infatti Michele segna un quinto posto finale in Porsche Cup e F1 mentre Riccardo ‘’porta’’ 3 sesti posti in Lamborghini , Porsche Cup e Gruppo C.

A questo punto ci si dedica alla chiusura dell’anno con due challenge Porsche Cup per decidere la configurazione della prima categoria dell’anno : o King 21 Viola o King 19,5 arancione e relativa corona.

Sara’ una ‘’monomarca’’ con configurazione fissa dopo le due prove con le due configurazioni diverse.

Un abbraccio a tutti e buona giornata e buon viaggio a chi riesce a raggiungere Catania nel fine settimana.







 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 1224  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: 13/07/2024 Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
      Bookmark this Topic 
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,29 secondi.

 

 

Questo sito utilizza solo cookie TECNICI e pertanto non effettuano alcuna tracciatura dell'utente.
I cookie TECNICI, sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di inserimento post o login, per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

Visualizza l'informativa

 

 

Search Engine Optimization