Forum Tuttoslot.it - Cronaca 6^ Gara Classic Campidoglio Racing S. C.
    Forum Tuttoslot.it

Forum Tuttoslot.it
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    

Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  

Nota bene : I moderatori lavorano nel forum per te. Rispettali!



 Tutti i Forum
 Forum Tuttoslot.it
 gare & eventi
 Cronaca 6^ Gara Classic Campidoglio Racing S. C.
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:




Nuovo Evento        Bookmark this Topic 
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato:
Voti:7



Inserito il - 24/03/2019 : 14:07:15  Link diretto a questa discussione  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
Amici lettori eccoci all’atteso appuntamento della finalissima del Campionato Classic presso il Campidoglio Racing Slot Club; due piloti si guerreggiano per la vittoria finale : Ludovico Vergari e Riccardo Pedulla ; terzo incomodo, la matematica ancora non lo condanna, il recordman del Fast Lap Santini Maurizio.

Nel paddock e’ tutto un fermento, teloni a coprire gli ingressi dei box e , addirittura, camere isolate per piloti e macchine.

Si saluta il rientro alle gare , dopo un’assenza importante nella precedente gara , di Andrea Ippoliti . Presenta una nuova vettura con un settaggio ad hoc.

Nelle fasi pregara alle pendici della montagna del Titano nella Repubblica di San Marino Ludovico e’ teso e concentrato; preso dal paddock non stacca gli occhi da ogni movimento dei suoi meccanici mettendo costantemente sotto pressione tutto i lreparto ingegneristico e meccanico della sua squadra.

Dall’altra parte del Paddock la serafica tranquillita’ dell’Irriducibile che da’ piena liberta’ al suo staff di cui si fida ciecamente; certamente clima piu’ idilliaco e sereno del rivale.

Nel resto dei partecipanti tutti sono preoccupati per il loro mentore; probabilmente le invidie degli avversari, gli accidenti dei nemici, il clima freddo poco aderente alle fiamme dell’inferno in cui impera e, clamorosamente, appena si parte per il Warm Up, il Santo ha un piccolo mancamento sopperito dalla sua esperienza che gli permette di rientrare ai box, risultare tra i partenti ed aggiudicarsi i meritati punti di classifica ma non di completare la gara. Nonostante tutti i tentativi di rimetterlo in piedi lo staff medico dell’organizzazione non gli da’ il placet per la partenza e lui imprecando e sbattendo porte e portoni abbandona polemicamente il circuito e solo un rassicurante comunicato stampa del suo entourage tranquillizza i suoi amici rivali che continuano la battaglia.

Pronti, via, partenza: bagarre alla prima curva con i due pretendenti al titolo che alla prima curva prendono il comando e giri su giri si contendono il primato. Subito si scorge un grande Max Argentino che e’ l’unico a tenere il passo con i battistrada. Finalmente dopo un cambio alla guardia nel suo entourage ingegneristico il Max sfrutta al massimo il suo talento e tira fuori una monoposto all’altezza della sua fama.

Paolo Renzi come sempre onnipresente nelle prime posizioni mette in fila uno smagliante Andrea Ippoliti che in questa ultima gara di categoria da’ dimostrazione della sua capacita’ di settaggio vettura completamente trasformata dalla precedente apparizione, e il solito battagliero Massimo Calabrese.

Oggi invece Michele e Riccardo sin dalla prima manche mostrano le difficolta’ odierne staccandosi di due giri dal resto del plotone innescando una personale battaglia e dando, comunque, un senso e un particolare gusto alla loro serata.

La seconda manche taglia in tre il Gran Premio; 33 giri per Ludovico, Riccardo Pedulla, che non molla la preda vantando titolo a pretendere per il successo finale e per l’affascinante Max Argentino che sempre tutti vogliono vedere lottare per l’affermazione di gara.
Dietro di loro Paolo, 32 giri e Andrea e Massimo con 31 tengono a bada le velleita’ di recupero di Michele, 30 giri e Riccardo Renzi 29 e a questo punto la classifica generale recita:
- Lotta all’affermazione di tappa: Ludovico 67, Riccardo e Max 66 (tutto aperto);
- Lotta per il tentativo di inserirsi sul podio: Paolo 63, Andrea 62, Massimo 61 (certo, un po’ difficile ma si tratta di un lotto, comunque, di top driver capaci di possibili imprese improvvise);
- Lotta per l’ultimo posto: Michele 58, Riccardo Renzi 57 (e continue alternanze di posizioni tra i due).

Nella terza manche si erge sugli scudi Andrea Ippoliti che gioca a favore di Ludovico che trovandolo sulla sua strada lo ‘’usa’’ per allungare la sua vettura ad un passo superiore a quell odei suoi diretti avversari a cui infligge un ennesimo giro di distacco.
In questa fase la vettura di Ippoliti e’ eccezionale, ma, permettetemi di dirlo, il bolide di Vergari e’ impressionante; nelle curve mostra un assetto e una tenuta di strada propria di un Suv: stabilita’ e imponente impressionante prova di mastodonticita’, nei rettilinei all’altezza del miglior Mohammed Ali’: ‘’vola come una farfalla, pungi ocme un’ape’’. Spettacolare.

Questa ultima gara e’ forse la piu’ appassionante della stagione; il Riki Irriducibile mostra , come al solito, la snellezza della sua guida e la fluidita’ del suo mezzo sfilando sgusciante nei meandri e dei pericoli del circuito e riesce a stare nella scia di Al Jazeera lasciando aperta la gara al titolo anche alla fine della terza manche. Infatti si e’ creata una variabile inaspettata: il rientro nella lotta per la vittoria di Max Argentino. La sua guida e la sua vettura sono le migliori della stagione e lui potrebbe decidere la lotta al titolo: qualora Vergari dovesse subire una crisi e Pedulla posizionarsi al vertice della gara ecco che il secondo posto di Argentino strapperebbe il titolo dalle mani di Vergari per consegnarlo in quelle dell’amico laziale Riccardo Pedulla.

Dietro Andrea Ippoliti e Paolo Renzi restano attaccati al treno dei battistrada lasciando anche aperta la lotta alla terza piazza del podio che, vista la piccolissima distanza in classifica dei due capolista, e’ fondamentale per la vittoria del titolo annuale Classic 2019 Campidoglio Racing Slot Club.

In coda Michele da’ una stoccata importante al rivale con 28 giri rispetto ai 26 del rivale e si mette tre giri avanti che non gli danno la certezza di supremazia ma, certamente, un bel vantaggio su lrivale con il quale c’e’ una stima e un fair play veramente invidiabile in una rivalita’ e in un sano agonismo che riconcilia con i veri valori dello sport.

La quarta manche mostra quello che meno ti aspetti nello Sceicco d’Arabia Ludovico: molla un attimo la presa e Max ne approfitta; piazza 33 giri contro i 32 del rivale segnando nel globale Max 130 e Ludovico 131, niente e’ al sicuro e tutte’ in ballo. Pero’ i 31 giri di Riccardo, 128 totali, lo tranqullizzano in ottica titolo assoluto. Anche in osservazione del fatto che Paolo e Andrea continuano a macinare nella tranquillita’ della loro posizione in classifica generale che gli permette di guidare sereni raggiungendo i 126 giri totali che gli fanno vedere il podio ad un passo.

Nell’umile ma affascinante lotta delle retrovie Riccardo Renzi succhia un giro a Michele arrivando a 110 totali rispetto ai 112 di Maicol.

Nella lotta la vertice Ludovico Vergari porta la telemetria del suo mezzo a tararsi sugli avversari e si registra un 31 giri collettivi tranne il 32 di Paolo che lo fa affiancare a Riccardo contendendogli meritatamente il podio. Nello stesso tempo ormai Al Jazzera gusta la vittoria di tappa e la nuova corona di alloro per il titolo di Categoria.

In coda Michele con 28 giri pareggia il risultato di Riccardo e mette in cascina due giri di vantaggio per l’ultima manche da correre.

L’ultima manche e’ uno spettacolo di guida del rampollo Paolo Renzi che raggiunge e supera un pur aggressivo ed efficace Riccardo Pedulla portandosi meritatamente sul podio. Pero’, a quel punto l’inaspettato inconveniente: la guida sciagurata e spensierata del giovane pilota lo porta a chiedere ai box informazioni sul miglior tempo realizzato dagli avversari. Dimentica il suo dovere: puntare al podio per il giusto premio alla favolosa opera ingegneristica realizzata dal suo muretto, punta al Best Lap ed esce sulla ghiaia prima dell’ultimo giro e li’, impietoso, glaciale, serafico Riki l’Irriducibile lo sorpassa e si va a prendere il meritato giusto podio nell’ultima gara dopo aver conteso fortemente il titolo al meritatissimo campione Ludovico Vergari che porta a casa un impressionate, ennesimo 34 giri finali.

In tutto questo lode e merito alla splendida gara di Max Argentino che si aggiudica il Volante di Giornata, premio al miglior pilota del Gran Premio corso aggiudicandosi anche il secondo posto generale.

Altrettanto bella l’affermazione di Andrea Ippoliti poco presente nel campionato ma in grado di battere un pur sempre forte e sportivissimo al massimo nell’etichetta della sua classe: Massimo Calabrese.

Dietro nella loro lotta aperta e serena Michele batte Riccardo Renzi nel rispetto del miglior Fair Play.

Questa la classifica del Gran Premio San Marino, sesta e ultima tappa del Mondiale Classic 2019



Insomma, signori, un ennesimo podio svanito per un nonnulla di Paolo Renzi, un campioncino di cui mercoledi si parlera’ nel settimanale Processo alla Tappa.
Qui’ al Campidoglio Racing Slot Club si e’ assegnato il titolo Classic 2019 al leader meritato: Al Jazeera Gran Sultano Ludovico Vergari.

Nella seguente tabella dei tempi sul giro potete notare, vista l’assenza del Signore delle Pole, Maurizio Santini, il dominio incontrastato dei Ludovico anche in questa speciale classifica in tutte le carreggiate percorse :



La sua gloria, comunque, e’ avvalorata dal fatto che si batte contro un novero di campioni Riccardo Pedulla, Maurizio Santini, Paolo Renzi, Massimo Calabrese, Max Argentino, Riccardo Renzi, Andrea Ippoliti.

In quest’altra tabella dei giri per carreggiata si nota la grande serata di un ritrovato Max Argentino che in corsia blue si aggiudica il confronto con il Campionissimo :



Questa la classifica finale generale di categoria :



Si nota come quest’ultima tappa ha invertito per poco, ma si’ e’ avvenuto, la posizione tra Paolo e Massimo Calabrese per la quarta piazza finale e, nel rispetto di una piu’ giusta classifica, tra Max e Michele per la sesta piazza generale.

Questo il mio saluto personale ed arrivederci alla prossima occasione con una massima che resta nella storia:
‘’Tutti noi corriamo e desideriamo vincere e primeggiare; una, due, tre volte. Ma, amici miei, il Triplete nella storia e’ uno, uno solo e per quest’anno non e’ pareggiabile. Un abbraccio caloroso a tutti e buon fine settimana’’.

Michele Caggiano , 24 marzo 2019 , Campidoglio Racing Slot Club.








Modificato da - Maicol in Data 24/03/2019 14:18:59

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 628  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: Oggi

il Santo

Tuttoslottista Maestro




Utente Valutato
Voti: 35



Inserito il - 24/03/2019 : 18:11:44  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il Santo Aggiungi il Santo alla lista amici  Rispondi Quotando
... Maichol sei una forza della natura!!!!! ...










  Firma di il Santo 
il Santo

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 5272  ~  Membro dal: 11/03/2010  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina

Maicol

Tuttoslottista GT


Utente Valutato
Voti: 7



Inserito il - 24/03/2019 : 18:19:01  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Maicol Aggiungi Maicol alla lista amici  Rispondi Quotando
E un modo come un altro per ricompensare i vostri sacrifici a tenere in piedi alla grande questo nostro circo slogtistico.

Un abbraccio a tutti








 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 628  ~  Membro dal: 11/09/2012  ~  Ultima visita: Oggi Torna all'inizio della Pagina

il Santo

Tuttoslottista Maestro




Utente Valutato
Voti: 35



Inserito il - 04/04/2019 : 18:20:04  Link diretto a questa risposta  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di il Santo Aggiungi il Santo alla lista amici  Rispondi Quotando
... ed ecco la classifica ufficiale ...











  Firma di il Santo 
il Santo

 Regione Lazio  ~ Prov.: Roma  ~ Città: Roma  ~  Messaggi: 5272  ~  Membro dal: 11/03/2010  ~  Ultima visita: Ieri Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Nuovo Evento        Bookmark this Topic 
 
Vai a:
Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,42 secondi.

 

 

Questo sito utilizza solo cookie TECNICI e pertanto non effettuano alcuna tracciatura dell'utente.
I cookie TECNICI, sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di inserimento post o login, per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

Visualizza l'informativa

 

 

Search Engine Optimization